Andrea.Pelach

Utente
  • Numero contenuti

    1.155
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di Andrea.Pelach

  1. Consiglio per iniziare

    Ti ringrazio per la citazione! @Hnera Per il cloud serve una dual battery, però se non vuoi ingombro puoi partire con qualcosa da Flavour che è una via di mezzo tra mtl e dtl. In questo caso ti consiglio tesla wye85W e Serpent smm
  2. Goon v1.5

    Non fa per me mettermi a lucidare anche gli rda
  3. Goon v1.5

    Mi hai appena spezzato il cuore 😭 Quindi il "rose gold" è scritto così per ingannare... Maledetti loro! Ma che caz...li fanno a fare gli atom di rame e ottone
  4. Goon v1.5

    Salve ragazzi, sarei interessato alla versione "rose gold" però ho un dubbio, con che materiale è costruito? È in acciaio e poi verniciato in stile "copper" oppure è come il suo predecessore e è costruito interamente in rame? Grazie mille!
  5. Sourcemore: opinioni e consigli

    Di niente, se hai bisogno di altro chiedi pure
  6. Sourcemore: opinioni e consigli

    @Brios bene qui trovi tutte le informazioni a riguardo. Per fare un breve riassunto: spedizione 5/6$ e consegna in 9-14giorni con la Italyexpress. Problemi di dogana non ne ho mai avuti fino ad adesso.
  7. Voopoo drag 2/mini

    Ti cito nel topic di sourcemore, lì trovi tutto.
  8. Voopoo drag 2/mini

    La trovi sui vari shop cinesi, se vai indietro di una o due pagine nella mia recensione ho lasciato il link di sourcemore. Se vuoi prendere un TFV8 prendi il Big Baby e non il baby...
  9. Sourcemore: opinioni e consigli

    Non so se i nostri pacchi hanno viaggiato insieme, ma il mio dovrebbe essere partito oggi da parma, dopo 7 giorni in attesa alla dogana. Magari si è mosso anche il tuo
  10. Sourcemore: opinioni e consigli

    Non so quello che dichiarano, ma io non ho mai avuto da pagare
  11. Sourcemore: opinioni e consigli

    Se non sbaglio dovresti essere nella fase "parcel arrived at the airport"; da questo momento c'è uno stallo che di solito va dai 4 ai 6 giorni, poi il pacco magicamente arriva a parma e da lì lo smistano
  12. Ryujin elder dragon RDA BF by wotofo

    Come atom mi ha sempre incuriosito, appena posso vedrò di provarlo
  13. Ryujin elder dragon RDA BF by wotofo

    Si Wotofo ha imboccato la strada giusta, la semplicità ripaga. Questo elder dragon nel complesso è un buon prodotto ma (come detto sopra) mi sarei aspettato qualcosa di più dalla resa aromatica, è nella media. Il profile purtroppo non l'ho provato ma tutti ne parlano un gran bene.
  14. Tesla wye 85w box mod

    @DottorStrano Non saprei come aiutarti...l'unica cosa che mi viene in mente di provare con un detersivo tipo l'omino bianco, ovviamente senza abbondare e stando attento al circuito. @calzone74 a me sta box mi piace di brutto, poi credo che l'erogazione aggressiva la possa ottenere anche con questa, basta mettere la modalità hard
  15. Ryujin elder dragon RDA BF by wotofo

    Ciao ragazzi, eccomi con una nuova recensione, oggi vi parlerò di un atom bf mandatomi da WOTOFO (che ringrazio), il RYUJIN ELDER DRAGON RDA, disegnato e progettato insieme allo youtuber giapponese Ryusei Sakaue. Questo RDA si distingue da tutti gli altri per la sua forma che ricorda una pagoda e per il suo airflow ad “X”. A me è stato mandato in colorazione blu ma è disponibile anche in altre varianti: Il packaging è quello classico di Wotofo caratterizzato dai colori nero e verde con un’ampia finestra nella parte frontale che ci consente di vedere l’atom, ai lati e sul retro abbiamo le avvertenze sul prodotto, il contenuto, lo “scratch and check” per l’originalità del prodotto ed i marchi CE/smaltimento. Wotofo anche questa volta si conferma formidabile nella dotazione di spare parts, che includono: 1*adattatore drip tip 510 1*drip tip 810 frosted black 1*tool per tagliare le leg delle coil 1*cacciavite a stella 1*allen key 2*tri core fused clapton Ni80 26*38 su punta da 3 1*Wotofo cotton 1*pin non bf 1*manuale utente vari oring e viti sostitutive Vediamo adesso le caratteristiche generali, l’atom è un 22*30mm costruito in acciaio, con deck single coil e progettato per essere usato in bottom feader. Di serie monta un pin bf placcato oro 24k abbastanza sporgente così da essere usato su sistemi con attacco ibrido in piena sicurezza. All’interno della campana sono presenti due dentini che si incastrano col deck facilitando avvitamento e svitamento dell’atom, oltre che a dare un fine corsa alla regolazione dell’aria. Per quanto riguarda la rigenerazione si avvicina molto al Recurve e del Serpent elevate; anche in questo caso abbiamo un deck sigle coil di tipo “postless”. Il deck ha due generose vasche per contenere liquido e/o cotone. Alla base abbiamo 4 fori per fissare le leg coil, per poter girare le resistenze sia in senso orario che antiorario. La rigenerazione è estremamente semplice; si prende la coil, la si inserisce nel apposito tool per regolare la lunghezza delle leg, si mette in posizione e si serra il tutto. Il posizionamento della coil è facilitata dalla presenza di due scassi che servono a mantenere dritta la resistenza durante il fissaggio. Queste due insenature hanno anche un secondo scopo, quello di facilitare il posizionamento del cotone. La resa aromatica l’ho trovata buona ma solo con i cremosi, con i fruttati ho notato che fa molto fatica e tende sempre a far uscire la nota cremosa. Le coil in dotazione sono delletri core fused clapton Ni80 26*38 su punta da 3 da circa 0.16Ohm, con queste il vapore è umido e caldo il giusto. La produzione di vapore è abbondate già a bassi wattaggi. Anche se la resa è buona mi aspettavo di più da questo rda visti i passi avanti fatti da Wotofo con gli ultimi atom; lo colloco nella media degli altri rda di questa fascia. Parliamo adesso di airflow, elemento caratterizzante di questo Elder Dragon. L’aria entra da due “collettori” (leggermente inclinati verso il basso) formati da 2 asole da 2mm ciascuno; il giro d’aria che si crea è del tutto particolare, questa è incanalata dai collettori al centro dell’atom colpendo la coil sia lateralmente sia nella parte bassa, per poi risalire verso il tip. Eccoci infine arrivati ai miei pareri personali, che ne penso di questo atom? Partiamo da quello che secondo me è l’unico vero aspetto negativo; l’estetica non mi piace e spero che facciano un cap sostitutivo per renderlo più gradevole, come hanno fatto per il Recurve. L’atom è per costruzione “leak proof” (a prova di perdite), però il metodo di squonk così progettato fa si che il liquido entri nei canali dell’aria ed alcune volte durante la svapata mi è capitato di bere qualche goccia di liquido, niente di eccessivo ma ho comunque preferito utilizzare l’rda in dripping e non in bf. Per gli altri aspetti l’atom è promosso, è semplicissimo da rigenerare, fa un treno di vapore già a bassi wattaggi ed aromaticamente mi ha soddisfatto con i cremosi. PRO: Facilità di rigenerazione Buon aroma con i cremosi Grande produzione di vapore CONTRO: Non l’ho gradito l’estetica Per concludere ci tengo a ringraziare WOTOFO per avermi messo a disposizione questo atom, anche per questa recensione è tutto se avete domande non esitate a chiedere.
  16. Artery - baton kit

    Ciao ragazzi, eccomi con una nuova recensione, oggi vi parlerò di un nuovo kit che mi è stato mandato da ARTERY (che ringrazio), il BATON KIT, una “vape pen” da cloud che può montare anche celle 21700. In questo caso mi è stata mandata quella di colore viola e blu ma è disponibile anche in altre varianti: Il packaging è molto semplice, si limita ad una scatola bianca con una finestra nella parte frontale che fa intravedere il kit; ai lati e sul retro abbiamo le avvertenze, lo “scratch and check” per l’originalità del prodotto e i marchi CE e smaltimento. All’ interno troviamo manualistica e spare parts, per l’esattezza: 2*manuale utente mod ed atom 1*carta di garanzia 1*carta di qualità del prodotto 1*coil sostitutiva 1*bubble tank 1*adattatore celle 18650 Oring vari BATON MOD Il BATON MOD è un tubo costruito in ottone con rivestimento in lega di alluminio micro palinato dall' effetto opaco; le misure sono 27*93.2mm, all’altezza dell’attacco 510 c’è un piccolo restringimento (per intendersi ha una forma simil Gani), è comunque possibile montare comodamente atom fino ai 25mm. Il tubo monta celle 21700/20700 e con l’apposito adattatore anche le 18650. Essendo una mod da cloud; anche se circuitata, ARTERY consiglia di utilizzare solo batterie con una scarica continua maggiore di 20A. Tramite la presa USB è possibile ricaricare le celle, il mio consiglio però è quello di utilizzare un caricatore esterno per allungare la vita delle celle. Un difetto riscontrato è che le batterie devo essere inserite col polo negativo verso il basso e i fori di sfiato sono in corrispondenza del tasto, quindi inutili in caso di sfiato della cella; ad ogni modo il tubo è dotato di un chip che deve evitare questi inconvenienti. Il chip lavora in modalità Bypass (eroga W in base alla resistenza che si andrà a montare), legge resistenze che vanno da 0.1 a 3 Ohm e ha un output voltage da 3.0 a 4.2V; è dotato di alcune protezioni: La mod ha di due piccoli led ai lati del tasto che indicano lo stato di carica delle batterie: Led Verde: carica > 70% Led Giallo: carica dal 30 al 70% Led Rosso: carica <30% HIVE S - Tank Parliamo adesso dal tank, costruito in alluminio e misura 24.5*40mm; la capacità è di 2ml e può essere aumentata fino a 3 ml con l’utilizzo del bubble tank. La ricarica si effettua da due grandi asole alle quali si accede svitando il top cap. Per essere quasi un 25mm l’autonomia è un po’ scarsa mi sarei aspettato almeno 3,5ml col vetro pyrex standard; in qualche modo questo difetto è attenuato dai consumi sotto la media. L’atom in versione esplosa presenta i seguenti pezzi: Deck Coil Vetro pyrex Cap Top cap Drip tip 810 Le coil sono delle prefatte in mesh da 0.3 Ohm, indicate per un range di 30-50W. Come per la Pal II anche qui le resistenze non sono formate da semplice cotone, ma da un nuovo trovato di casa ARTERY un misto di “wood pulp and cotton” ovvero polpa di legno e cotone che promettono una lunga durata, velocità di assorbimento e tanta resa aromatica. Direi che con questa scoperta hanno fatto centro alla grande, le coil hanno un ottimo aroma, voto 8.5. Il vapore prodotto è abbondante e umido, assicurando una svapata soddisfacente. L’aria entra nel tank da due asole contrapposte regolate da una ghiera. Il tiro anche se è da cloud è abbastanza contrastato ed oppone la giusta resistenza. Eccoci infine arrivati ai pareri personali, che ne penso di questo BATON KIT? Lo reputo un otimo kit entry level per lo svapatore che si vuole avvicinare al cloud ed al mondo dei tubi semi meccanici, tralasciando la mia colorazione viola e blu lo considero molto bello e mi piace molto anche la sua forma che facilità la tenuta. Il tiro è un po’ rumoroso ma non fastidioso, poi essendo un atom da cluod il rumore è fisiologico. Il chip gestisce in modo corretto le celle e funziona correttamente, ho provato anche alcune protezioni come il cut off ed inversione della cella e non ho avuto problemi. Per finire come dimenticare la resa aromatica superba e la completa assenza di perdite, gorgogliamenti e condensa. PRO: Ottimo aroma Facilità di utilizzo Consumi sotto la media CONTRO: Scarsa capacità di liquido Per concludere ci tengo a ringraziare ancora una volta ARTERY per avermi messo a disposizione questo BATON KIT. Se avete domande non esitate a chiedere.
  17. Nuovi liquidi king liquid la smorfia

    Mah non credo proprio, semmai dagli un assaggio di tanto in tanto
  18. Nuovi liquidi king liquid la smorfia

    I produttori dicono 24/48h io ti consiglio di tenerli a maturare almeno 10 giorni
  19. Artery pal 2 - pod mod

    Ciao ragazzi, eccomi con una nuova recensione, oggi vi parlerò di una nuova pod mod che mi è stata mandata da ARTERY , che ringrazio, la PAL II realizzata con la collaborazione del noto youtuber Tony B. A me è stata inviata di colore gun metal ma è disponibile anche in altre colorazioni: Il packaging consiste in una semplice scatola bianca con una finestra nella parte frontale che fa intravedere il prodotto, ai lati e sul retro invece abbiamo le avvertenze, lo “scratch and check” per l’originalità del prodotto ed i marchi CE e smaltimento. All’interno della scatola abbiamo i manuali e le spare parts, nello specifico: 1*manuale utente 1*certificato di garanzia 1*certificato di qualità 1*cavo usb per ricarica 1*coil sostituitiva da 1.2 Ohm vari oring e tappo per la cartuccia La Pal II è una pod mod che si basa sul metodo AIO (All In One) kit che contraddistingue il brand “PAL”. Rientrando nella categoria delle pod mod le dimensioni sono esigue, infatti misura 43*17*83mm, il corpo è costruito in alluminio che gli conferisce leggerezza ma allo stesso tempo solidità. La batteria ha una capacità di 1000Mha che consente di coprire tutto l’arco della giornata, ricordandosi comunque che le pod mod non sono state pensate per un utilizzo continuo ma per un uso sporadico. Una cosa che ho apprezzato è la possibilità di svapare mentre la mod è in ricarica. Lo stato di carica ci viene indicato da un led che può assumere tre colorazioni: blu: 100-50% di carica viola: 50-15% di carica rosso: 15-5% di carica Il circuito lavora in modalità bypass ed è dotato di alcuni sistemi di sicurezza: protezione da corti e surriscaldamento protezione da batteria in sovraccarico cut off ad 8 secondi La Pal II è dotata di un sistema di cartucce con coil prefatte ed intercambiabili, la capacità di liquido è di 2ml per la versione in TPD. Una cosa che non mi è piaciuta delle cartucce è che queste essendo di colore grigio scuro non consentono di vedere il livello del liquido, quindi per controllarlo ogni volta si deve estrarre la cartuccia e metterla contro sole. Due sono le tipologie di coil utilizzabili: Mesh coil da 0.6Ohm da utilizzare dai 15 ai 23W per un tiro di guancia aperto per un buon flavour ed una buona produzione di vapore. Artery consiglia un utilizzo di liquidi con il 70% di VG ed un massimo di 8mg di nicotina. Coil a filo singolo da 1.2Ohm da utilizzare tra i 7 e i 12W per uno svapo di guancia puro. Artery consiglia un utilizzo di liquidi con dal 50 al 70% di VG ed un massimo di 20mg. Le resistenze sono realizzate in kanthal A1 e progettate per essere usate anche con liquidi ai Sali di nicotina. Il materiale che vaporizza il liquido non è solo cotone ma è un nuovo trovato di casa ARTERY, un composto di “wood pulp and cotton” ovvero polpa di legno e cotone. Questo nuovo materiale si presenta come un tessuto a filamenti intrecciati che consente una migliore facilità di assorbimento ed un aroma migliore; e devo dire che hanno centrato in pieno il punto; aroma voto 8.5. Una cosa che ho apprezzato è che le cartucce di ARTERY sono compatibili con le coil della Aspire Spryte, facilmente reperibili in tutti gli shop fisici e online. L’aria entra nella box attraverso due piccole asole poste sul fianco della mod e che va a colpire la coil dal basso passando dalla ghiera di regolazione avvitata alla resistenza. Pur potendo parzializzare l’airflow il tiro rimane sempre molto aperto e se si vuole ottone un tiro da guancia si è costretti a chiudere quasi totalmente l’afflusso, ma questo andrà ad influire negativamente sull’aroma ma anche sul vapore che diventerà molto caldo. Eccoci infine arrivati ai miei pareri personali, che ne penso di questa pod mod? Questa nuovo AIO kit di casa ARTERY è una rivisitazione della amata PAL I, si sono soltanto limitati a ridurre le dimensioni ed a sostituire il boro tank con una cartuccia, in vero stile pod mod e ci sono riusciti alla grande. Il tiro da “restricted flavour” mi è piaciuto molto e l’ho trovato particolarmente adatto per liquidi fruttati, il mio amato Pinkman qui si sente alla perfezione, soprattutto con la mesh coil. Durante l'utilizzo non ho riscontrato nessuna perdita di liquido o condensa all'interno dello sportellino. Lo reputo un ottimo prodotto, le rifiniture sono eseguite bene, lo sportellino è correttamente incassato ed è tenuto fermo da due magneti. L’unica cosa che non mi è piaciuta della parte estetica è il drip tip, per due motivi, il primo perchè è un tutt'uno con la cartuccia e secondo per la sua forma schiacciata, anche se risulta essere molto comodo. PRO: Ottimo aroma Ergonomica Dimensioni ridotte CONTRO: Difficile ottenere un tiro da MTL Anche per questa recensione è tutto, ci tengo a ringraziare ancora una volta ARTERY per avermi messo a disposizione questa pod, per altre domande non esitate a chiedere.
  20. Artery pal 2 - pod mod

    Direi per fortuna Più o meno 5 coil vengono 15€
  21. Artery pal 2 - pod mod

    Da quanto ho letto vanno bene solo quello di artery e dalla spryte. Le coil di Artery e di Aspire le trovi su Amazon ✌️
  22. Artery pal 2 - pod mod

    Figurati son qui per questo, io ho messo su del pinkman 70/30 e non ho mai avuto problemi di secca, né con la 0.6 né con la 1.2 (anche se Artery dice che andrebbe usata con i 50/50).
  23. Artery pal 2 - pod mod

    Con un utilizzo continuo metà giornata ce la fai in particolar modo con le coil da 1.2ohm. Ad ogni modo se ti porti dietro anche un piccolo powerbank la ricarichi in brevissimo tempo. Le coil son minuscole ma se ti ci metti qualcosa la tiri fuori, io ancora non ho provato... prima o poi proverò
  24. Artery pal 2 - pod mod

    Grazie Andrè! Non ho una minifit però mi sembrano due prodotti abbastanza diversi anche se ideati per il medesimo scopo.
  25. Wotofo serpent elevate RTA

    Allora come non detto