ale-c

Miniguida x neosv: voltaggio, resistenze e "resa" del sistema


83 messaggi in questa discussione

Ma bravo Ale !!!
Vedi come delle cose spiegate bene e semplicemente sono utili !!
Ora so che con il volt posso svapare un tot di watt e metterci un cartom nuovo senza resistenza, ma con la potenza di un trattorino tagliaerba che intanto P= V*I e nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma......... o forse faccio ancora confusione???
hahahaha:]
Scusa la sciocchezza e il sorriso, ma grazie per le delucidazioni. Utilissimo.BRAVO.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
"traduttor non porta pena":) comunque il concetto è circa quello del trattorino, solo che la miniguida non tratta altri "problemini"...
es. se riduci troppo la resistenza è vero che aumenti la potenza, ma forse, oltre a friggersi l'atom più rapidamente (credo proprio, a buon senso, che l'usura dell'atomizzatore dipenda da quanti watt ci fai passare dentro), non è detto che la batteria ci stia dietro...
bisognerà chiedere ad utenti + esperti ma le batterie non credo possano erogare oltre un certo numero di watt... o forse possono ma rischi di danneggiarle nella migliore delle ipotesi...
discorsi ancora più complicati sono relativi a potenza e puzzi di bruciato, capacità del sistema di "alimentazione" di far affluire correttamente il liquido... ma qui non sono competente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
utilissima, spero venga imparato da molti questo concetto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Se perfezioni un pò la guida (solo a livello di traduzione, sui contenuti non mi permetto di pronunciarmi..) magari la possiamo proporre quando (e se) verrà ristrutturato il glossario e inserirla nella sezione guide.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Bravo ale-c !!! :clap:clap:clap:ok:ok:ok
la relazione tra tensione (volt), resistenza (ohm) e potenza (watt) è il concetto fondamentale alla base dello svapo !!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
 Citazione
ale-c ha scritto: batterie non credo possano erogare oltre un certo numero di watt... o forse possono ma rischi di danneggiarle nella migliore delle ipotesi...
Il massimo ottenibile da una singola batteria e' 5,2V. La vende Satiro con charger proprio. Teoricamente non c'e' limite se in un telescopico inserisci piu' delle 2 canoniche batterie 18350, 3,7(tot. 7,4V). In altro lido ho letto di un utente che ne inserisce 4 nel GGTS, arrivando a 14,8V, ma e' pura follia perche non credo che nessun atom ad alta resistenza (min 4,8) possa resistere piu' di 2 secondi. Tenete presente poi che la differenza tra lo svapo a 7,4 con atom 4,2 e' piu' o meno equivalente allo svapo a 3,7 con atom lr 1,5/1,8. Su quest'ultimo punto gli smanettoni dei BB (categoria alla quale mi onoro di appartenere) non sono perlopiu' d'accordo ed hanno in parte ragione perche' una differenza c'e', ma e' davvero impalpabile o forse solo suggestiva. Io resto cmq dell'avviso xche cambia veramente pochissimo. Anche un cartom dc lo potete tirare fino a 6V xcon miscela 80% PG e persino a 7,4 come fa qualcuno (Homer) ma avrete tiri brevissimi con hit scassagola e dopo poco vi defungeranno i cartom matematicamente (io ne ho seppelliti 4 in 2 giorni, poi ho smesso). Quanto a quel "matto" che ha assemblato un bazooka da 14,8 non riesco ad immaginare con cosa possa usarlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
ale-c,
Ottimo il tuo post. Se l'avessi letto piu' attentamento evitavo il mio (molto empirico ed approssimativco):ok

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Molto chiara aggiungerei solo questo:

un post di mc0676:

Facciamo chiarezza, da una parte ci sono i CE2 con la resistenza in alto, dall'altra gli atom tradizionali.

I primi, rispetto i secondi, generalmente necessitano, a parità di ohm, di un voltaggio di molto inferiore per funzionare. Questo essenzialmente perché non sono completamente a bagno nel liquido (come lo è un atom in dripping, per esempio) e la wick si asciuga rapidamente.

Ecco perché con i ce2 i voltaggi in genere sono molto + bassi.
Un confronto potrebbe essere:
ohm - voltaggio atom tradizionale - voltaggio CE2
1.5 - 4.0v - IMPOSSIBILE
2.0 - 4.4v - 3.4v
2.5 - 5.0v - 4.0v
3.0 - 5.4v - 4.6v

E' difficile da spiegare ma facile da capire.
Se usi un ce2 da 2.4 ohm a 6.0v ammesso che tu abbia un hardware che spinga effettivamente 6v avresti come risultato un gran puzzo di bruciato e forse romperesti pure la resistenza.

E poi io spesso parlo di 3.8v o di 4.2 ma dimentico di dire che sto usando il provari.
Però è bene dirlo, perché il provari rende sotto carico quello che tu imposti, altrimenti va in protezione.
Mentre il lavatube v1 (il v2 lo devono ancora testare, spero che sia come il provari) per esempio impostando un valore quello aveva una perdita sotto carico. Ma la perdita di carico NON è un problema, significa solo che per ottenere lo stesso voltaggio sotto carico sul provari usi 3.8v mentre sul lavatube 4.2v.

E poi non è solo quello, questi bb VV overboostano le batterie per rendere voltaggi superiori e lo fanno con elettroniche avanzate con la generazione di onde + o - quadre con frequenze diverse.

Ti consiglio di guardare su YT i vari video di PBusardo dove con tester e strumenti ad hoc ti fa capire bene questo concetto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Sarebbe utile dare una "sistemata" ai due post e inserirli in una guida del forum....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
aggiungo che anche se hai una batteria a vv non è detto che tutte le configurazioni funzionino

la ego twist ad esempio si ferma sui 10W circa il lavatube anche ha i suoi limiti di carico, il provari no

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
 Citazione
ale-c ha scritto: "traduttor non porta pena":) comunque il concetto è circa quello del trattorino, solo che la miniguida non tratta altri "problemini"...
es. se riduci troppo la resistenza è vero che aumenti la potenza, ma forse, oltre a friggersi l'atom più rapidamente (credo proprio, a buon senso, che l'usura dell'atomizzatore dipenda da quanti watt ci fai passare dentro), non è detto che la batteria ci stia dietro...
bisognerà chiedere ad utenti + esperti ma le batterie non credo possano erogare oltre un certo numero di watt... o forse possono ma rischi di danneggiarle nella migliore delle ipotesi...
discorsi ancora più complicati sono relativi a potenza e puzzi di bruciato, capacità del sistema di "alimentazione" di far affluire correttamente il liquido... ma qui non sono competente.

Effettivamente stavo per farti l'osservazione sulla batteria quando ho letto il post.
Una batteria ha un limite di Ampére, se vai oltre, o l'elettronica la protegge o la friggi. Generalmente questo valore, quando viene espresso, viene espresso in C, se sulla batteria trovi la dicitura 2C significa che questa può erogare sotto carico 2 volte il valore della capacità in Ampére. Es: batteria 1000mAh = 1Ah se 2C può erogare al massimo 2A; se V = R x I ; V = 1.5ohm (atom LR) x 2A = 3V. Questo significa che con una batteria 1000mAH 2C é assulutamente inutile provare atomizzatori LR perché tano non li reggerebbe, tantomeno chiedere ad un lavatube con una batteria di questo tipo (anche se le batterie Li-ion generalmente hanno valori di C più elevati) voltaggi più alti di 3V.
Per tornare all'esempio del trattore: inutile avere un motore da 300CV con un serbatoio da 2 litri, nemmeno si accende ;):).
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Complimenti, grazie a questa mini guida ho capito davvero tante cose :]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ma una spiegazione per dummies sul provati no? Io non ho capito... Sarebbe una batteria a cui aggiungere poi atomizzatore etc? Devo poi attaccargli il pezzo superiore della ego? Sono perso e non capisco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie anke da parte mia. Molto molto molto utili queste spiegazioni per chi come me vuole iniziare a svapare e si sta' scervellando su come e con cosa iniziare!!!!
Cosa ne dite di quelle Ego che hanno il voltaggio variabile? In pratica con la stessa batteria produci diversi tipi di voltaggio per ottenere diversi livelli di potenza con resistenza uguale ma succhiando molta piu' batteria?
Puo' esser una buona idea quindi, secondo voi iniziare con una ego vv o come diavolo la chiamano?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
 Citazione
DUCA68 ha scritto: Ma una spiegazione per dummies sul provati no? Io non ho capito... Sarebbe una batteria a cui aggiungere poi atomizzatore etc? Devo poi attaccargli il pezzo superiore della ego? Sono perso e non capisco
"provati"? Intanto si chiama "Provari" e poi usare il tasto "cerca" no? Ne trovi a valanghe spiegazioni sul "Provari)...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Quindi la ego a voltaggio variabile puo' esser un buon compromesso?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scusate l'intrusione , ma giusto per aggiungere info a riguardo ;)
Ottima spiegazione che rende un quadro completo su resistenze e voltaggi.......mi sento solo di aggiungere un particolare e cioe la vita delle resistenze....usando una r da 1.5 ohm a manetta oltre ad accorciare appunto la sua vita in quanto la temperatura sale subito e quindi soggetta a stress superiore rispetto alla stessa da 2.2 ohm o superiori.......quella da 1.5 ohm a meta vita (e qui si entra in un ginepraio) bisogna vedere di che materiali e' fatta in quanto uno stress a voltaggi alti potrebbe durante il pieno della sua vita far rilasciare sostanze (in piccolissime percentuali) dannose......e soprattutto a forza di stressare la suddetta alterare il sapore dell'eliquid che si swapa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Semplice ,chiara, assolutamente quello che ci voleva per me che sto iniziando a svagare con un vv, quindi sto procedendo bene a svapare a 3,7v su di un dctank 1,5ohm! Potenza di 9,1 watt! Potrei svapare ad un voltaggio anche inferiore avendo comunque buone prestazioni, esempio a 3,5v. Grazie per le dritte!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
ripesco il thread:
 Citazione
xandersxxx ha scritto: Facciamo chiarezza, da una parte ci sono i CE2 con la resistenza in alto, dall'altra gli atom tradizionali.
I primi, rispetto i secondi, generalmente necessitano, a parità di ohm, di un voltaggio di molto inferiore per funzionare. Questo essenzialmente perché non sono completamente a bagno nel liquido (come lo è un atom in dripping, per esempio) e la wick si asciuga rapidamente.
Ecco perché con i ce2 i voltaggi in genere sono molto + bassi.
se la wick non è completamente a bagno è un problema di wick, non c'entra nulla con il discorso dei Watt!
 Citazione
checo79 ha scritto: la ego twist ad esempio si ferma sui 10W circa il lavatube anche ha i suoi limiti di carico, il provari no
si però 10W secondo me sono ben oltre OGNI aspettativa di svapo!
 Citazione
diego.75 ha scritto: Una batteria ha un limite di Ampére, se vai oltre, o l'elettronica la protegge o la friggi. Generalmente questo valore, quando viene espresso, viene espresso in C, se sulla batteria trovi la dicitura 2C significa che questa può erogare sotto carico 2 volte il valore della capacità in Ampére. Es: batteria 1000mAh = 1Ah se 2C può erogare al massimo 2A; se V = R x I ; V = 1.5ohm (atom LR) x 2A = 3V. Questo significa che con una batteria 1000mAH 2C é assulutamente inutile provare atomizzatori LR perché tano non li reggerebbe,
un po' troppo tecnico, ma come spieghi che il mio atom ego-t ovale LR su batterie 650mAh lascia passare 1.6 ampere senza fare danni? (si surriscalda il tutto ma ancora non esplode...)
 Citazione
ilbuk ha scritto: Cosa ne dite di quelle Ego che hanno il voltaggio variabile? In pratica con la stessa batteria produci diversi tipi di voltaggio per ottenere diversi livelli di potenza con resistenza uguale ma succhiando molta piu' batteria?
Puo' esser una buona idea quindi, secondo voi iniziare con una ego vv o come diavolo la chiamano?
si, può essere 1 buona idea a patto che hai capito i fattori in gioco!
 Citazione
BIX71 ha scritto: quindi sto procedendo bene a svapare a 3,7v su di un dctank 1,5ohm! Potenza di 9,1 watt! Potrei svapare ad un voltaggio anche inferiore avendo comunque buone prestazioni
si, procedi benissimo e potresti svapare anche a voltaggio inferiore, dipende da cosa cerchi: hit, fumo, aroma...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Oddio non ho capito molto, ma agli ignoranti come me sarebbe più semplice consigliare dei voltaggi che possono andar bene per determinate resistenze ?
Ad esempio:
1,5 ohm - 3,7 V
2,0 ohm - 4,0 V
eccetera ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ottima guida, ma supponendo di ottenere lo stesso wattaggio è meglio usare resistenze basse con voltaggi bassi o resistenze alte con voltaggi alti?

Quali vantaggi danno resistenze maggiori se poi bisogna alzare il voltaggio per avere lo setsso risultato? o dove è meglio l'una o l'altra scelta...
Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
 Citazione
Roberto19 ha scritto: supponendo di ottenere lo stesso wattaggio è meglio usare resistenze basse con voltaggi bassi o resistenze alte con voltaggi alti?
supponendo di ottenere lo stesso wattaggio... è indifferente!
la potenza/soddisfazione/fumosità/hit (il gusto no perchè è + soggettivo) la danno i watt!
è indifferente come ci arrivi: con resistenze alte e voltaggi alti o con resistenze basse e voltaggi bassi.
(poi un discorso 1 po' più avanzato è la lunghezza del filo dell'atomizzatore... ma questa è altra storia, teniamoci sui concetti base per capire)
 Citazione
reil ha scritto: Oddio non ho capito molto, ma agli ignoranti come me sarebbe più semplice consigliare dei voltaggi che possono andar bene per determinate resistenze ?
Ad esempio:
1,5 ohm - 3,7 V
2,0 ohm - 4,0 V
eccetera ?
si può fare ma è molto soggettivo: io svapo a 6W di solito. questa è la potenza di svapo: da questa puoi dedurre le "accoppiate" ohm(R) volt(V) secondo la formula W= V*V/R oppure V=radice quadrata di W*R oppure R=V*V/W

esempio se vuoi svapare a 6W:
con atom da 3 ohm --> V=radice quadrata di W*R --> V=radice di 6*3 --> V = radice di 18 --> V = 4.24
quindi 3 ohm - 4.24V
con atom da 2 ohm:
2 ohm - 3.46 V

se vuoi svapare a 10W (più potenza) diventa:
3 ohm - 5.4 V
2 ohm - 4.4 V

chiaro? o ho incasinato ulteriormente le idee:D?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Io direi je sei stato limpido,cristallino. :ok detto ciò,vorrei aggiungere un ulteriore grado di complessità a questa discussione per i più già possibile foriera di confusione,sebbene nella sua semplicità molto esaustiva: la domanda che vorrei farvi è a proposito della composizione degli eliquid. più specificamente vorrei sapere se al variare delle percentuali dei componenti degli eliquid si abbiano cambiamento di resa variando la potenza ,mi spiego meglio: ho letto che variando le percentuali di pg e vg si hanno diverse rese di fumositá e resa aromatica ,c'è a questo punto una miscela ideale per ogni Potenza di Svapo? Grazie in anticipo:umpf

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Stando solo sull'elettronica, e cioe' atom e sistema di alimentazione a batteria VV vi propongo un bel grafico che spiega il miglio settaggio VOLT / OHM rispettivamente sull'asse delle X (ascisse) e asse delle Y (ordinate) esponendo i WATTS ottenuti come da formula V2 / R. In basso, vi e' un suggerimento in inglese che dice di "stare nella zona verde". La zona rossa e' da evitare perche' rischiosa, la blu non e' usata, mentre per le altre zone, queste sono possibili ma, va a gusto personale di esperenziare "strani gusti"...
Poi in mezzo a questo grafico ci sono gli eliquids e le loro composizioni a condire il panorama...
Buon divertimento !

Vaping Power Chart v. 2.0: http://i.imgur.com/Ohn8o.png

:ok:fum

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per partecipare

Devi essere un utente registrato per partecipare

Crea un account

Registrati ora, bastano due click!


Iscriviti a Svapo.it

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
    • 119 Messaggi
    • 16967 Visualizzazioni
    • 11 Messaggi
    • 1755 Visualizzazioni