Nicolasan

Utente
  • Numero contenuti

    1.075
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

771 Molto buona

3 Seguaci

Su Nicolasan

  • Compleanno 24/03/2014

Visite recenti

3.901 visite nel profilo
  1. The skyline RTA by esg

    Manch’e cane! combatto per non raggiunger i plus!
  2. The skyline RTA by esg

    @Scabros sui soliti noti mi sembra di aver letto di utenti che avevano trovato un tank pc. Io ho l’originale ed il tank in brosilicato non l’ho mai rotto (ma gli o-ring sono perfetti)... per un periodo ne avevo un secondo (sempre originale, venduto ad @ino 59) che usavo con il tank in ultem (leggermente più capiente).
  3. The skyline RTA by esg

    @Rici io di tank ne ho fatti almeno 500... non ho mai rotto un vetro! Che premio mi date?
  4. Dna q&a 2.0 (75c 250c)

    Scusa l’intromissione... pensavo che trovandoci nella discussione relativa ad i dna, le tue complex fossero studiate per un’ottimizzazione in modalità termocontrollata. Sono sbadato e finisco per steccare sempre in VW bruciando il cotone!!!
  5. Dna q&a 2.0 (75c 250c)

    @Waffohm i fili di zivipf vanno bene? e quelli di crazy wire? Mi trovo benissimo con l’inowire, tu lo hai provato? Dove posso acquistare il wire che utilizzare per realizzare le tue coil? Qual’è il suo tcr? Fornisci .csv per poterle utilizzare con i dna? Quando mi vendono coil prefatte, come faccio a riconoscere se il wire utilizzato sia cinese o meno? Esistono complex in commercio con certificazioni dei materiali utilizzati, datasheet del materiale stesso e marchio ce?
  6. The skyline RTA by esg

    parallel a 4 fili di ka1 awg32 (0.20mm)
  7. Karma by sharing lab

    Avevo letto di tutto di più sulle microcoil... e non le usavo. Negli ultimi mesi le sto adoperando spesso e non noto coil che ‘durano’ di meno. Considera peró che ho abbassato i wattaggi e faccio tiri più corti. Avevo i tuoi stessi problemi con i bf... ci ho messo tempo... quasi un anno... poi, boh, a furia di usarli mi sono abituato... e squonko senza pensarci! Di sicuro il Karma, in bf, presenta qualche difficoltà in più di altri dripper, per una alimentazione ottimale e corretta.
  8. The skyline RTA by esg

    Senza airdisk lo sentivo strano... preferivo usare l’asola grande... gli airdisk li ho quasi tutti (originali... 7 euro l’uno mi pare... pazzo sono!)... se ti piace procurati il set completo... mi sembra costasse poco! Dimenticavo... quelli a 3 fori secondo me hanno una marcia in più... le due asole alla base usale solo per bilanciare il tiro! (Ma scordati la morbidezza del supersonic!)
  9. Karma by sharing lab

    Con il Karma: mezza boccetta da 6ml (non riempita fino all’orlo) per gli aromi più impestanti e tutta per quelli più gentili con le coil. Riguardo ai sapori forti... credo di essermi abituato... li ricerco proprio State alla larga dal Reaper... quello, all’inizio, sì che mi asfaltava le papille @TTTommm strano! Prova ad utilizzare fili più spessi ed abbassare l’hf ed avere coil entro il raggio d’azione del flusso d’aria... magari azzarda anche qualche microcoil.
  10. The skyline RTA by esg

    Bisognerebbe capire quali airdisk hai... con i 3 fori da 1mm il tiro è chiusetto... se lo percepisci ancora aperto, credo che o hai mal piazzato l’airdisk (sull’originale deve fare click ed arrivi a filo asola) oppure c’è qualche spiffero. Il mio airdisk preferito era 1.8x3mm: un flavor medio... come ariosità leggermente più contrastato di uno hussar rda... simile ad un concorde... forse il supersonic è più aperto. P.s. tende ad addolcire... ed ha poco hit... con le parallel da il meglio di se... questa la miglior coil che ricordo... ma non la facevo spesso perché rognosetta. Awg32 l’airdisk mi sembra fosse proprio il 3 fori da 1.8mm in alternativa prova 3fili di 0.25 o 2 di 0.30 o awg28 Non vuole troppi watt... resterei tra i 20 ed i 40 (ma è proprio il limite) Prima o poi lo riprendo... è da un po’ che non ci gioco!
  11. Dna q&a 2.0 (75c 250c)

    In tc uso il vandyvape, greekvape (ma hanno wrap troppo grossi... errori di gioventù... ma vanno!), i coilology (forse i miei preferiti), e quelli di zivipf. Compro il rocchetto e faccio la coil che voglio sull’atom che voglio. in dual coil le uso solo in VW Uso queste coil anche con altre board (yihi, dicodes, elaf, tesla)... funzionano anche se tra una board ed un’altra devi giocare un po’ con la temperatura. dual coil con fili semplici e microcoil (complex e non). Uso un po’ di tutto come materiali ma alla fine quelli che uso più spesso è L’ss316l di zivipf (tcr100 con le altre board, curva se per dna). Ovvio che a seconda del tc precision della coil avremo risultati migliori e più accurati ma... funziona comunque sufficientemente bene per evitare bruciature del cotone e steccate. Con la mesh non ci ho ancora provato! Coil artigianali ho provato le coil’s club ma il mio palato non è riuscito a percepire risultati migliori di quelli ottenuti con i fili che ho citato prima. Se riesco ad organizzarmi con tempo/spazio mi piacerebbe iniziare ad arrotolarmele da me!
  12. Dna q&a 2.0 (75c 250c)

    Che bello leggere di vaper che si dilettano con il vaping termocontrollato con soddisfazione! Non ricordo chi lamentava scarsa durata cella nel 75c contro 75. Più o meno siamo lì. Verifficato il cut off? La cella stacca agli stessi V del 75? verificato se i mAh son calati drasticamente? Fai un po’ di ricerche, gioca con il cut off, carica una curva di scarica specifica o meglio ancora fai il test della cella che usi e carica quella curva. Quest’ultima cosa mi son sempre rifiutato di farla perchè uso tipologie di celle diverse a seconda dell’atom/coil in uso e ne ho un paio di dozzine in rotazione! Uso ancora delle mitiche 25R di almeno 3 anni!
  13. Spica pro mtl RTA

    @TTTommm forse con il ‘ceneroso’ non va d’accordo. Lo vedo meglio con gusti che tendono al dolce: Virginia, AB... il BC non mi ha fatto impazzire ma non mi è piaciuto tanto (l’ho comunque finito ) su tutti gli atom dove l’ho provato. La regolazione della campana influenza la percezione dell’hit... sull’aroma fa poco... forse... se faccio qualche tentativo con lo 0.20/0.25 e coil da 1.5mm potrebbe cambiar qualcosa... ma con gli estratti/macerati i fili sottili sono un incubo. Trovando un sintetico con cui renda bene, potrebbe avere un senso... ma dovrei inevitabilmente aumentare la nico! Mi ritrovo abbastanza in quel che ha scritto @Rici: a differenza sua, noto che l’aroma migliori aumentando il numero di spire. Ma l’aumento della superficie di vaporizzazione è un mio pallino del momento... potrei autocondizionarmi :). Approfondiró facendo qualche ulteriore prova appena avró la voglia di farlo.
  14. Karma by sharing lab

    @TTTommm in questo periodo sto usando molto il Kentucky vc (al 10%) ed oltre a sporcare molto (il cotone diventa nero) anche la resa cala piuttosto velocemente. Riguardo al discorso rta/rda, invece, io con i primi faccio in media qualche ml in meno. Perchè? il problema di molti estratti/macerati è quel retrogusto che rilascia il cotone (simile ad un filtro di paglia usato) dopo un certo periodo di utilizzo. Quest’ultimo è molto più invadente (a seconda del liquido usato) quando la coil non è irrorata in abbondanza. Nei tank è molto più complicato tener sotto controllo quest’aspetto e risulta piuttosto difficile (forse impossibile) far lavorare costantemente la coil quasi ‘annegata’... cosa che invece è molto più semplice controllare con i dripper.
  15. Spica pro mtl RTA

    L’unica cosa che posso dirti è di provarlo con liquidi diversi (l’ab quello con cui mi è piaciuto di più... male con i latakiosi... avevo quasi tutto in maturazione quest’estate) ed abbassare la coil all’inverosimile: coil da 2 con spire nemmeno tanto strette e parte alta coil quasi al livello delle viti... Tiro lungo, intenso ed inalazione diretta. Non mi sorprende che non piaccia. Son sempre dispiaciuto quando leggo di acquisti sbagliati... a prescindere dalla somma, soprattutto se ho scritto anche qualcosa su quel prodotto. Non a caso cerco di metter sempre in guardia dagli aspetti che potrebbero far storcere il naso.