ale-c

Miniguida x neosv: voltaggio, resistenze e "resa" del sistema


83 messaggi in questa discussione

Quindi due svapaggi di 6,8 e 7,6 W sono ottimali? Quale é meglio dell'altro?
Se ho capito bene più alti sono i W meno dura l'atom? Ma più alti sono i W più alti sono l'hit e la fumosità?
Il sunto è questo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
se NON rigeneri atom è tutto come dici e quello è il sunto: più watt = prestazioni maggiori (talvolta minor percezione dell'aroma, ma non è sempre vero), minore durata dell'atom più che altro perchè si incrosta più rapidamente di residui e puzza/fuma meno; più raramente si "brucia" il filo e non va più.

non potendo sapere a priori come è fatto l'atom dentro (che tipo/diametro di filamento), ti accorgerai che gli atom non sono tutti uguali a parità di resistenza, di voltaggio e quindi di watt: alcuni andranno meglio, alcuni saranno pessimi, nonostante siano magari sempre 1.7 ohm...

se rigeneri il discorso invece è molto più complesso perchè appunto i watt non riescono da soli a spiegare le differenze fra un filamento piuttosto che 1 altro. spiego qui per chi rigenera (perchè per chi non rigenera è onestamente inutile)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
una componente "principale" che viene spesso tralasciata in queste guide, ma che invece è il principio fondamentale su cui si basa il funzionamento di una e-sig, è "l'EFFETTO JOULE" (questo sconosciuto ..... :shock)
l'effetto Joule è il principio per cui una resistenza attraversata da corrente sviluppa energia sotto forma di calore !!!!!
questa energia (tralasciamo le formule) dipende dal valore di resistenza, dal voltaggio quindi dalla potenza svilupata e ..... udite, udite .....
dallo spessore del filo resistivo !!!! :shock:shock:shock
in base a questo si può affermare che tre resitenze, tutte dello stesso valore di
2 ohm ma costruite con filo di sezioni diverse, ad esmpio 0,10 - 0,25 - 0,40, sono per la legge di ohm identiche infatti inserite in un circuito alimentato a 4 volt generano (tutte indistintamente) una corrente di 2 Ampere per una potenza di 8 watt ....... mentre per l'effetto Joule le cose cambiano totalmente da una all'altra,

infatti avremo (valori a caso solo per rendere l'idea ..... )

2 ohm filo 0,10 ...... temperatura 400 gradi
2 ohm filo 0,25 ...... temperatura 200 gradi
2 ohm filo 0,40 ...... appena tiepido :shock:shock:shock

questo tradotto in linguaggio e-sig significa passare da 0 vapore a sapore di bruciato sempre con un valore di resistenza identico di 2 ohm .... sono riuscito a confondere ancora di più le vostre idee ???? :ghgh:ghgh:ghgh

per questo stilare tabelle volt - resistenza è utile ma solo indicativo se non si tiene conto della potenza dissipabile dalla resistenza stessa ....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
già, hai perfettamente ragione, infatti questo era una delle mie guide "degli inizi" quando ancora cercavo di capire/farmi una ragione di come rigenerare correttamente atomizzatori e dei fattori in gioco.

l'evoluzione, e la guida definitiva che origina un po' avanti nel thread, è questa qui: Watt/mm² = atom DIY scientifico

se non l'hai ancora letto te lo consiglio;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
 Citazione
ale-c ha scritto: già, hai perfettamente ragione, infatti questo era una delle mie guide "degli inizi" quando ancora cercavo di capire/farmi una ragione di come rigenerare correttamente atomizzatori e dei fattori in gioco.

l'evoluzione, e la guida definitiva che origina un po' avanti nel thread, è questa qui: Watt/mm² = atom DIY scientifico

se non l'hai ancora letto te lo consiglio;)ok ..... non mi ero accorto che avevi approfondito l'argomento da un'altra parte,
cmq ottime guide ...... :ok

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Un grazie @ale-c e @dago ve lo meritate ! Bravo @ale-c anche gia' in passato aveva trattato in maniera esemplare l'argomento e bravo @dago per aver ribadito in maniera cosi' chiara concetti di massimo interesse nello svapo.

:clap:clap:clap:clap

:ok:fum

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Sono sbalordito dalla precisione e dalla completezza dell'analisi e delle spiegazioni di ale-c e degli altri utenti che hanno contribuito in questo thread e nell'altro ("Watt/mm² = atom DIY scientifico").
E sono anche sbalordito di essere riuscito a seguire piuttosto egregiamente i ragionamenti fatti sin qui :]

Ma allora, tirando le fila e traducendo in "soldini" (più piccoli dei soldoni... :P), la qualità di svapo non è legata alla potenza (Watt) utilizzata dal sistema, ma più semplicemente è data... dalla temperatura del filamento??? :shock
In pratica, lo svapo ottimale si ottiene quando la temperatura della resistenza è quella "giusta" per vaporizzare correttamente uno specifico eliquid (e questo, nessuna tabella e nessun calcolo matematico lo potrà mai indicare, a meno che le case produttrici non ci dicano qual è il "punto di fumo" dei loro liquidi).

Questo spiega come mai, a parità di tutti i parametri, due atom diversi garantiscono "svapi" differenti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
 Citazione
Numenor ha scritto: Ma allora, tirando le fila e traducendo in "soldini" (più piccoli dei soldoni... :P), la qualità di svapo non è legata alla potenza (Watt) utilizzata dal sistema, ma più semplicemente è data... dalla temperatura del filamento??? :shock
In pratica, lo svapo ottimale si ottiene quando la temperatura della resistenza è quella "giusta" per vaporizzare correttamente uno specifico eliquid (e questo, nessuna tabella e nessun calcolo matematico lo potrà mai indicare, a meno che le case produttrici non ci dicano qual è il "punto di fumo" dei loro liquidi).

Questo spiega come mai, a parità di tutti i parametri, due atom diversi garantiscono "svapi" differenti...
perfetto ....... hai centrato il punto in un colpo solo :ok:ok:ok

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
@Numenor: si, ci stai arrivando... ;)
la qualità dello svapo (...dell'evaporazione del liquido) è una cosa, la potenza un'altra.

la qualità è data dal fatto che il filamento, qualunque esso sia, ti scalda il liquido alla giusta temperatura per farlo evaporare (cioè al giusto valore di W/mm^2)

la potenza è data da quanti watt "butti dentro" all'atomizzatore (cioè dai soli watt).

si deduce che puoi avere alta potenza con bassa qualità e viceversa bassa potenza con alta qualità (ma la cosa migliore è ottenere alta qualità e scegliere la potenza che più ti piace... e qui devi per forza approfondire il concetto di watt/mm^2, ma solo se ti rigeneri gli atoms per conto tuo, altrimenti se li compri gia fatti non serve perchè non puoi "analizzare" che filamento c'è dentro!)

nel thread su cui stiamo scrivendo (ero all'inizio quando l'ho scritto :blush:) ero concentrato sulla sola potenza di svapo... in seguito ho scoperto che la potenza da sola non riesce a "spiegare" tante cose (tra cui il fatto che alcuni filamenti anche se ci fai passare dentro molti watt non rendono al meglio)

motivo per cui quando ho capito ho scritto l'altro thread sul w/mm^2 che purtroppo pochi capiscono (anche fra chi rigenera... e se compri gli atom gia fatti non ti serve a nulla...)

notte
ale-c

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
@Numenor:
 Citazione
In pratica, lo svapo ottimale si ottiene quando la temperatura della resistenza è quella "giusta" per vaporizzare correttamente uno specifico eliquid (e questo, nessuna tabella e nessun calcolo matematico lo potrà mai indicare, a meno che le case produttrici non ci dicano qual è il "punto di fumo" dei loro liquidi)
non è proprio così è che vedi il problema da un punto di vista sbagliato.
essendo che il liquido "mediamente" utilizzato è composto diciamo da 50-40-10 (pg-vg-h2o), questo avrà più o meno la stessa temperatura ottimale di "ebollizione". il problema, come ribadisce giusamente dago, è scaldare il filo dell'atom alla giusta temperatura.
se scaldi troppo il filo, il liquido brucia; se scaldi poco il filo il liquido evapora poco e hai una resa pessima.

il cas-no è far scaldare il filo il giusto (sempre il solito 0,5 W/mm^2)... temo che mi stancherò di ribadirlo e getterò la spugna:D.
in gioco hai i volt e la "resistività" (non so se si dice così) del filo (gli ohm/m)...
(gli ohm che il filamento produce alla fine non sono così importanti... a meno che non siano troppo pochi e ti mandano in blocco la batteria!)
e per questo puoi consultare l'altro thread (w/mm^2).... vedi che non mi stanco di ribadirlo?;)
scherzi a parte: se vi interessa sono ben felice di condividere anche via pm le mie deduzioni in materia perchè finalmente ho capito come rigenerare un po' più scientificamente i miei atoms.
(ci sono in realtà molti altri fattori in gioco: tipo la capacità della batteria, la wick usata: fibra di vetro, mesh o altro... ma questa è un'altra storia)

riciao
ale-c

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Si, forse usando un tono un po' scherzoso non mi sono fatto capire bene, ma ero arrivato alla stessa conclusione tua (che hai fatto BENISSIMO a ribadire :)).
Ho letto (sull'altro 3d) che hai fatto vari test per desumere i parametri di resistività di alcuni atom: sarebbe bello avere una tabella di resistività dei vari atom, così che (essendo nota l'impedenza in Ohm) sarebbe facile determinare il voltaggio da usare per raggiungere il fatidico valore di 0,5 W/mm^2...

Se 10 gg. fa mi avessero avvertito che per svapare avrei dovuto rispolverare le mie nozioni di fisica forse fumerei ancora le analogiche :fum

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
 Citazione
ale-c ha scritto: il cas-no è far scaldare il filo il giusto (sempre il solito 0,5 W/mm^2)... temo che mi stancherò di ribadirlo e getterò la spugna:D.
in gioco hai i volt e la "resistività" (non so se si dice così) del filo (gli ohm/m)...
(gli ohm che il filamento produce alla fine non sono così importanti... a meno che non siano troppo pochi e ti mandano in blocco la batteria!)
e per questo puoi consultare l'altro thread (w/mm^2).... vedi che non mi stanco di ribadirlo? ;)ale-c
ciao ale-c,
la tua guida è utilissima e ben eseguita ...... per me che mastico di elettronica e resistenze da quando ero un ragazzino ....., mi rendo conto però che i più non riescono a seguire il discorso se diventa troppo tecnico e pieno di formule :umpf
lo stesso problema che riscontro quando con gli amici di svapo ci mettiamo a "rigenerare" e cerco di spiegare loro il perchè di certi fenomeni :mur
alla fine ci riesco solo con similitudini più o meno "azzeccate" in "campi" in cui anche gli altri sono in grado di seguirmi, quindi alla fine riescono ad assimilarne il concetto ( che è poi quello che conta ...) e quando ci riesco mi sento molto soddisfstto :ok come si dice ..... nessuno nasce imparato, e ognuno è maestro nel proprio campo :ghgh
ma qui siamo in tanti e non si può conoscere il "campo" di tutti per cui vai avanti con le tue guide e non stancarti mai di dare (le stesse) spiegazioni a chi te le chiede ..... magari facendo qualche esempio di più facile comprensione :ok:ok:ok
tanti auguri ..... !!!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
si, avete ragione entrambi... detta così è piuttosto complicata.

è da 1 po' che mi riprometto di fare un grafico, semplice semplice, con in ascissa la lunghezza del filo da usare e in ordinata il voltaggio da usare... e fare più "linee" una per ogni tipo di filamento.

appena ho 1 po' di tempo lo produco. in questo modo per chi rigenera sarebbe facile partendo dal filo che usa trovare l'accoppiata volt-lunghezza.

per chi non rigenera purtroppo è dura desumere le caratteristiche degli atom gia fatti. vanno smontati, misurati... e poi magari sono diversi anche se dello stesso modello/venditore. è certamente meglio usare una batteria a voltaggio variabile e trovare "a gusto" il voltaggio che lo fa funzionare al meglio.

ciao e grazie ad entrambi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
 Citazione
ale-c ha scritto:
Ed è solo la potenza (Watt)che condizona la performace del sistema!
potenza che aumentiamo/diminuiamo variando il voltaggio, mi sembra di capire ;-P

r

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Premesso che son niubba e cerco di comprendere... ma su questi presupposti, che me lo compro a fare il Vamo? :º(
Nel senso, che arriverebbe a 15V?
A me interesserebbero i 6 V su una resistenza 2.8 ... ci ricavo qualcosa di buono?
Grazie per la risposta mi aiuteresti a non fare acquisti inutili...
ps: ho due vision spinner 1300 mah :dry:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
 Citazione
Born Slippy ha scritto: A me interesserebbero i 6 V su una resistenza 2.8 ... ci ricavo qualcosa di buono?
Grazie per la risposta mi aiuteresti a non fare acquisti inutili...
ps: ho due vision spinner 1300 mah :dry:6 volt su una resistenza da 2,8ohm sono circa .... 13 watt !!!!
(una bella vaporiera :shock)
con una spinner non ci arrivi, per cui ti serve un BB (Big Battery) :umpf

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
no, non ci arrivi. però 13W sono tanti davvero (almeno per me)... la spinner arriva a un po' meno watt, ma per i miei gusti è più che utilizzabile...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
 Citazione
Born Slippy ha scritto: Premesso che son niubba e cerco di comprendere... ma su questi presupposti, che me lo compro a fare il Vamo? :º(
Nel senso, che arriverebbe a 15V?
A me interesserebbero i 6 V su una resistenza 2.8 ... ci ricavo qualcosa di buono?
Grazie per la risposta mi aiuteresti a non fare acquisti inutili...
ps: ho due vision spinner 1300 mah :dry:
mi associo anche io alla domanda di born slippy, vorrei capire , ora che ho un bb che arriva a 15w , con che resistenza posso arrivare a usare i 15w?
lo chiedo anche perchè nelle varie recensioni dell'evic sento sempre persone che si lamentano che evic non supera gli 11 watt, mentre quello che ho io che ha lo stesso circuito dello zmax ci arriva, ma fin'ora se supero gli 8 w di potenza ,sento subito il sapore di bruciato, quindi riformulo la domanda di born slippy , che ce l'ho a fare un sistema che raggiunge i 6v o 15w , se non posso spingere al massimo il mezzo?

una cosa che ho notato però è che diversamente dalle ego, già a 3,5 v si sente molto più aroma ed esce molto più fumo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Cosi per la cronaca e poi vado a leggermi tutto l'articolo all'inizio di questo post sperando di apprendere qualcosa visto che io di potenze e elettricita ci mastico davvero poco:mur ieri mi è arrivata la twist, gli monto su il vivi nova da 1,8 ohm e provo speranzoso :sbavla sbatto subito al massimo 4,8 e voila.... mi son fumato il fritto misto :vom fino a 4.0 anche un po meno tiene poi sa di bruciato....ma me lo aspettavo:sisi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
 Citazione
ocram3012 ha scritto: Cosi per la cronaca e poi vado a leggermi tutto l'articolo all'inizio di questo post sperando di apprendere qualcosa visto che io di potenze e elettricita ci mastico davvero poco:mur ieri mi è arrivata la twist, gli monto su il vivi nova da 1,8 ohm e provo speranzoso :sbavla sbatto subito al massimo 4,8 e voila.... mi son fumato il fritto misto :vom fino a 4.0 anche un po meno tiene poi sa di bruciato....ma me lo aspettavo:sisi
Complimenti :devil
Io in materia ci capisco forse anche meno di te, ma è davvero troppo.
Io il vivi a 1.8 lo uso max a 3.6, a 2.4 invece sui 4/4.2, nessuna puzza, hit molto buono e ottimo aroma ;)
Fai riferimento alla tabella sul rapporto tra ohm e watt pubblicata in vari 3D, probabilmente anche in questo.
Comunque è buona norma partire con un voltaggio basso e via via aumentare fino a trovare il voltaggio che piu' ti soddisfa in termini di hit, aroma, vapore, tenendo conto ovviamente degli ohm della resistenza dell'atom

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Si letto un po di post e il tutto è un po piu chiaro :?e ho fatto un po di prove e massimo lo porto a 3.2 anche un po meno che da una buona resa in tutti i sensi e la differenza dalla batteria 650 si sente...direi che son soddisfatto ora provero a montare qualcosa da 2.4 ohm :ok

 Citazione
shandy ha scritto: [quote=ocram3012 ]Cosi per la cronaca e poi vado a leggermi tutto l'articolo all'inizio di questo post sperando di apprendere qualcosa visto che io di potenze e elettricita ci mastico davvero poco:mur ieri mi è arrivata la twist, gli monto su il vivi nova da 1,8 ohm e provo speranzoso :sbavla sbatto subito al massimo 4,8 e voila.... mi son fumato il fritto misto :vom fino a 4.0 anche un po meno tiene poi sa di bruciato....ma me lo aspettavo:sisi
Complimenti :devil
Io in materia ci capisco forse anche meno di te, ma è davvero troppo.
Io il vivi a 1.8 lo uso max a 3.6, a 2.4 invece sui 4/4.2, nessuna puzza, hit molto buono e ottimo aroma ;)
Fai riferimento alla tabella sul rapporto tra ohm e watt pubblicata in vari 3D, probabilmente anche in questo.
Comunque è buona norma partire con un voltaggio basso e via via aumentare fino a trovare il voltaggio che piu' ti soddisfa in termini di hit, aroma, vapore, tenendo conto ovviamente degli ohm della resistenza dell'atom

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
oggi mi è arrivato il mio primo bb vv!
il display mi segna resistena 2,5 ohm - volt 4 - watt 6.4!:sbav
ci ho savapto tto il pomeriggio cosi e mi sono trovato bene ora ho trovato questa guida che parla dell argomento e mi sento di dire
COMPLIMENTIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!:ok:ok:ok
grazie a questo forum ho imparato tantissime cose utili come ad esempio il funzionamento di una ecig, la composizione dei liquidi e perfino (cosa piu importante) dove comprare a buon prezzo:ghgh
piccolo OT
cosa che purtroppo non ho riscontrato nei negozi di esig!
anzi conosco molte persone che hanno abbandonato l esig dicendomi che no si sono trovate bene per un motivo specifico...
tale motivo specifico a mio avviso è dovuto al fatto che erano poco informate o addirittura informate male! :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Per sbaglio ho preso un kanthal da 0, 12mm come devo usarlo su una ego 650 mha?
Aspetto una risposta da un volontario .nell'attesa ringrazio a priori.
[email protected]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
è un filo che produce resistenze light.

per avere valori ottimali di evaporazione (W/mm^2 = a 40) devi avvolgere poco meno di 3 centimetri di kanthal attorno alla wick.

i 3 centimetri devi misurarli dal polo positivo al polo negativo (non so che atomizzatore andrai a rigenerare per cui non posso dirti altro).

in questo modo ottieni una resistenza di 3,6 ohm che su batterie ego produce 4,4 watt. Questo è la combinazione ottimale per lo 0.12: buona resa aromatica ma poco fumo e calore a causa dei pochi watt.

Puoi provare a fare così: avvolgi due fili di kanthal 0.12 su sè stessi a formare un filo doppio. Lo avvolgi come dicevo sopra, poco meno di 3 cm da polo a polo. In questo modo ottieni 8,8 watt che è uno svapo di tutto rispetto.

L'unico problema è che devi essere preciso: 3 cm esatti, altrimenti tutte le congetture fatte vanno a farsi benedire.

ciao
ale-c

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per partecipare

Devi essere un utente registrato per partecipare

Crea un account

Registrati ora, bastano due click!


Iscriviti a Svapo.it

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
    • 119 Messaggi
    • 16967 Visualizzazioni
    • 11 Messaggi
    • 1755 Visualizzazioni