Zio_Tom

Utente
  • Numero contenuti

    5
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

4 Positiva

Su Zio_Tom

  1. I nostri macerati casalinghi

    Certo, posterò poi i risultati, ti dico gia che l'ho provato circa un mesetto fa,con un'altra tecnica di macerazione, e ne ero rimasto entusiasta, speziato il giusto, il lakatia si sente ma non copre,non troppo dolciastro, avevo messo anche un 10% di acqua, perchè avevo letto (mi sembra sul sito della tabaccheria) che aiuta a togliere un po il dolce dal liquido finale, per quel che mi riguarda te lo consiglio.
  2. I nostri macerati casalinghi

    ok grazie, fortuna lo hai fatto tu, perchè io non so ancora bene come fare e ora non posso piu modificare il post, comunque credo di aver capito, credo fosse perche ero da telefono e non da pc
  3. I nostri macerati casalinghi

    Giorno gente, premetto che sono entrato nel mondo svapo non da molto, ma sta storia di macerare, filtrare, mescolare, calcolare ecc ecc, mi sta intrippando non poco. È già da un po che faccio estratti da me, seguendo le guide di alkemico, ed è già da un po che vi seguo senza però condividere, ho cosi deciso di iscrivermi, perché ve lo devo dire, questo è il topic dei topic, e voi siete un portento. Ho fatto vari estratti con buoni risultati a mio avviso, tra cui kentucki, American spirit master blend, vintage syrian, lucky strike, black devil, dunhill mixture 965, limone, arancio, pompelmo liquerizia, pesca, mela. Tutti seguendo rigorosamente il secondo libro di alkemico. Ora però dopo aver visto gli ultimi sviluppi di questi topic, e gli ottimi risultati ottenuti con l'ultima tecnica, la sto provando col Dunhill 965, e mentre attendevo e controllavo le temperature mi è venuta in mente una cosa che vorrei condividere e che sarei lieto se me la commentaste. Mi incuriosiva la tecnica del sottovuoto, letta qui ed usata da...non mi ricordo..quindi se riuscissi a mettere il macerato sottovuoto, poi nel l'agitatore per 2 o 3 ore a temperatura controllata, (potrebbe bastare anche 25 gradi, che dite?), poi filtraggio con normale carta da cucina (invece del filtro 10micron), poi freezer, poi filtrazione con carta da cucina, evaporazione forzata/ventilata con successiva concreta , aggiunta glicole, riposino 48 ore ( che forse si potrebbero accorciare con una miscelazione sottovuoto a temperatura ambiente), e successiva filtrazione con talco micronizzato e carta 10 micron, si potrebbe raggiungere un buon risultato secondo voi? Non ho ancora un agitatore riscaldante ( ho solo il classico agitatore con ventola da PC), ma sto cercando di costruirlo (a bassissimo costo),nel mentre potrei ovviare cambiando l'acqua del bagnomaria, che dite? @Paolo Svaper @stefswiss
  4. Una settimana ed è già upgrade

    Io non sono un grandissimo esperto, come molti altri utenti, ma avevo il tuo stesso problema, i soldi scarseggiavano.... Sono partito con una jfog 1 (18 eurini su amazon)...dopo una settimana era ora di fare upgrade...i soldi scarseggiavano ancora ovviamente. Ho preso una wotofo nudge da 18 euro su great best, un atom druga da 23 eurini sempre dal medesimo store, con 41 euro escluse batterie e caricatore che tanto è spesa fissa ho risolto. Poi dopo una settimana ho preso glicole, glicerina, filtri, talco micronizzato, e mi faccio tutto da me....amen. Con un vecchio PC ho fatto agitatore magnetico (spesa zero).. Come partenza non mi trovo male...anzi mi sono abbastanza intrippato, che mi serve per non pensare alle bionde! Esperienza mia personale...magari ti può essere utile 🤑
  5. Giorno a tutti

    Grazie a tutti dell'accoglienza 😉
  6. Giorno a tutti

    Buon giorno forum, mi chiamo Tommy, vi seguo già da tanto, e finalmente ho deciso di iscrivermi, trovo questo forum molto completo, ben strutturato, e sopratutto pieno di ottime informazioni sull'argomento trattato, le mie congratulazioni a chi sta dietro le quinte, e a tutti gli utenti che condividono volentieri le loro esperienze/progetti...piacere di far parte della comunity 😄