dodi75

Utente Plus
  • Numero contenuti

    3.054
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

1.999 Ottima

Su dodi75

Informazioni su di te

  • Città GALATINA (Lecce)

Visite recenti

6.987 visite nel profilo
  1. Gani clone - prova su strada

    E adesso ti tocca farne la recensione Dovrai fare meglio di me e @johnnymax Stesso discorso per te @cubigialli
  2. volete bannare me e @johnnymax ?
  3. Nessuno sconto per tisvapo Dai cinesi siete fortunati se trovate il totem
  4. Gani clone - prova su strada

    il mio fintato la doratura tiene, basta pulirlo con un panno morbido, gli o-ring vanno lubrificati con il silicone spray.
  5. Nuovo nel forum

    Benvenuto @carnazza.73
  6. Gani clone - prova su strada

    Seguendo l'esempio di @johnnymax ecco a voi una breve recensione di quello che, anche a mio parere è probabilmente uno dei migliori tubi clone in commercio, il Gani clone v2 2017 prodotto da Kindbright e nel mio caso acquistato da www.tisvapo.it Come il Gani originale, pesa veramente tanto, un vero proiettile per le dimensioni e la forma, ben 232 g a vuoto, con il Chuff arriviamo a 290 g, aggiungendo la batteria saliamo a 370 g, con il deck buildato sfioriamo quasi 500 g. Come per il Gani v. 1, ci sono 3 pezzi principali, il corpo del tubo, la sleeve interna e il tasto che si divide in ulteriori pezzi che non descrivo, le parti cromate del tasto, stando al venditore, sono placcate in palladio bianco. Molto ben fatto, la filettatura del 510, l'unica presente, è perfetta, così come l'interno del tubo, il mio è dorato lucido esternamente, doratura che sembra essere abbastanza solida. L'oring alla base, quello che blocca il tasto, se ben lubrificato permette la fuoriuscita del tasto stesso con estrema facilità, quindi anche nel disgraziato caso che la batteria decidesse di sfiatare questa dovrebbe essere esplusa fuori insieme al tasto grazie alla pressione dello sfiato dei gas. Questo clone, risulterebbe uno dei tubi più sicuri perché rispecchia fedelmente il meccanismo di sicurezza dell'originale. La batteria si inserisce nella sleeve e si mette con il positivo verso il 510 e il negativo sul tasto. Ma ora veniamo alla fatidica domanda: Quanto spince o spinge??? Vi lascio alla visione del mio video un po’ artigianale, mi scuso per la pessima qualità delle riprese, non sono ne esperto ne pratico nel video editing, in cui vi faccio vedere il tubo e forse la prova se effetivamente fa il suo lavoro. Un ringraziamento particolare a Gianluca Cesati, modder di Vaper's Mood, ideatore di questo tubo, perché senza di lui, questo clone non esisterebbe e a @johnnymax per l’aiuto
  7. Ciao a tutti

    Benvenuto @Lollo230
  8. Nuovo del forum

    Benvenuto @Claudiosal
  9. Oumier wasp nano bf

    Le spire spaziate dovrebbero consertire un vapore più aromatico
  10. Oumier wasp nano bf

    Usa in Ni80 24 o 26 ga che è molto simile all'acciaio
  11. Il tuo problema è la cosiddetta lingua dello svapatore, ti consiglio di usare un bel liquido mentolato per resettare le papille gustative. Succede se si utilizzano basi con molto VG. Mangia caramelle alla menta e bevi molto
  12. Oumier wasp nano bf

    ti suggerisco la build classica: parallela 5 spire spaziate punta da 3 filo SS316 26 ga @Caleb possiamo inserire la build nel primo post? grazie
  13. Coil dripper scoppietta

    Io rigenero da meno di un anno, nonostante una buona manualità, non sempre tutte le coil mi vengono perfette. L'unico modo per ottenere dei buoni risultati è sprecare un po' di filo all'inizio. La cosa più "impegnativa" resta comunque adocchiare la giusta quantità di cotone che poi determina la resa
  14. Gani clone - prova su strada

    nel pomeriggio allora
  15. Gani clone - prova su strada

    @johnnymax dici che è il caso di anticipare i valori che ho rilevato io sul V2 visto che @seven è presente?