TTTommm

Scheda degustazione tabacchi organici


187 messaggi in questa discussione

Mi pare che "sentore" sia più collegato all'olfatto e a sensazioni che non hanno a che fare con l'apparato gustativo, almeno così mi è apparso leggendo il dizionario e qualche frase correlata, forse occorre sostituire il termine.

 

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
1 hour ago, Rici said:

Mi pare che "sentore" sia più collegato all'olfatto e a sensazioni che non hanno a che fare con l'apparato gustativo, almeno così mi è apparso leggendo il dizionario e qualche frase correlata, forse occorre sostituire il termine.

 

Sì effettivamente non dici una cosa sbagliata, e le definizioni le ho messe giù un po' così come sono state scritte perchè non andassero "perse", ma qui si apre un capitolo mica da ridere: quelli che percepiamo con lo svapo sono sensazioni gustative linguali, palatali o sensazioni odorose che stimolano i recettori dei seni nasali e delle narici?

Con la lingua percepiamo "sapori", ma sono dolce, acido, salato, amaro e umami. I recettori li abbiamo per quelli. Già il piccante è un sapore ma i suoi recettori sono nel palato.

I sentori sono effettivamente odori, e con i recettori posti nei seni nasali e nelle narici percepiamo l'affumicato, il legnoso, l'erbaceo il cuoio, il balsamico e altri che effettivamente sono più odori che sapori. E soprattutto in esalazione una parte del vapore non trascurabile per le narici ed i seni nasali ci passa, anche se sbuffiamo con la bocca.

In effetti ho dato una quarantina di esami di medicina e chirurgia ma poi ho mollato, quindi non avrò mai la cultura di un medico, ma la scheda che ha trovato @pierlu78 mi sembra molto accurata per quanto riguarda la nostra fisiologia.

Qui si rischia di incammelarci in discorsi profondamente OT e poco utili, e sicuramente il glossario merita un lessico accurato anche se sintetico, ma rispetto ad alcuni aggettivi la parola "sentore" potrebbe essere accurata.

Scheda-Degustazione-Sigari-Trad.-Toscana.pdf

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
4 ore fa, TTTommm ha scritto:

Sì effettivamente non dici una cosa sbagliata, e le definizioni le ho messe giù un po' così come sono state scritte perchè non andassero "perse", ma qui si apre un capitolo mica da ridere: quelli che percepiamo con lo svapo sono sensazioni gustative linguali, palatali o sensazioni odorose che stimolano i recettori dei seni nasali e delle narici?

Con la lingua percepiamo "sapori", ma sono dolce, acido, salato, amaro e umami. I recettori li abbiamo per quelli. Già il piccante è un sapore ma i suoi recettori sono nel palato.

I sentori sono effettivamente odori, e con i recettori posti nei seni nasali e nelle narici percepiamo l'affumicato, il legnoso, l'erbaceo il cuoio, il balsamico e altri che effettivamente sono più odori che sapori. E soprattutto in esalazione una parte del vapore non trascurabile per le narici ed i seni nasali ci passa, anche se sbuffiamo con la bocca.

In effetti ho dato una quarantina di esami di medicina e chirurgia ma poi ho mollato, quindi non avrò mai la cultura di un medico, ma la scheda che ha trovato @pierlu78 mi sembra molto accurata per quanto riguarda la nostra fisiologia.

Qui si rischia di incammelarci in discorsi profondamente OT e poco utili, e sicuramente il glossario merita un lessico accurato anche se sintetico, ma rispetto ad alcuni aggettivi la parola "sentore" potrebbe essere accurata.

Scheda-Degustazione-Sigari-Trad.-Toscana.pdf

 

Si ti do ragione ed ammetto da ignorante estremo che fin quando non ho trovato quella scheda ignoravo il fatto che il tannico fosse da ascrivere solol ad una sensazione palatale (cioè, per il vino l'avevo capito d'altronde lo bevo e non lo sniffo!), ovvero il legnoso ad una sensazione olfattiva, per questo la tengo in grande considerazione. Andiamo avanti con la definizione del glossario che secondo me è di primaria importanza, poi vediamo nei prossimi giorni di cominciare a tirare le fila anche sulla forma che vogliamo dare. 

6 ore fa, Rici ha scritto:

Mi pare che "sentore" sia più collegato all'olfatto e a sensazioni che non hanno a che fare con l'apparato gustativo, almeno così mi è apparso leggendo il dizionario e qualche frase correlata, forse occorre sostituire il termine.

 

Hai ragione, da Wikipedia:

Nelle analisi organolettiche dei vini si definisce sentore un profumo o una famiglia di profumi recepiti per via nasale o retronasale* . I sentori si possono classificare per provenienza (primari, secondari, terziari e sentori di difetti) o per famiglie descrittive (aromatici, floreali, fruttati, vegetali, speziati, tostati, animali, eterei, diversi).

*retronasale? anche questa definizione non ricordo di averla mai sentita, mi rendo conto che la materia è molto più complessa di quanto immaginassi!

Apprendo dunque che fa parte, ovviamente, dell'analisi olfattiva, che si esegue utilizzando naturalmente l'olfatto, più propriamente stimolando la mucosa olfattiva che si trova nella cavità nasale; la sensazione olfattiva si percepisce utilizzando due vie di accesso:

la via nasale diretta mediante inspirazione con il naso

la via retronasale mediante il passaggio interno degli odori dalla cavità boccale alle fosse nasali (rinofaringe) durante la deglutizione del liquido

Tutto ciò da sta pagina che mi pare molto interessante, anche ai nostri fini:

https://it.wikipedia.org/wiki/Degustazione_del_vino

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

secondo me manca floreale , a meno che non lo facciamo rientrare nell'erbaceo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

A questo punto potremmo usare il termine 

Vegetale andando a specificare le sue varie declinazioni di erbaceo, fienoso, floreale, ecc.

che ne dite?

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Uhm... Mi sa da brodo star, però se volete 

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Scusate l'intromissione così un po' fuori contesto ma mi è venuto in mente un termine che forse può essere utile: pungente ... lo pensavo magari in sostituzione di piccante che, personalmente, non ho mai avvertito per ora ... vi torna ? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
2 ore fa, delrin ha scritto:

secondo me manca floreale , a meno che non lo facciamo rientrare nell'erbaceo

Si, potrebbe essere una declinazione dell'erbaceo, senza aggiungere ulteriori termini. 

Anche l'interpretazione di @gianluca1975 come vegetale in sostituzione di tutti gli altri termini ci potrebbe stare, magari specificando cosa si intende per vegetale nel glossario.

 

15 minuti fa, stefanoc ha scritto:

Scusate l'intromissione così un po' fuori contesto ma mi è venuto in mente un termine che forse può essere utile: pungente ... lo pensavo magari in sostituzione di piccante che, personalmente, non ho mai avvertito per ora ... vi torna ? 

Si, forse pungente è più indicato di piccante... In realtà nel fumo analogico, in particolare con alcune misture su pipa, si avverte proprio la piccantezza, cosa che anch'io non ho ritrovato nello svapo... Casomai pizzicorio sulla lingia e nel naso, e un questo caso pungente potrebbe essere un buon sostituto di piccante. 

Molto interessanti gli ultimi post di @Rici, @TTTommm e @pierlu78!

Sul concetto del retronasale potremmo discuterne... In realtà è proprio legato a qualcosa che viene deglutito, tuttavia la via che percorre il vapore esaltato dai polmoni è la medesima, seppur al contrario, quindi non sarebbe così sbagliato prendere in considerazione anche quel termine.

Poi la percezione globale di un gusto e l'insieme delle percezioni linguali e di quelle nasali... Pensiamo a che gusto hanno i cibi quando siamo raffreddati... Quindi le due vie sensoriali secondo me vanno a braccetto e devono essere considerate entrambe. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

sì mettiamo anche solletico già che ci siamo. Dai ragazzi l'avevamo già archiviata sta cosa del piccante, eliminiamola, se nel termine generico speziatura  uno ci sente il pepato/piccato/pungente lo specifica. Non avvitiamoci sempre sulle stesse cose altrimenti non è più finita e scrivete meno poemi se è possibile, non riesco a leggerli. Fate dei tweet e andiamo spediti.

P.S. Intanto prepariamone una, poi qui si fa sempre a tempo di discuterne quanto volete e a migliorarla. ma intanto partiamo

Modificato da delrin

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Dunque, floreale e vegetale personalmente li lascerei stare per il momento, queste definizioni potrebbero rientrare già nelle venti che avevamo individuato. Piccante la userei come categoria, da scegliere fra pepato e speziato (o entrambi contemporaneamente). Si può cambiare termine ma per me serve a raggruppare appunto speziato e pepato in una macrocategoria. Quindi sempre per sintesi riposto quelle che erano state individuate collettivamente:

FUMO (Affumicato...; Incensato...; Ceneroso...)
FRUTTA (Fruttato...; Agrumato...;)
ERBA (Erbaceo...; Fienoso...; Balsamico...)
PICCANTE (Speziato...; Pepato...)
DOLCE (Zuccherino...; Mieloso...)
ACIDO (Acidulo...; Alcolico...)
AMARO (Amarognolo...; Cuoio...; Stallatico...)
TOSTATURA (Tostato...; Legno...; Frutta Secca...)

Reincollo poi le definizioni che avevamo visto fino ad adesso. Cosa dite continuiamo con questa "brutta copia" delle definizioni. quando le avremo tutte vediamo di scriverle meglio e scegliere che aggettivi utilizzare.

Dolce: sensazione gustativa che fa riferimento allo zucchero o al miele, che ha la sua espressione più caratteristica nello zucchero comune (glucosio). Generalmente contrapposto ad amaro.

Affumicato: percezione riferibile al fumo di combustione, al legno che brucia.

Fruttato: sentore che ricorda la frutta matura (si può specificare il frutto in particolare)

Erbaceo: sentore di erba fresca appena tagliata

Fienoso: sentore di erba secca o paglia.

Andiamo avanti da qua, forsa signori, venghino con le definizioni.

Modificato da TTTommm
Piace a 3 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

provo a continuare l'elenco...

sul balsamico momentaneamente passo... mi viene in mento eucalipto e canfora, e non mi viene un descrizione adeguata al contesto

speziato: sentore sapido di spezie generiche

pepato: sentore di pepe, a cui può associarsi o meno sensazione di pizzicorio

zuccherino: evoca il sapore del saccarosio (zucchero comune)

mieloso: evoca il sapore del miele, non meglio specificato

acidulo: sensazione gustativa associata alla percezione e che far riferimento alla frutta acerba

alcoolico: sensazione associata al consumo di bevanda alcolica caratterizzata da note dolciastre associate a sensazione di bruciore delle mucose  

amaro: sensazione gustativa, contrapposta a dolce, che fa riferimento ad alcuni vegetali (cicoria, radice di liquirizia, etc.)

cuoio: percezione olfattiva di cuoio conciato (ad es. oggetti di pelletteria)

stallatico: percezione olfattiva tipica delle stalle

tostato: sentore di caffè in chicco, orzo tostato, fava di cacao

legno: percezione olfattiva di legno secco, tagliato, non trattato 

frutta secca: sentore di frutta a guscio (noci, nocciole, mandorle, etc) non tostate

 

a voi i commenti :)

 

Piace a 3 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

mannaggia a voi

non riesco a smettere di pensare all'aroma che sa di "velieri alla deriva e scarpe vecchie"

nella mia testa me lo immagino simile all'irish black di blendfeel 

:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per partecipare

Devi essere un utente registrato per partecipare

Crea un account

Registrati ora, bastano due click!


Iscriviti a Svapo.it

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
    • 2 Messaggi
    • 587 Visualizzazioni
    • 4 Messaggi
    • 1840 Visualizzazioni
    • 2 Messaggi
    • 445 Visualizzazioni
    • 2 Messaggi
    • 304 Visualizzazioni