ale-c

Utente
  • Numero contenuti

    2.536
  • Iscritto

  • Ultima visita

    Mai

Reputazione Forum

721 Molto buona

Su ale-c

  • Compleanno 24/02/2012
  1. Provviste TDP

    La vendita transfontaliera (anche all'interno dell'UE) viene abolita: solo acquisti in Italia da negozi o da siti internet, che come già avete visto, applicheranno la tassa su liquidi. La box forse ve la scorderete dal 2017 in avanti, quando verranno immessi sul mercato italiano (l'unico legale) solamente i prodotti conformi alla normativa, tassati a norma di legge.
  2. Provviste TDP

    Credo che ognuno debba fare due conti in base a come svapa, cosa svapa, quanti soldi è disposto a "rischiare", il livello di consapevolezza a livello di fai da te.... La mia opinione è che fare scorta sia conveniente, più o meno indipendentemente da quello che succederà, visto che comprare la nicotina concentrata in grandi quantità (e diluirla con liquidi "da farmacia"), è oggettivamente conveniente. Ma appunto non si può generalizzare... se non ti piacciono i liquidi fai da te... questo ad esempio può essere un grosso problema! te ne fai poco della scorta se poi non riuscirai ad utilizzarla con soddisfazione. Inoltre è pure una scommessa QUANTA scorta fare... io, come tanti, sono ancora a consumare nicotina acquistata più di due anni fa e già scaduta... ad oggi è utilizzabile, ma fra 1 anno o due? Altro discorso ugualmente "soggettivo" è una possibile scorta di atomizzatori/box o tubi in previsione di scenari "proibizionistici" dove verrà meno la concorrenza cinese e i prezzi saliranno o sarà più complicato trovare atomizzatori "non a norma". Anche qui è difficile ragionare su consigli validi per tutti... Io una minima scorta l'ho fatta (la vedete in foto), ma sono stabilizzato da anni su un certo tipo di svapo e in qualche modo ho sconfitto la scimmia... (che si è un po' riattivata per fare scorta appunto ) Quindi alla fine ho scritto un lungo post che non dice nulla forse è questo quello che succede quando si discute di scorte si/scorte no
  3. Tassa sui "prodotti liquidi da inalazione" 2015

    l'idea è interesante. Tu ipotizzi che si potrebbe vendere nicotina non destinata allo svapo... Il problema è che la nicotina non ha nessun altro utilizzo... a me noto. Per cosa potrebbero venderla? come insetticida?
  4. Tassa sui "prodotti liquidi da inalazione" 2015

    Certo che possono , se leggi questo topic e quello sulla TDP, cioè la nuova normativa sui tabacchi vedrai che è possibilissimo . Ho letto qua e là, non tutto. Possono volerlo fare, ma sul come la vedo difficile Verosimilmente saranno i negozi a non vendere più all'italia per non incorrere in problemi. Inoltre l'agenzia dei monopoli può chiudere i siti "illegali" (cosa che si può aggirare in via informatica). Infine io ho il sospetto che se in dogana ti aprono pacchetti contenente merce "illegale" sono dolori anche per te. Se riusciranno a rispettare le scadenze annunciate non è dato sapere, ma la dichiarazione di intenti è quella e prevede quanto detto e ridetto in questo thread. ciao ale-c
  5. in breve, a buon senso perchè non conosco il tuo setup (e perchè siamo off topic) e in ordine di importanza (per i miei setup... non so se si possa generalizzare...): - stringi bene la CLR sulla base con la batteria svitata - stringi maggiormente la vite di regolazione del liquido - aumenta la compattezza del cotone dentro all'atomizzatore - aumenta il VG (- riduci il diametro dell'avvolgimento) (forse) ciao ale-c
  6. Ciao CarloT, io rigenero le testine CLR e non farle perdere è più semplice perchè hanno una rotella che regola l'afflusso di liquido. Poi perdono anche le mie però molto poco, quasi quasi potresti portarle in tasca dei jeans (ma un po' perdono anche loro). Se non rigeneri e hai perdite importanti prova in prima battuta a stringere molto bene la testina sulla base dell'atomizzatore avendo prima svitato la batteria. Se non risolve prova ad aumentare la percentuale di VG nel liquido per renderlo più viscoso --> tende a infilarsi meno facilmente giù nel foro dell'aria. Se non sei pratico di miscelazioni liquidi puoi prendere in farmacia la Glicerina Vegetale (costa niente ma attento perchè i farmacisti sono vigliacchi... in teoria è sui 10-15 € al litro, esclusi boccetti) e ne aggiungi un po' al liquido che usi. Fai delle prove: parti da 10ml di liquido e aggiungi, che so, 1 ml di VG. poi vedi come va. La riduzione della nicotina e dell'aroma sono minimi, ma il risultato sulle perdite penso sia percepibile. ciao ale-c
  7. Ottime box, un caleidoscopio cromatico! Ma stesso atom per ogni occasione? O per aromi diversi o stesso liquido in ogni rta? Si potrebbe configurare il reato di "mono maniacalità aggravata"... gira
  8. mi sento veramente un pivello... io per sopravvivere all'arrivo della TDP ne ho prese SOLO due + 3 ego one CT (e una in arrivo da FT). ... un pivello in confronto! ciao ale-c
  9. Cosa presenterà Joyetech l'8 Marzo?

    Ipotizzo di si, e ipotizzo che l'abbiano fatto proprio per quello... Perchè la spirale non aggiunge nulla al vapore. però l'atom all'inizio dell'attivazione (soprattutto se c'è il boost e a me capita soprattutto con il cotone, che uso poco per quello) spara letteralmente dei lapilli, che spesso si vedono nelle foto delle coil in modalità macro: tipo vulcano. Ho stabilito che sono quelli che mi friggono la lingua!
  10. Cosa presenterà Joyetech l'8 Marzo?

    una cosa che sicuramente apprezzo della AIO è il driptip con dentro la spirale. Sembra una cavolata ma io spesso ho la lingua ustionata dai lapilli che spara l'atom nei primi millisecondi di accensione! Spero qualcuno imiti l'idea così mi compro i driptip senza prendere l'AIO, che se non è rigenerabile non mi interessa.
  11. Ego one mini

    Troppi input in un solo post! provo a restringere un po' il campo: parliamo di una batteria a voltaggio fisso (la ego-one mini), un filo (k 0,30) una wick (di un certo diametro). In questo speficico caso e in un sistema "teorico", più allunghi il filo (più spire a parità di wick) e più aumenta la resistenza, quindi calano i watt che passano nel filo --> minor vapore e calore. Ma puoi vederla da altre sfaccettature es. batt fissa, filo fisso (di lunghezza fissa = stessa resistenza), wick variabile: più stringi il diametro della wick e meno liquido arriva --> tanto calore e rischio di atom "in secca". Troppa wick --> poco fumo (atom "allagato") E ancora puoi cambiare filo: se a parità di tutto il resto prendi un filo più sottile avrai maggiori resistenze, minore superficie di evaporazione che, al di là dei tecnicismi, portano ad uno svapo più freddo. Diciamo per complicare ulteriormente il tutto, che ogni filo ha una "giusta" accoppiata di spire (resistenza) e diametro della wick (basta solo trovarla...) e che generalmente se si riduce il diametro del filo (e si trova la sua "giusta" accoppiata) si riduce il calore del fumo (e anche la quantità di vapore). Sul forum se cerchi (anche se è un po' difficile per via del motore di ricerca che non è granchè) troverai numerosissime testimonianze di gente che ha trovato buone "accoppiate" per lo 0,30. Parti di lì. (in seguito prova a prendere uno 0,20 o 0,25)... ciao ale-c