sicilyintheworld

Utente
  • Numero contenuti

    9
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

5 Positiva

Su sicilyintheworld

  1. Digiflavor siren v2 22/24mm

    Grazie @mrStones. Difatti svapavo a 14 dato che provando a 10 non ricevevo molto appagamento. Ma quindi in questo caso svapando sotto i 3.70 v non sto "sottoutilizzando" la resistenza giusto?
  2. Digiflavor siren v2 22/24mm

    Finalmente ho letto TUTTE le pagine di questa discussione Mi "intrometto" nella discussione per dare il mio umile parere (un parere da neofita eh) su questo atom e per chiedere qualcosa. Mi scuso per la lunghezza in anticipo ma l'essere conciso non è mai stato il mio forte. Ho iniziato a svapare a Dicembre ma il gusto dei liquidi sintetici non mi aggradava molto, indi per cui dopo varie ricerche e grazie all'aiuto di svapatori su questo forum (alcuni dei quali hanno commentato anche in questa discussione e li ringrazio nuovamente) ho abbandonato dopo un mesetto la mia justfog entry level per comprare una box istick pico e il siren v2. Allo stesso tempo ho comprato anche i liquidi che intendevo provare, ovvero gli organici de La Tabaccheria. Purtroppo pero' per vari motivi legati al tempo a disposizione ho preferito posticipare l'ingresso nel mondo dei rigenerabili fino al mese scorso, quando ho iniziato a usare box e atom rigenerabile. La mia mancanza di esperienza e la foga di iniziare mi ha portato a fare degli sbagli che ho corretto nel tempo grazie anche all'apporto di questa discussione, che hanno migliorato di parecchio resa e parere di questo atom. Per esempio sino a ieri ho usato il 26 gauge (comprato senza consultare nessuno) anzichè il 28 che è arrivato solo stamattina e lo sto utilizzando da due orette. Per quanto riguarda l'esperienza che io ho avuto su questo atom direi che in generale potrei dare alti e bassi. Ma ripeto...molti errori li ho commessi peccando proprio di inesperienza generale nello svapo dei rigenerabili e nelle prime rigenerazioni ad minchiam. Per esempio, il liquido "pisciava" molte volte dopo la rigenerazione e (al contrario di altre esperienze lette qui) lo faceva quando il tank era pieno, mentre dalla metà al fondino non perdeva una goccia (magari qualcuno sapra' anche il perchè). Penso che il problema fosse dovuto alla cotonatura, e precisamente alla cotonatura su punta 3. Io rigeneravo il 26 gauge facendo parecchie spire (6-8) su punta 3 per arrivare vicino all'ohm, ma probabilmente non inserivo la quantita' di cotone correttamente. Stranamente le ultime rigenerazioni che ho provato con il 26 gauge sono state con punta del 2,5 e suppongo che la mia cotonatura sia stata buona, dato che non mi ha pisciato neanche una goccia. Forse rigenerare su punta da 3 non è cosi' semplice per un neofita (o semplicemente per me) su questo atom. In termini di resa aromatica anche qui ho fatto dei danni, in quanto all'inizio il gusto non era molto buono e lo sentivo un po' strano. Davo la colpa ai watt-volt e alla resistenza che forse bruciavo (ma la cambiavo praticamente ogni giorno) ma ho capito ben presto che avevo fatto una gran cavolata. Pensavo che il deck non si potesse lavare per via dell'attacco del PIN e dunque gli passavo un panno umido nella parte superiore. Secondo me stavo svapando degli scarti di lavorazione, perchè quando l'ho messo in ammollo (le altre parti ci sono finite sin dall'inizio) il sapore è migliorato e anche di molto, elimindando quel retrogusto di stantio che si formava dopo qualche ora dalla rigenerazione. Per quanto riguarda la facilita' di rigenerazione direi che è molto semplice (cotonatura a parte su punta da 3), mentre per quanto riguarda altri pezzi avrei da ridire qualcosa. Non sono un tipo molto forzuto ma nonostante cio' sono riuscito a rompere un vetro pressando nel tentativo di fissarlo alla box. Comunque, al momento la mia impressione tra il 26 e il 28 gauge è che quest'ultimo ha una resa di gran lunga migliore. Fino ad ora ho svapato solo mezzo tank con una resistenza 28 gauge (5 spire su punta da 2,5, valore ohm 0,95 - puo' essere?) ma sento molto meglio il gusto e l'hit non è regredito come pensavo. Ora dopo questo monologo arriva la domanda. Entro quali watt dovrei svapare con questo tipo di resistenza? Perchè su stem engine mi da 11 watt come limite. Puo' essere? Ma non si è sicuri entro i 4.20 v?
  3. Rigenerazione fatta male?

    Grazie a tutti per le risposte. Confesso che avevo (e ho) molte lacune su questo tema e seguire alcuni tecnicismi non è facile, quindi mi sa che dovro' studiare alcune cose Ho gia' giocato con Steam Engine ma non conosco un parametro del mio atomizzatore Siren V2, e cioe' la c.d. "leg lenght total". L'ho impostata a 3 ma non so se è corretta perchè mi sono basato sulla percezione visiva senza prendere le misure In ogni caso mi pare dunque di capire che ho comprato un filo resistivo sbagliato, ovvero il kanthal a1 26 gauge
  4. Rigenerazione fatta male?

    Ok, grazie mille per la letio Quindi se prima con una 0,95 gli davo tra i 14 e i 16 watt ora gli dovrei dare indicativamente 12-13 watt avendo montato una 0,7? Pero' i 12 watt mi danno un voltaggio di 3.03...molto lontano dal voltaggio 3.70 indicato per svapare tabaccosi. Mentre con la coil prefabbricata e montata a 0,95 ohm 14-17 watt erano nel range di 3.40 - 4.20 volt. Ecco, forse non mi è chiara questa cosa qui. Inoltre svapando oggi con questa resistenza avverto i sintomi che avvertivo quando iniziai a svapare con nicotina a 18 (ora sono calato a 6). Forse una resistenza piu' bassa mi fa "passare" piu' nicotina nel corpo e quindi sarebbe utile diminuire ulteriormente la nicotina (il che non sarebbe affatto male)?
  5. Rigenerazione fatta male?

    Si, chiaro. Pero' mi chiedevo se potevo ottenere l'ohm con questo filo resistivo a 26 gauge. Effettivamente anche per me è migliore quel tipo di resistenza li', avendola provata con lo stesso tabacco (black kavendish della tabaccheria) avverto gia' la differenza tra quando svapavo con resistenze prefabbricate (0,95) a quelle fatte da me (0,70). Inoltre non so se sto svapando correttamente. Cioe', in teoria avendo una resistenza di 0,70 dovrei dare piu' watt rispetto a quando svapo a 1 ohm, giusto?
  6. Rigenerazione fatta male?

    Quindi tu dici che devo prendere un 28 gauge? E non potrei arrivare all'ohm facendo qualche spira in piu'? Oppure...non si puo' svapare di guancia facendo una coil tra o,6 e i 0,8? Perchè proprio stamattina ho rigenerato sempre con il materiale che ho è mi è uscita una resistenza di 0,6. Pero' svapo sempre intorno ai 15 watt anche con questa resistenza bassa perchè sento molto l'hit
  7. Rigenerazione fatta male?

    Ciao raga, da circa due settimane sono passato dalla sigaretta entry-level a una piu' "advanced" che mi è stata consigliata in questo forum, ovvero una istick pico con un siren v2. Essendo un neofita ho deciso di vedere qualche video e di leggere sul forum come rigenerare. Le prime due volte ho montato le due resistenze prefatte dalla casa produttrice dell'atom, e ho svapato organici (il motivo per cui sono passato a un rigenerabile) con una resistenza di o,90 o su di li' dando un vattaggio tra 3.70 e i 4.20 (ho letto cosi' da qualche parte anche se ci sono diverse teorie che contraddicono questa "regola"). Mi pare che in termini di watt svapassi tra i 14 e i 16 (forse troppi per chi fuma tabaccosi?perchè ho visto qualche video dove si diceva di svapare questi liquidi a 12 watt max). In ogni caso mi sono trovato abbastanza bene, ma ora ho voluto provare a rigenerare da solo. Ho fatto 5 spire su punta da 2,5 con un kanthal 26 gauge e mi è uscita una resistenza di 0,75. Qui sono andato un po' in confusione per diversi motivi. Per prima cosa non sapevo che tipo di volt o watt utilizzare perchè i due indicatori sono diversi da quelli precedenti (per via della riduzione della resistenza) e non sapevo se scegliere i watt a 14-15 per esempio (con i quali mi trovavo bene anche con questa resistenza) ma che corrispondevano a voltaggio inferiore di gran lunga i 3.7, e quindi temevo di sottoutilizzare la box, o al contrario si sopravvalutarla. In ogni caso dopo due o tre ricariche di liquido mi pare di sentire che il sapore del liquido è cambiato. Quasi neutro se non quasi metallico. Forse ho bruciato la resistenza? E secondo voi come mai? Gli ho dato watt superiori o inferiori al potenziale della nuova resistenza? E' forse meglio un 28 gauge o dovevo mettere piu' spire? Ho messo troppo poco cotone? Grazie mille in anticipo
  8. Consigli a un neofita.cambiare sigaretta elettronica dopo un mese?

    Grazie mille, Ti (e vi) farò sapere come procede
  9. Consigli a un neofita.cambiare sigaretta elettronica dopo un mese?

    Si, ovviamente dovrei orchestrare un modo per "isolarla" bene dagli alimenti, o potrei anche chiedere a qualcuno di metterla in una cantina in quel periodo. Tranquillo, so che non sto maneggiando un giocattolo e usero' tutte le precauzioni possibili prima di maneggiare la base o porla da qualche parte E grazie ancora per i consigli, veramente molto utili. Penso che dovro' sfruttarti prossimamente, dato che , come l'errore, anche l'inconveniente con un nuovo aggeggio è dietro l'angolo
  10. Paura del passaggio al tiro polmonare

    Ciao. Sono un neofita quindi prendi il mio consiglio per le pinze Non mi sento di darti consigli sulle box perchè li ho chiesti per me e non saprei cosa dire ma ti posso dare dei consigli sulla nicotina forse. Ho mollato il tabacco (fumavo una dozzina al giorno di trinciato Pueblo) un mese fa e mi sono dato al justfog p14a con liquidi a Nicotina 18. Percentuale molto alta si? Probabilmente si, ma forse almeno i primissimi giorni mi è stata molto d'aiuto perchè mi ha tenuto lontano dalle puzzone (cosi' come le hanno chiamate sopra) Dopo un paio di giorni a nicotina 18 avvertivo ipertensione, euforia e giramenti di testa che quasi non avevo neanche quando a 20 anni mi facevo una cannetta con gli amici il sabato sera Era il livello di nicotina troppo alto, e quindi se da un alto non avvertivo l'esigenza delle sigarette per via della nicotina che avevo in circolo dall'altra cmq mi sarei fatto ancora qualche svapata, ma non potevo altrimenti avrei rischiato un'overdose. Quindi ho preso un liquido a 0 nicotina e l'ho mischiato per abbassare il livello, ma a capita che quando metto troppo liquido a 0 e pochissimo a 18 il corpo mi richiede nicotina. Risolvo alzando il livello di nicotina e tutto passa. Credo che per quelli come noi, che hanno una forte dipendenza da nicotina (la mia dura da 17 anni) non sia cosi' repentino abbassare il livello. Io ancora devo trovare la quadra giusta perchè a volte svapare un 14 mi va bene, mentre altre volte mi gira la testa (dipende dai vari momenti della giornata). Ma in generale nel tuo caso credo siano sintomi al contrario: stai assumendo una nicotina inferiore a quella che il tuo corpo richiede. Riconoscere l'esigenza del tuo corpo e abbassare gradualmente e senza fretta credo sia la soluzione adatta per non tornare alle bionde. Io in quest'arco di tempo ho fumato solo mezza sigaretta, offertami da un amico la notte di Capodanno tra un litro di birra e l'altro e accettata quasi per gioco...l'ho buttata a metà per via del gusto Magari cerca anche una box diversa (come stai facendo, ma forse sempre di guancia piuttosto che di polmone) e un tabacco adatto a te (per esempio considera di passare dai tabacchi sintetici a quelli organici come sto facendo io) in modo da soddisfare le tue esigenze. Alza l'hit aumentando la percentuale di GP o altri accorgimenti che potrebbero fare al caso tuo. In soldoni: cerca cosa non ti piace dello svapo e trova la soluzione (anche chiedendo) piu' adatta a te. Ce la faremo a uscire dal tunnel
  11. Consigli a un neofita.cambiare sigaretta elettronica dopo un mese?

    Ciao e grazie del consiglio. Pensavo che cmq in congelatore si preservasse di piu' la sostanza, soprattutto perchè contiene nicotina. Per quanto riguarda i progetti, purtroppo sono costretto a farli. Non per il 2020 (era un esempio) ma cmq per almeno un anno credo di voler fare delle scorte. Ma non penso di svaparmi 2 litri entro Pasqua, considerando che ora consumo intorno tra i 2 e i 4 ml al giorno Bene, mi limitero' a seguire il tuo consiglio e a non porlo nel congelatore. Pero' in Sicilia d'estate abbiamo 40 gradi e trovare un luogo fresco a asciutto non è facile Eventualmente in frigo per quel periodo? Riguardo i liquidi...si, voglio proprio arrivare a quello. Cercare un all day, uno "da battaglia" per rompere la routine del all day ma da utilizzare cmq tutto il giorno (diciamo un all day 2)., e poi qualche liquido da svapare la sera "per piacere" (a mo' di sigaro diciamo) Sulla rigenerazione...ne vedremo delle belle Sicuramente dovro' chiedere in quel thread. Nel frattempo mi porto avanti col lavoro e leggo la discussione
  12. Consigli a un neofita.cambiare sigaretta elettronica dopo un mese?

    @mrStones Si, pensavo all'acqua (quella distillata eh, non quella del rubinetto ) proprio per questo motivo. L'aspetto fondamentale che deve esserci quando svapo è l'hit, e per questo (come tu stesso hai sottolineato) devo aumentare il PG. Inoltre questo si sposa benissimo con una cosa di cui farei a meno: il sapore dolciastro (dovuto dal VG). Figurati che evitavo come la peste le sigarette dolci e i tabacchi molto aromatizzati Allo stesso modo ho avuto problemi con i liquidi pronti tabaccosi parecchio dolci o non particolarmente secchi. In ogni caso a prescindere dall'aroma dovrei ridurre VG, nicotina, e aumentare PG e (forse) acqua. Sperimentero' quando ordinero' gli aromi e mi preparero' le mie ricette con le basi che ho gia' a casa. Per il momento sto risolvendo con una specie di liquido che mi ha dato la mia compagna (mi pare si chiami "bitter" o qualcosa del genere) che riduce l'effetto della glicerina, facendo emergere quello "aspro" diciamo. Grazie anche dei consigli che mi hai dato sugli aromi e sulla batteria (oltre ovviamente al nuovo acquisto). Li prenderò in considerazione molto presto, quando faro' il prossimo ordine. Inoltre credo che dovro' leggere parecchio qui sul forum consigli su come rigenerare, cosa usare e come. Ho gia' visto manualmente come funziona e capito piu' o meno il meccanismo, ma sicuramente all'atto pratico verra' fuori qualche perplessita'. @zellus21 Grazie mille per i consigli. Si, certo. Ma alla fine spendere per una nuova box era la cosa logica in base alle opzioni che avevo. Io partivo dal presupposto che una rigenerabile costasse molto di piu'. Inoltre non facendo questo investimento avrei speso un patrimonio utilizzando coil della justfog che avrei dovuto buttare ogni due giorni praticamente e in un mese e mezzo di coil sprecate mi sarei potuto pagare questo giocattolino che ho ordinato. Anche comparando il prezzo della pico e della siren al mio consumo da tabagista, diciamo che mi è costata un mese di tabacco con cartine e filtrini. Insomma, un ottimo investimento Per quanto riguarda la preparazione dei liquidi in effetti hai ragione. Pensandoci ho gia' fatto molta fatica a smaltire quei 10 ml di 7 foglie che ho comprato in negozio...figuriamoci se devo smaltire un 100 ml di liquido che ho preparato e che non mi piace. Inoltre comprando aromi diversi e preparando poche quantita' di liquido mi permetterebbe anche di mischiarli e trovare nuovi sapori in vista di trovare gli aromi che mi soddisfano di piu'. Gia' mi sento un po' Walter White Ah, scusate ancora.... Visto che ci sono vorrei rompervi le scatole per un ultima domanda che avevo dimenticato di fare all'inizio. Ho una base di 1 litro nicotinata al 20 % e vorrei mischiarla a una base sempre da 1 litro ma a nicotina 0 per ottenerne 2 litri al 10% di nic. Vorrei mettere poi questi due litri in recipienti da 100 ml e metterli in congelatore come base di partenza diciamo, in modo tale da togliere un recipiente per volta e eventualmente tagliare e modellare poi ulteriormente parte di un liquido con PG e VG a seconda dei miei gusti futuri (punto, anche se con calma e senza strafare, a ridurre la nicotina) . Si puo' fare? La base nicotinata scade nel 2019. Non so se scongelando (faccio un esempio) nel 2020 un 100 ml di una sostanza che ho gia' "alterato" prima del processo di congelamento e poi scaduta possa essere buona, soprattutto se poi la devo "alterare" nuovamente con una nuova sostanza. Scusate ma in chimica avevo 5 (e forse il prof era anche generoso)
  13. Consigli a un neofita.cambiare sigaretta elettronica dopo un mese?

    Grazie a tutti per le risposte, siete stati veramente utili. Per quanto riguarda il livello di nicotina provvederò facendo dei liquidi di diverso dosaggio, magari aumentando il pg a 70 anche in questo tipo di box della justfog per sentire un hit sostanziale riducendo il livello di nicotina per evitare quelle conseguenze. Avrei una domanda a riguardo. Secondo voi per la justfog è utile anche una percentuale di acqua? tipo, un 50-40-10 rende meglio del 50-50? Stavo anche ipotizzando a un 60-30-10 eventualmente ma dato che non l'ho mai sentito forse non si puo' fare... Per quanto riguarda gli aromi ho intenzione di ordinare aromi di tabacco (riesco a fumare solo quelli) sintentici da utilizzare nella mia justfog che userò come muletto Avete dei consigli da darmi su questo? Tipo tabacchi della biofumo secondo voi vanno bene? Infine, vi aggiorno sull'aspetto piu' importante. Essendo comunque superintenzionato a cercare l'aroma giusto e volendo comprare gli estratti, dopo aver letto i vostri suggerimenti ho fatto delle ricerche e visto recensioni qua e là delle soluzioni che mi avete proposto e....ho preso (su gearbest) una pico 25 da abbinare ad una siren 2 da 2 ml. Ho fatto questa scelta della pico in caso piu' avanti volessi cambiare l'atom da 22 mm con uno da 25 (con la pico da 75 w non potrei farlo). Prima dei vostri interventi pensavo che una soluzione del genere costasse molto di piu'. Alla fine ho pagato 44 euro (ottimo direi), ma mi manca la batteria. Avete qualcosa da consigliarmi a tal proposito? Devo prenderla "di marca" (Sony, Panasonic)? Il VTC6 è meglio del VTC5A il quale è a sua volta migliore del VTC5? E avete ragione: qualunque investimento faccia stare lontano dalle analogiche è sempre il benvenuto Purtroppo solo ora sto iniziando a capire l'importanza dei gusti e non del sapore di bruciato, e se per ricercare un gusto "migliore" (almeno per me) significa spendere di piu' allora ne vale la pena, perchè penso che questo mi faccia allontanare dalle bionde piu' che mai. Anche secondo me l'alternanza non è una soluzione. Io da quando ho iniziato a svapare ho regalato il mio tabacco proprio per questo (notando che con l'esperienza pregressa mi stavo prendendo solo in giro sostanzialmente) e devo dire che da quando svapo non ho mai avuto l'esigenza di fumare. Cosa impossibile da pensare, perchè prima mi alzavo da tavola con l'ultimo boccone in bocca per rollare una sigaretta ed accenderla immediatamente
  14. Ciao a tutti, Sono nuovo in questo forum e questo è il mio primo post. Essendo la mia una domanda che abbraccia un po' vari "rami" ho deciso di pubblicarla in "Discussioni Generali" ma se qualche admin riconosce che non è questa la sede giusta puo' tranquillamente spostare la conversazione da qualche altra parte Inoltre dico sin da subito che non ho il dono della sintesi e, sebbene cerchero' di riassumere la mia breve esperienza con lo Svapo e di fornirvi info in modo tale da replicare alle mie domande senza dovermi (almeno spero) richiedere ulteriori info, chiedo scusa sin da subito per la lunghezza di questo post Vengo da 17 anni di tabagismo (ne ho 32) e ho fumato praticamente di tutto (sigarette e tabacco di varie marche). In questi ultimi anni (diciamo 7) ho provato varie volte a smettere ma i risultati sono stati scadenti. L'unica vittoria ottenuta è stata la riduzione dei trinciati, non andando mai cmq al di sotto delle 10-12 sigarette di "Pueblo" (un tabacco forte). Anni fa, durante un mio periodo di permanenza in Inghilterra, mi approcciai alla sigaretta elettronica comprando delle e-cig a forma di sigaretta dove si cambiava il filtro usa e getta che conteneva liquido di varia consistenza (low-medium-high), ma mollai dopo tre mesi e durante quell'arco di tempo non abbandonai completamente il trinciato (che preferivo sempre dopo i tre pasti principali). In generale, schifai quel tipo di sigaretta elettronica che non mi soddisfava (nè in termini di gusto nè in nicotina) e mi portava anche qualche controindicazione (acidità di stomaco molto presente). Ora, grazie all'evoluzione tecnologica avutasi in questo campo, ho deciso fosse il caso di smettere seriamente con le bionde e riprovare. L'illuminazione sulla via di Damasco la ebbi neanche un mese fa, mentre passeggiavo, quando ho visto un negozio di Svapo e istantaneamente ho deciso di entrare. Il ragazzo al bancone mi ha consigliato di prendere una Justfog p14a (a dire il vero potevo scegliere anche la P16 ma la rifiutai per mancanza di cash che non avevo in giro) con dei liquidi tabaccosi a 18 di nicotina, perchè - disse (dopo avermi fatto una serie di domande che variavano dalla tipologia di tabacco fumato alla quantita' giornaliera) - che dovevo iniziare con una nicotina alta per poi diminuire. Sensazioni dopo tre settimane abbondanti di Svapo? Abbastanza buone. Svapare oggi (so che per voi è banale ma per me non lo era) non è come svapare quella sigaretta elettronica fumata in Inghilterra anni fa. La vittoria è che , a parte una sigaretta accesa la notte di Capodanno mentre si era sbronzi con amici ( ma non finita perchè il sapore faceva quasi cag----) , da quel giorno non ho toccato una sigaretta e non ho mai sentito l'esigenza di farlo. D'altro canto pero' ho avuto anche qualche effetto negativo che grazie anche a questo forum ho cercato di risolvere. Alcuni di questi li sto risolvendo e in parte so gia' la soluzione ma vorrei avere conferma da voi, mentre su qualche altro ho ancora dei forti dubbi e una mancanza totale di competenza. 1) LIVELLO OTTIMALE DI NICOTINA. Non lo riesco ancora a trovare. Sin da subito mi sono accorto che 18 era un livello troppo alto: avvertivo ipertensione, in qualche caso anche eccitazione, euforia e "giramenti di testa" (roba che neanche le canne mi facevano cosi'). Ho ridotto il numero di "svapate" all'osso ma non mi piaceva svapare cosi' perchè molte volte volevo svapare (avevo l'esigenza dell'hit) ma non potevo assumere nicotina perchè il mio corpo ne era sazio e lo manifestava con i sintomi di cui sopra. Ho deciso dunque di comprare liquidi con un livello di nicotina piu' basso e ho preso tre boccette di diversa gradazione (0-8-14) per cercare di mischiarle (anche se so che mischiarle nel tank e svaparle subito non è il massimo) pere trovare al piu' presto possibile una soluzione. Non ho ancora trovato la formula adatta ma pare che il mio corpo (e la mia testa) voglia diversi gradi di nicotina in diverse parti della giornata. E' possibile? Cioè, dopo pranzo e dopo cena mi piace avere un hit sostanziale e quindi anche un 14, ma in serata e in nottata, mentre guardo un film o sorseggio birra con amici mi aggrada anche un 2 di nicotina e mi concentro piu' sul gusto e sullo svapo come attività. E' normale? Premetto che non ho ancora provato i vari livelli di nicotina e sto andando a tentoni, e forse dovrei anche considerare di aumentare il pg a 60 (ma la mia box lo permette?). 2) NATURA DEL LIQUIDO. I cinque liquidi presi al negozio dello Svapo la prima volta e poi acquistati anche su internet non mi hanno convinto piu' di tanto. L'unico che mi è piaciuto è il cbd a 0 nicotina (che ho voluto provare almeno una volta e lo usavo per mischiarlo con altri liquidi pronti e modellare la nicotina a mio piacimento) mentre altri non mi hanno convinto a pieno (toscano, malby) e altri ancora mi hanno fatto proprio schifo (ry4 e 7foglie su tutti). Inoltre, gli ultimi eventi (mi riferisco alla Vicari e alle sue modifiche) non hanno fatto altro che spingermi ad apprendere quante piu' nozioni e trovare soluzioni in breve tempo, cercando di attrezzarmi e farmi una scorta per almeno un annetto che mi permetta di assumere nicotina senza la quale temo di avere delle tentazioni dannose. Ho scelto quindi di farmi i liquidi e mi sono messo alla ricerca di aromi. Ed è tramite queste ricerche e vari blog e video su youtube che sono arrivato alla conclusione che devo cambiare sigaretta elettronica dopo neanche un mese. Ho capito che i liquidi che voglio farmi e che sono ideali per me sono organici (principalmente quelli de La Tabaccheria). Il punto è che temo che la mia Justfog p14a non sia adatta a tollerarli. Se non ho interpretato e letto male in giro sul web (e lo spero tanto) la mia resistenza si incrOsterebbe in un batter d'occhio, e dovrei cambiarne una ogni due giorni (per ora consumo interno ai 2-4ml al di'). Ho pensato di diluire i liquidi al 3 o al max al 5 %, cercando dunque di trovare un compromesso alla tolleranza della mia resistenza, ma non so fino a che punto possa resistere o fino a che punto si senta l'aroma di un liquido diluito al 3 o al 5 % su una box come la mia. Un'altra soluzione mi pare aver letto è quella di cambiare atomizzatore o addirittura il tank, passando a un sistema rigenerabile. Ma applicata al mio caso, questo implicherebbe il fatto che dovrei cambiare anche la box? Perchè a parte la rottura di scatole nell'apprendere come si cambia la resistenza (che avevo pensato di fare dopo mesi e non dopo 20 giorni) ci sarebbe anche l'investimento praticamente buttato invano in una box utilizzata pochissimo, oltre al fatto di aver investito in basi nicotinate e aromi che poi non si sposano cmq nella tua justfog. Insomma, date un consiglio a un neofita che non vuole tornare a fumare a combustione. Grazie in anticipo e scusate ancora per la lunghezza del post
  15. Presentazione

    Grazie a tutti