pidonna

Utente
  • Numero contenuti

    36
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

16 Positiva

Su pidonna

  1. Coilart salt rta

    Kantal A1 6 avvolgimenti su punta da 2.5. Per la regolazione dell'aria hai sentito qualcosa? Magari è solo il mio difettoso. Se hai consigli sono sempre ben accetti
  2. Coilart salt rta

    Ok provo a buttare giù due righe di pareri personali. Premessa: cercare qualcosa di rigenerabile, dalle dimensioni di una podmod, da buttare in tasca e a prova di perdita. 1- Non riesco a trovare una buona configurazione per una resa buona. La trovo decente ma nulla di che. Preciso però che la uso con liquidi e non con sali di nicotina. 2- La regolazione dell'aria è sbilenca. Ha la possibilità di regolare l'aria a un solo foro da 0.6 mm. La tenuta del selettore purtroppo è fatta solo da un oring in basso. In base alla pressione che fai sulla ghiera di regolazione questa si sposta chiudendo più o meno i vari buchi. Mi traduco: se premo con il pollice vicino al buco dell'aria ho un tiro davvero chiuso. Se per sbaglio si muove o prende colpi il tiro si apre e non di poco, prendendo aria da sopra l'anello di regolazione. Pro: Piccolo e compatto. A prova di perdita. Facile da ricaricare e rigenerare (ho provato anche una coil verticale con cotone all'estero). Tiro molto chiuso. Contro: Poca resa aromatica con i liquidi normali. Regolazione dell'aria pessima. *sono pareri personali da un neo svapatore*
  3. Dejavu djv - hybrid mechanical mod (tubo)

    Devo dire che mi trovo davvero bene. Premessa: non ho molta esperienza con i tubi meccanici. Trovo ben riuscito il sistema per tenere la batteria salda in battuta con l'atom; evitando il rischio di sfondare la batteria avvitando eccessivamente. Archi voltaici dopo 2 settimane di utilizzo: Sul pin placcato oro le poche tracce presenti per il momento si puliscono senza problemi senza aver effettivamente intaccato il tasto. Sulla batteria si forma un cerchio leggero, l'arco quindi non viene generato in un posto fisso ma varia posizione su tutta la circonferenza del pin. Posto una foto, spero si capisca. Se richiesto proverò a scattarne altre.
  4. Coilart salt rta

    Volevo chiedere un consiglio: Con cosa lo abbinereste per ottenere una configurazione dalle dimensioni ridotte? Qualcosa da 18 mm?
  5. Dejavu djv - hybrid mechanical mod (tubo)

    Arrivato e devo dire che mi piace. Preso in preorder a 42€, lo trovo fatto bene. Purtroppo usa solo le batterie 18650. Avrei preferito la possibilità di montare le 21700 o 20700 anziché cambiare grip. Inoltre non trovo molto utile il tasto in acrilico che ti permette di vedere attraverso.. cosa? La molla o il magnete? 😂 Magari cambio idea più avanti.. Devo ancora provare il tasto a magneti, per il momento non mi dispiace la sensazione della molla.
  6. Dna250c su telaio paranormal dna75c?

    Costruendo una box per il 250c ho usato una mascherina in alluminio per il 75c. Per i bei pulsanti e lo schermo non dovresti aver problemi, io ho avuto problemi sul fissaggio. Ho dovuto tagliare a filo i 3 supporti della mascherina e fare i buchi un mm più distanti. Non so come sia la paranormal, ma se il sistema di fissaggio è sagomato sulla scheda la vedo dura. Inoltre io ho usato solo una mascherina del 75c.. in questo caso si tratta di usare una intera box. C'è spazio? Si riesce a fare poi il cablaggio? Non è una cosa che consiglierei onestamente.
  7. Vandy vape pyro v2 BF rdta

    Qualcuno ha provato la versione v2. Mi incuriosisce il sistema d'aria e mi chiedevo se cambia qualcosa a livello di resa rispetto alla prima versione.
  8. Non conosco la box e di certo ci sarà chi saprà consigliarti meglio Ho visto che della Ovale ci sono diversi modelli, a grandi linee per orientarti: - cerca di capire che tipo di tiro preferisci (se è per smettere di fumare consiglio tiro di guancia, più simile a una sigaretta.. ma è molto soggettivo) - controlla lo stadard di attacco atom-box (probabilmente è un 510) - controlla il diametro massimo che puoi montare per evitare che l'atom spunti fuori dalla box. - controlla la potenza erogata dalla box per orientarti sulla scelta dell'atom (alcuni atom sono studiati per rendere meglio a wattaggi più elevati) - all' inizio orientarti su atom con testine prefatte - più avanti potrai sperimentare anche il resto.. (atom rigenerabili, fili di diversi materiali, controllo temperatura, coil fatte in casa, alimentazione bottom feeder.. fini all'uso di mod meccaniche) Tutte queste cose richiedono tempo e esperienza, io ho ancora molto da imparare, consiglio spassionato: fai un passo alla volta
  9. Che tubo prendo?

    Non so aiutarti mi dispiace, sono abbastanza ignorante su tutto.. Però da un mesetto a questa parte ho la scimmia che grida per il tubo DEJAVU DJV. Lo si trova a 45€ in preorder. Singola 18650 chissà se è un buon tubo. Maledetta scimmia 🐒
  10. Regredisco verso le pod

    Il sono un novellino e mi considererò tale sempre. Ho iniziato con un tiro di polmone che mi soddisfa molto.. però ecco il problema. Come molti dicono smettere con le sigarette è difficile con un atom da polmoni. Dopo 3 mesi che svapavo per piacere e fumavo catrame per necessità ho provato la One max. Finalmente sono 3 settimana che non tocco una sigaretta.. la butto in tasca o in borsa. Me la rigiro in mano come una sigaretta (fumavo tabacchini e usare le mani per me fa parte del rito di dipendenza). Mi dura una giornata e mezza. Posso fumare fuori senza preoccuparmi del nuvolone stile nebbia in val Padana. Ora il punto dolente, le cartucce costano 5€ l'una con 2ml di liquido a nicotina fissa 8 o 16mg. Si riescono a ricaricare più volte per fortuna senza troppi problemi, ma la cosa mi infastidisce comunque. Consigli per una box+atomo con la quale sostituire le podmod? Piccola, da tenere in tasca, a prova di perdita, rigenerabile? Mi sento stupido Sono aperto a consigli di qualsiasi tipo.
  11. Eleaf invoke combinata con nautilus 2

    Si, quella in foto è il kit con il Gnome King. @Eneide Conta però che i miei sono solo pareri personali, se vai a leggere i post su questa box molti si lamentano. Come con la Pulse 80w, molti lamentano perdite di liquidi o problemi con il riconoscimento continuo di "new coil", io per il momento non ho avuto problemi nemmeno con questa box. (speriamo in bene) Il tutto per dire che ci sono caratteristiche standard, ma le esperienze sono personali.
  12. Eleaf invoke combinata con nautilus 2

    Ho iniziato con l'Invoke, per il prezzo al quale la trovi non è male. Molto compatta e molto molto leggera. Ho anche la Wismec gen 3 dual battery, trovata in offerta a 35€. Tra le due preferisco decisamente la Wismec come consigliato da @Masked. Su entrambe ho messo ArcticFox, a parere personale trovo la Invoke un po' smorta per quanto riguarda la spinta.. ma ripeto è solo un parere personale e magari smanettando un po' con ArticFox riesco a rimediare. Inoltre la Wismec (126gr senza pile contro i 77gr senza pile della Invoke) da un senso di solidità maggiore in mano. Ho anche la Lustro 200w della Amodus, ma per quanto mi trovi bene non la consiglierei (il prezzo mi sembra troppo alto per l'utilizzo che ne faccio).
  13. Creare liquidi

    Volevo segnalare questo tools, è comodo per calcolare le varie parti partendo dalla basetta di nicotina che si ha a disposizione. Calcolatore liquidi fai da te Spero di non fare un errore, in caso cancello subito.
  14. Creare liquidi

    Volevo fare un paio di domande: 1-uso microonde 2-realizzare aroma 1* Da stupido ho pensato bene di partire riproducendo una ricetta simile "barista brew". Nelle ricette c'era L'Espresso della Dea che trovo particolarmente acido. Copre un po' tutto il resto lasciando un sapore di fondo di caffè. Disperato, dopo 2 mesi di maturazione, prima di buttare tutto ho provato a scaldare a microonde e miscelare per mezza giornata. Così facendo il liquido è diventato decente, forse un po' troppo amalgamato. (Appena uscito dal microonde invece aveva un odore buonissimo) Detto questo, si può usare il microonde? Quando conviene usarlo? Riduce effettivamente i tempi di maturazione? Cosa si perde a usare il microonde? 2* Ho del the verde matcha e mi piacerebbe provare a tirarne fuori un liquido. Consigliate la macerazione per diversi mesi o una cottura a bagnomaria? Filtro il tutto con carta filtro da laboratorio o un panno di lino o altro? Altri conigli? PS: spero di non aver sbagliato post.
  15. Preciso che sono nuovo e che le mie considerazioni sono molto limitate. Ho praticamente iniziato con il Revvo.. mi sono trovato molto bene, soprattutto per la portabilità e la facilità nel ricaricare. Passati 2 mesi, ho iniziato con i rigenerabili. Al momento uso un Goon 1.5 drippando, un recurve montato in bf su la pulse80w e un DJV rdta. Non riesco assolutamente a tornare al Revvo, mi sembra troppo secco e mi butta fuori un sapore uniforme indipendente dal liquido. (Dico uniforme per non dire uguale, i gusti portanti sono diversi ma le note le sento tagliate) Finisco le coil per poi metterlo da parte. Può essere una discreta scelta se si cerca un muletto da portare in giro senza dover rigenerare. PS: volendo si riesce a ricotonare le coil e allungarne un po' la vita.