Tinny

Regredisco verso le pod


74 messaggi in questa discussione

Dopo quasi 9 anni di svapo, partito con le primissime simil-sigarette con led rosso o blu, passato per i primi tank, i primi meccanici, i primi elettronici, poi le box... Sono "regredito" e da oggi passo a qualcosa di più piccolo e meno "impegnativo".

Ammetto, diversamente da quanto si potrebbe immaginare per l'amministratore di un portale sullo Svapo, di non essere il più esperto degli svapatori e di aver sempre più badato alla praticità senza spingermi mai, o quasi, sugli aspetti più tecnici dello svapo. Coil, resistenze, cotone... Ho sempre preferito tutto già pronto. D'altra parte non sono uno svapatore esigente, anzi oramai svapo piuttosto poco, e proprio per questo ho deciso di abbondonare la mia Evic con atom Cubis che da diverso tempo facevano il loro lavoro, per passare a queste pod di cui tanto si sente parlare ultimamente.

La mia scelta è ricaduta sulla Justfog Minifit... E dopo 10 minuti sulla Joyetech Teros 😬 per cui oggi doppio giro di corrieri (ottimi shop italiani, ordine fatto domenica su due store diversi).

Costo: €12,49 per la Minifit, €26,90 per la Teros. Prezzi ottimi a mio avviso, per un tipo di prodotto pronto all'uso che potrebbe avvicinare, o ri-avvicinare molti al mondo dello svapo.
La Teros però viene fornita con due cartucce.

Aspetto. Sensibilmente più grande la Teros, ma anche più sottile rispetto alla Minifit. Il corpo metallico della prima, inoltre, trasmette molta solidità. La Minifit assomiglia moltissimo ad una penna usb.

Capacità e carica: la cartuccia della Teros è da 2ml. Piuttosto sorprendente dato che il Cubis arriva a 3,5ml. 1,5ml il minifit. Il sistema di carica è simile, forse preferisco quello della Teros, che ha un buco leggermente più largo. Non ho avuto bisogno dell'ago per nessuna delle due, ma il beccuccio stretto della bottiglietta di eliquid entra bene nella Teros e si "appoggia" alla Minifit. 

Vapore e uso: chiaro che un pod non è confrontabile con una box e con gli atom più blasonati, ma a dispetto della loro dimensione, queste pod producono una quantità di vapore soddisfacente, ed il tiro è anche sufficientemente chiuso per cui chi come me tiene l'aria molto chiusa si trova immediatamente a proprio agio. Mi ritrovo a fare dei tiri lunghi svariati secondi per compensare quelli che ero abituato a fare con il Cubis, ma di sicuro con il tempo mi abituerò. Forse, poi, 3mg di nicotina sono pochini ma anche per questo aspetto tengo duro, non voglio risalire. Soprattutto dopo aver fatto litri di scorte di base a 3mg 😁
La Minifit funziona con la classica pressione del tasto di accensione e si accende-spegne con 4 click mentre la Teros funziona come le prime e-cig, ovvero si attiva tirando, e non ha una modalità accesa-spenta. Un solo led che cambia colore la Teros, 3 led in linea la Minifit.
L'atom è inglobato nella cartuccia in entrambe le pod. Diversamente ad esempio dalla Eleaf iCard (che ha sempre una capacità di 2ml) che invece fornisce il solo atom a parte.
Da considerare che le cartucce Minifit e Teros costano circa €2, e più o meno il costo e lo stesso per i gli atom ID 1.2 ohm della iCard. Forse a questo punto è più conveniente avere tutta la cartuccia e usarla come tank di scorta.

In definitiva, buone tutte e due, le userò entrambe, anche perché con la ridotta capacità che si ritrovano è meglio avere il "muletto" sempre pronto. Non so se sia una scelta definitiva, di sicuro è il primo acquisto hardware da molto tempo a questa parte, per questo ho pensato di condividere due righe con voi, sperando possano essere utili.

EDIT dopo 10 giorni di utilizzo: ho preso un'altra Minifit e accantonato la Teros. La Minifit funziona molto meglio, mentre la Teros ha già dato avvisaglie di atom bruciato e al tiro è molto meno soddisfacente.

IMG_3310.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mah ste cosa delle minipod proprio non la capisco....tutte le case propongono prodotti che sono indietro anni rispetto all'hardware recente e in tanti li comprano, nonostante una resa aromatica pessima/mediocre (rispetto alla media dei normali prodotti da svapo) e con una autonomia degna delle "pile" di 5 anni fa...

Se si vuole il massimo della praticità, IMHO sarebbe molto meglio una pico ed un justfog q16....

questa cosa delle minipod è un esempio da manuale di come la gente compra cose all'ultima moda a prescindere dal fatto che siano ottime o mediocri/datata

Piace a 3 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per far smettere una persona di fumare ho provato ad imboccare la strada delle pod anche io. Dunque vuoi o non vuoi mi son ritrovato a provarle durante questi giorni. Ho comprato la c601 e un paio di minifit, e pod di scorta in abbondanza.

E che dire, premesso che il livello di nicotina vada alzato, sono per quel che ne posso intuire la svolta.

Cioè niente più vetrini che si criccano, resistenze da avvitare e svitare con conseguente mano umida, clip per quanto riguarda la c601 che permette di esser agganciata ovunque, dimensioni per la minifit che te la fanno dimenticare nelle tasche..e resa? Beh io di robetta in sti anni ne ho provata e posso tranquillamente affermare che la resa è piuttosto soddisfacente, sia come aroma sia come corposità hit e quantità del vapore.

Niente secondo me questi prodotti andranno ad accalappiare tutte quelle persone che dello sbattimento non hanno mai avuto voglia ne intenzione.

Credo che tramite questi aggeggini ci sarà un incremento di svapatori considerevole.

Per me, più che promosse

Piace a 4 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Sinceramente sarà anche una nuova moda, saranno anche valide, ma boh, se poi metti che ci sono boxttine con batterie incorporate che sono compatte, maneggevoli, piccole e pratiche, vedesi justfog q16 e similari, non vedo l'utilità di queste mod.... Parere personale ovviamente 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io ho la minifit e come già dicevo nel thread dedicato il giorno che risolveranno il prob della batteria, queste per gli svapatori di guancia potrebbero diventare i pv da usare in giro, per molti alzando la nicotina. Poi adesso che LT sta per buttar fuori i macerati e che ci sono già dei prodottini tabaccosi naturali che non sporcano...chiaro, poi la sera gli atom rigenerabili sono irrinunciabili. Ma in ufficio, in montagna, a cavallo, la minifit è l'ideale

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il sono un novellino e mi considererò tale sempre. Ho iniziato con un tiro di polmone che mi soddisfa molto.. però ecco il problema. Come molti dicono smettere con le sigarette è difficile con un atom da polmoni. Dopo 3 mesi che svapavo per piacere e fumavo catrame per necessità ho provato la One max.

Finalmente sono 3 settimana che non tocco una sigaretta.. la butto in tasca o in borsa. Me la rigiro in mano come una sigaretta (fumavo tabacchini e usare le mani per me fa parte del rito di dipendenza). Mi dura una giornata e mezza. Posso fumare fuori senza preoccuparmi del nuvolone stile nebbia in val Padana.

Ora il punto dolente, le cartucce costano 5€ l'una con 2ml di liquido a nicotina fissa 8 o 16mg. Si riescono a ricaricare più volte per fortuna senza troppi problemi, ma la cosa mi infastidisce comunque.

Consigli per una box+atomo con la quale sostituire le podmod? Piccola, da tenere in tasca, a prova di perdita, rigenerabile? Mi sento stupido :)

Sono aperto a consigli di qualsiasi tipo.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inviato (modificato)

@pidonna

joyetech primo fit (svapodream e svapostore) 2800mha di autonomia e minuscola.

Come atom doggystyle clone (tisvapo)

Modificato da Esprit

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Anche io sono soddisfatto della Minifit, me la porto a lavoro e porto solo lei, per me è un modo per limitare il consumo di liquidi e abbassare la quantità di ML svapati, so che ho quelli punto e stop :D poi la sera e i week end mi concedo le solite mods più soddisfacenti.

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inviato (modificato)

Viste, provate ma non hanno catturato la mia attenzione. Ritengo comunque che siano un valido modo, anche comodo, per aiutare molte persone che, con dispositivi più complessi da gestire, non trovano interesse ad affacciarsi a questo mondo nel tentativo di smettere di fumare. Sono comunque del parere che una Justfog Q16 sia il meglio, attualmente, come dispositivo per smettere di fumare. Io ho iniziato con questa. Quando sono in giro o in contesti più formali ho trovato la FOG1 davvero soddisfacente, la porto sempre con me insieme alla classica ed intramontabile squeeze.

Modificato da Marc3D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

@tinny Grazie del feedback, 

ricordandoci che cmq almeno per alcuni (sono pochi e non sono tra quelli) dopo aver smesso con le sig tradizionali vorrebbero smettere anche con lo svapo potrebbe essere non solo uno strumento per provare a smettere di fumare e passare dalle sig tradizionali alle elettroniche ma anche per chi vuole provare a smettere di svapare e usa questo sistema per lasciare rigenerabile o cmq sistemi più performanti, ma che magari gli serve un po' di sicurezza nel lasciare lo svapo definitivamente e magari si senti più tranquillo a portarsi cmq dietro una pod mod per eventuali crisi avvicinandolo a staccarsi o cmq aiutandolo a distaccarsi da uno svapo più impegnativo e che prende di più .  Ovviamente è una mia mera opinione, 

Piace a 4 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Visto le autonomie ridotte di liquido e batteria, se ne facessero una tipo la iqos con un astuccio di ricarica con all'interno un paio di pod ricaricate o una boccetta da 10ml la prenderei per curiosità. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inviato (modificato)

Sbaglierò ma secondo me queste minifit sono il futuro. Non certo per noi che, al massimo, possiamo utilizzarle come muletto o come alternativa quando bisogna essere discreti; ma lo saranno per chi ancora fuma che troverà molto più comodo smettere con le Minifit piuttosto che con una boxettina.

L'unico e sottolineo unico vantaggio delle analogiche rispetto alle nostre box è la comodità: prendi il pacchetto, l'accendino e vai ovunque, mare, montagna, lavoro, traffico, ecc. Queste minifit vanno proprio in quella direzione, prodottino semplicissimo, economico, ipertascabile, a prova di noob.

Se ci pensate non sono poi così lontane (almeno nella teoria) dalle vecchie ego che avevano noti problemi di tenuta, quantità di vapore, sbrodolamenti vari, durata della batteria. Le Minifit hanno risolto (o almeno stanno provando a farlo) questi problemi puntando a diventare un nuovo fenomeno di massa e non sorprende che così tante note aziende di vaping abbiano investito in questa direzione.

Modificato da Tep
Piace a 3 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Sono vicino al traguardo del mio ottavo compleanno da svapatore.

Ho provato di tutto. Ho speso una fortuna in box e rigenerabili che mi hanno indotto a comprare....un cestino più grande dove buttare l'inservibile.

Le box mod ? Le considero come la 'manna' caduta dal cielo....nel mondo dello svapo.

Chi mi conosce avrà letto il mio post : svapo ed infarto.

Ho avuto un gran brutto infarto. Nel lungo periodo passato in ospedale ho avuto l'occasione di conoscere una brava cardiologa. Si è  interessata al mio percorso di svapatore . Grazie al suo appoggio, sono riuscito a comunicare sia con persone nelle mie condizioni,sia con i  medici. Gli ospedali....sono un covo di ripostigli e tunnel........pieni all'inverosimile...di fumatori.

Ho trovato le Pod il mezzo più semplice per poter divulgare lo svapo.

Anche ora,che ho finito il mio percorso, continuo a sentire i miei ex 'coleghi' diventati svapatori.

Le pod che consiglio sono  : Aspire Breeze2 e Aspire Spryte.

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

io quest'anno sono andato in vacanza con sole box rigenerabili e sinceramente rigenerare ogni giorno in vacanza è stata una rottura. Sicuramente l'anno prossimo mi procurero una pod per evitare di rigenerare in continuazione.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
3 ore fa, il bolide ha scritto:

Visto le autonomie ridotte di liquido e batteria, se ne facessero una tipo la iqos con un astuccio di ricarica con all'interno un paio di pod ricaricate o una boccetta da 10ml la prenderei per curiosità. 

Se non sbaglio la Suorin iShare ha il concetto dell'astuccio di ricarica, per la boccetta da 10 ml la vedo dura però ... 

5 ore fa, pidonna ha scritto:

Consigli per una box+atomo con la quale sostituire le podmod? Piccola, da tenere in tasca, a prova di perdita, rigenerabile?

Io come box sto aspettando una Tesla stealth 40W perché spero che con il design side to side possa rimanere compatta anche utilizzando un atom lunghetto 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Moda o no, il mio amico avrebbe smesso di fumare se gli avessi consigliato una di queste podmods anziché che Istick pico e Nautilus. Ne sono sicura.
E come lui, molti desistono per il "troppo sbattimento".

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io considero come punto di forza delle pod il prezzo. Quando fumavo non pensavo alla spesa mensile o annua, mentre quando acquistai la prima box sentendo il prezzo di 35 euro ci pensai su. Capisco che sembra strano 35 euro in confronto ai centinaia di euro per le sigarette, ma un fumatore o almeno io ragionavo sul prezzo del singolo pacco. Che queste pod costino 15/20 euro con le testine a pochi euro fa iniziare la gente senza l ansia di aver buttato i soldi se non sono soddisfatti. Magari dico na stron***a ma io ragionavo così. 

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inviato (modificato)

se cambiare una coil ogni 10 giorni è uno sbattimento andare ogni giorno a comprare le sigarette cosa è?

a me le pod sembrano uguali alle varie entry level comprabili a 10 euro online, solo che hanno un nome diverso e hanno il fattore novità dalla loro

per voler smettere di fumare non credo ci sia differenza tra usare le pod o le entry level, se lo svapo ti soddisfa finirai col provare man mano cose più sofisticate o semplicemente diverse, altrimenti ti finisce nel cassetto così come può finirci una q16 o una istick più melo pagata 50 euro in negozio

i 26 euro delle teros  mi danno da pensare che si è arrivati già al punto di far pagare le cose un botto semplicemente per far vedere che le altre pod "rivali" sono qualitativamente inferiori e mungere quanti più soldi possibili finchè le pod sono una novità

Modificato da Infinium

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

non ho mai preso in considerazione queste pod perche sono molto esigente e quindi anche mi trovassi sul cucuzzolo della montagna preferirei quello che piu mi soddisfa...

devo dire pero che hanno del potenziale,non per chi vuole smettere di fumare ma per chi ha gia smesso e magari vuole qualcosa di semplice con pochi sbattimenti...

per chi vuole smettere di fumare non credo che vadano bene questi dispositivi,si farebbe un idea sbagliata di questo mondo e cosa puo veramente offrire!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Sto pensando anch'io di tornare alla semplicità di un entry level. Per quanto la resa sia senza dubbio migliore, non è sempre che mi va di sbattermi per rigenerare e sta storia di avere le mani costantemente impapocchiate di liquido mi sta seccando un po'. C'è da dire però che da quando, ahimé, ho ripreso in mano qualche bionda offerta da amici, il Berserker RDA, nonostante i difetti, è stato l'unico a soddisfarmi veramente. Appena ho tempo passo in negozio e vedo di provare qualche pod mod o un kit AIO Aspire.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inviato (modificato)

Il 21/8/2018 alle 11:13 , Ciccio11 ha scritto:

Mah ste cosa delle minipod proprio non la capisco....tutte le case propongono prodotti che sono indietro anni rispetto all'hardware recente e in tanti li comprano, nonostante una resa aromatica pessima/mediocre (rispetto alla media dei normali prodotti da svapo) e con una autonomia degna delle "pile" di 5 anni fa...

Se si vuole il massimo della praticità, IMHO sarebbe molto meglio una pico ed un justfog q16....

questa cosa delle minipod è un esempio da manuale di come la gente compra cose all'ultima moda a prescindere dal fatto che siano ottime o mediocri/datata

esatto.. allora torniamo tutti alla ego 650mha ( almeno dura piu della minifit) e sopra un bel justfog maxi che tiene piu' della minift e rende il triplo.. facciamo prima...

Il 21/8/2018 alle 16:58 , LucianoC ha scritto:

io quest'anno sono andato in vacanza con sole box rigenerabili e sinceramente rigenerare ogni giorno in vacanza è stata una rottura. Sicuramente l'anno prossimo mi procurero una pod per evitare di rigenerare in continuazione.

anche io idem.. ma senza problemi.. basta saper scegliere il liquido che non incrosta e ho fatto anche 100ml con una coil su rigenerabile..figurati sono stato 28gg su un isola sperduta nel mediterraneo senza problemi di sorta.. con una pana verde 3400 svapavo in chain vaping all day ricaricavo usb di notte su una pico da 20E e la mattina dopo ripartivo tranquillamente..

Modificato da La Follia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
1 ora fa, dGladiator ha scritto:

Sto pensando anch'io di tornare alla semplicità di un entry level. Per quanto la resa sia senza dubbio migliore, non è sempre che mi va di sbattermi per rigenerare e sta storia di avere le mani costantemente impapocchiate di liquido mi sta seccando un po'. C'è da dire però che da quando, ahimé, ho ripreso in mano qualche bionda offerta da amici, il Berserker RDA, nonostante i difetti, è stato l'unico a soddisfarmi veramente. Appena ho tempo passo in negozio e vedo di provare qualche pod mod o un kit AIO Aspire.

Se si usano liquidi che non incrostano molto, con una buona rigenerazione io svapo anche 50/60ml. Non vedo perché fare in continuazione resistenze. Quando non rigeneravamo, con le testine prefatte duravamo una ventina di giorni almeno per me è così. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inviato (modificato)

On 8/21/2018 at 4:04 PM, Tep said:

L'unico e sottolineo unico vantaggio delle analogiche rispetto alle nostre box è la comodità: prendi il pacchetto, l'accendino e vai ovunque, mare, montagna, lavoro, traffico, ecc. Queste minifit vanno proprio in quella direzione, prodottino semplicissimo, economico, ipertascabile, a prova di noob.

Ah, ora ho capito perché tutti mi vengono a dire che non “hanno voglia” di provare le e-cig! E io non li capivo... Io fumavo drum, quindi mi portavo dietro pacco di tabacco, filtri, cartine, accendino, e tira fuori, e riempi, e rolla, e strappa, e accendi, trenta volte al giorno...:ghgh: Chi c’aveva mai pensato che le sigarette potessero essere COMODE? Quando ho avuto in mano la mia Pico per la prima volta, la mia vita si è semplificata notevolmente. Detto questo, sono d’accordo con la tua analisi. Le pod stanno allargando il mercato in modo esponenziale. Magari proprio “il futuro” no, ma un piccolo futuro immediato, un paio d’anni sotto il riflettore, sicuramente. Dopo, chissà...

Edit: comunque perché dite di alzare la nico sulle pod? Se ne assume meno? Non ho capito ‘sta cosa

Modificato da info-gatherer

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
1 ora fa, info-gatherer ha scritto:

Edit: comunque perché dite di alzare la nico sulle pod? Se ne assume meno? Non ho capito ‘sta cosa

Perché hanno meno hit e per compensare tocca alzare la nicotina....

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per partecipare

Devi essere un utente registrato per partecipare

Crea un account

Registrati ora, bastano due click!


Iscriviti a Svapo.it

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
    • 5 Messaggi
    • 246 Visualizzazioni
    • 4 Messaggi
    • 320 Visualizzazioni
    • 19 Messaggi
    • 357 Visualizzazioni
    • 26 Messaggi
    • 8164 Visualizzazioni