Cerca nel Forum

Risultati per i tag ''RBA''.

Trovato 22 risultati

  1. Apro questo thread per rendere meno dispersivo e di più facile consultazione l'argomento Kayfun, visto che quotidianamente se ne parla aprendo nuovi thread, sperando che in questo contenitore si possano raccogliere il maggior numero di esperienze e pareri possibili, utili certamente a chi vuole avvicinarsi all'uso e all'esperienza con questo atom. Questa discussione rimarrà in evidenza nella sezione e riguarderà tutti gli aspetti del famoso atom: dalla sua manutenzione, ai consigli per la sua rigenerazione, alle impressioni, alle sue decine di cloni (Kayfun 3.1 ES, Kayfun Lite, Kayfun Lite Plus, Kayfun Lite Plus 2014, Russian, Russian 91%, Kayfun Mini, Rocket, ecc.), ai problemi di varia natura, al dove acquistarlo, ecc. ecc. Tutti gli utenti sono invitati a consultare questa discussione e a tenerla come riferimento, postando anche i quesiti che dovessero essere necessari, e, considerando che si tratta di un topic in evidenza, cercando quanto più possibile di rimanere IT. Tutti i thread, quindi, che da adesso e quotidianamente verranno aperti riguardo il Kayfun e "suoi simili", verranno accorpati e/o chiusi con nota di rimando a questo thread. EDIT del 25/11/2014: Esce la V4 del Kayfun. Maggiori informazioni QUI. Video promozionale del Kayfun V4. Clicca QUI se il video sotto non dovesse caricarsi: **** Alcuni link utili (in ordine sparso) da consultare prima di porre quesiti che potrebbero essere già stati dibattuti: Rigenerazione e vari quesiti riguardo il Kayfun/Kayfun Lite QUI e QUI; Ricambi per Kayfun QUI; Recensione del Kayfun Lite Plus clone Ehpro QUI; Quesiti generali sul Kayfun Lite PLus clone QUI; Quesiti riguardo il Russian/Russian 91% (ancora cloni Kayfun) QUI; Quesiti riguardo il Kayfun Lite Plus acquistato da FastTech QUI e QUI; Thread su Russian e Russian 91% QUI; Altri link giudicati interessanti verranno aggiunti man mano in questo post aggiornandolo. Tutti gli utenti sono invitati a contribuire, con tutti gli strumenti a disposizione: basterà postare e chiedere in calce che il link, rimando, ecc. venga spostato in questo post, ed in un tempo ragionevole provvederemo. **** Ricordo a tutti che il produttore del Kayfun originale è SvoёMesto il cui sito ufficiale è QUESTO. Ancora: tutti i quesiti di rigenerazione e manutenzione e tutti i "trucchi" di tutti i tipi di Kayfun (anche i cloni, copie e derivati), vanno postati in questo thread, poiché, è risaputo, i metodi che si usano sono generalmente uguali per tutti. Alcuni rivenditori italiani ed europei del Kayfun (e suoi accessori). QUI QUI QUI QUI QUI QUI QUI La lista è parziale ed in aggiornamento: se qualcuno avesse da aggiungere ulteriori link, lo faccia pure, per cortesia indicando se trattasi di cloni e di che marca o di originale, e provvederemo ad editare. **** Alcuni video riguardo la rigenerazione, impressioni, recensioni, comparazioni del Kayfun: In Inglese: QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI In Italiano: QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI, QUI Penso sia tutto per ora. Ringrazio anticipatamente tutti della collaborazione e buone svapate con il vostro Kayfun.
  2. Che ve ne sembra ci sto facendo un pensierino perchè pare abbià il tappo per la single coil e il nuovo top airflow https://www.fasttech.com/products/3028/10019096/4423301-authentic-geekvape-griffin-25-6-2ml-rta Poi sulla treebox ci starebbe proprio bene ...l'avevo presa , oltre perchè mi piaceva , anche nell'eventualità che mi fosse venuta la scimmia per atom oltre i 22mm È arrivata la scimmia
  3. ciao ragazzi. da qualche giorno FT ha messo in vendita l'atom in oggetto: https://www.fasttech.com/product/3982000 l'utente @calzone74 ci ha segnalato su un altro topic un negozio che spedisce dall'italia ma ha sede in HK. l'utente @kava ha effettuato l'acquisto su questo sito e pertanto lo preghiamo per eventuali aggiornamenti sono fortemente intenzionato ad acquistare questo atom per le recensioni positive e perchè gli atom "made in greece" mi stanno dando molta soddisfazione
  4. Expromizer v2.1by exvape

    Mi è arrivato ieri il nuovo Expromizer della eXvape per adesso ho solo aperto la scatola smontato e lavato! Rispetto alla versione 2.0 hanno migliorato i fori di pescaggio, nota dolente della versione precedente e ora il refill é possibile anche da sopra svitando la prima parte del top cap! Il materiale e la vernice sono di ottima fattura come anche gli accessori a corredo! Oggi passo alla rigenerazione e aggiungo altre foto e le miei considerazioni! L' eXpromizer v2.1 è stato progettato per un utilizzo semplice e comodo. Sia il riempimento che il controllo dell'aria sono processi semplicissimi. Funziona sul principio del vuoto e non ha problemi afterflow. Il serbatoio collettore raccoglie il liquido in eccesso, impedendo così la fuoriuscita di liquidi. Questa facilità di utilizzo renderà questo atomizzatore molto comodo per l'uso quotidiano ed è quindi anche molto facile da usare per i principianti. Modifiche nella versione 2.1: - 304 stainless steel - Top Filling (Top Cap) - Improved building deck (new center block insulator with better grip) - bigger airholes (air supply up to 3.0mm) - Liquid hole increases (liquid feed up to 2.0mm) PROPRIETA ': - height with drip tip: 71,5 mm - height without drip tip: 55,5 mm - diameter: 23 mm - capacity: 4,5 ml - Air Control: 1.0 mm / 1.2 mm / 1.5 mm / 2.0 mm / 2.5 mm / 3.0 mm - Liquid Control: 1.0 mm / 1.2 mm / 1.5 mm / 2.0 mm eXpromizer v2.1 complete set including: - 1 x drip tip (steel) - 1 x top cap - 1 x top tank (steel) - 1 x bottom tank (Polycarbonate) - 1 x chamber tube - 1 x chamber cap - 1 x base (including building-deck und coil-screws) - 1 x liquid-control ring - 1 x air-control ring - 1 x center screw - 1 x 510-pin-screw (copper) - 1 x bottom cap ACCESSORIES: - 1 x drip tip – POM black - 1 x O-ring-kit - 1 x screwdriver - 1 x 510-pin (copper) - 1 x spring (brass) - 2 x coil-screws - 1 x user manual
  5. Be', inauguriamo la nuova piattaforma con un piccolo confronto tra due greci: il Tilemahos di Imeo e il Phenomenon (col deck momentous) di Gus. Stessa rigenerazione, stesso cotone, il Kendo Gold Edition (che ci mette un po' ad andare a regime ma ha il pregio di reggere davvero bene l'annerimento). Liquido utilizzato il Ripe Vapes VCT riserva. E' inutile sottolineare che sono un fan degli atom greci e questo è solo il primo confronto diretto. Seguiranno altri. Il tilemahos ha la comodità della carica dall'alto (ma ha la bocca piccola e con i liquidi densi c'è qualche impiccio a far scendere il liquido), ma pecca in capacità. 2ml son davvero pochi porca paletta e ti costringono ad uscire con la boccetta appresso. Si rigenera facilmente e rende bene. Dopo il primo tank e mezzo di assestamento per via del Kendo si sente bene la nota della mandorla (io ci sento l'arachide) di questo VCT riserva. Il liquido è solo a 3 di nico, io svapo a 6 mi manca un po' di hit da nico, ma non per colpa dell'atom. Il Phenomenon ha il tank zest, e sebbene il buon Gus mi abbia fornito la parte superiore forata come il phenomenon lite, io non la uso, preferisco caricare dal basso direttamente col contagocce della boccetta senza passare per siringhe o odiose bottigliette con l'ago. La capacità se ben ricordo è di 3ml o poco più. Il deck è un Momentous coi fori più larghi, sempre per tiro di guancia, ma più arioso rispetto al deck standard e non ha scalino sulla base, praticamente, il canale sul deck non serve quasi a niente. Devi svitare per forza un po' la campana e si alimenta a cannone. La rigenerazione, anche qui è semplice e obbligata. La si può fare in una sola maniera, qui ci va pure meno cotone. Anche qui dopo l'assestamento del cotone va a regime ma, a differenza dell'altro atom, la mandorla/arachide, già evidente nel tilemahos, qui esplode. Si sente in maniera clanmorosa! E' davvero esaltata! Anche qui l'hit mi manca un po', perché non fanno pure il 6 di nico? Entrambi gli atom fanno un buon vapore (il liquido è di quelli con alto VG) e rendono bene, il Tilemahos un po' più appannato, secco e asciutto, vapore umido/bagnato e aroma esaltato nel Phenomenon. La differenza tra i due è notevole. Il Phenomenon è più aromatico del Tilemahos. Nessuno fraintenda, non sto dicendo che il primo fa pena, ma che la differenza di resa aromatica tra i due è davvero evidente. Il Phenomenon è più aromatico e piacevole del Tilemahos sotto questo profilo, inoltre il Phenomenon ha il vapore come piace a me, umido che ti pascia la bocca bagnata e non secco e asciutto. Certo non arriva ai livelli di secchezza del Kay, Kloud+ etc etc, ma rispetto al Phenomenon ka differenza è lampante.
  6. Ciao ragazzi questa "veloce" comparativa di questi sistemi per svapo di polmoni vuole essere una semplice condivisone di quelle che sono le mie impressioni in merito, e spero che possa essere di aiuto ai vapers che utilizzano o si apprestano a farlo questi RTA per DTL. Spesso quando prendiamo di mira uno specifico atomizzatore, ci documentiamo sul forum o in rete e qualche dubbio ce lo togliamo, ma diventa difficile quando si è indecisi tra due o più RTA perché per farsi una vera idea sulle varie differenze si dovrebbe sentire la stessa fonte che avuto modo di provare gli atom a cui miriamo. Ci tengo a sottolineare che ho iniziato a svapare di polmone da inizio anno e quindi non sono certo ne un esperto e ne un “promotore” in quanto non ho nessun interesse personale in questo mondo, e quello che dico è solo frutto di una mia semplice e poco sofisticata opinione. Inoltre per contestualizzare le mie considerazioni e setup utilizzati, voglio premettere che non amo svapare a wattaggi estremi e preferisco un vapore tendenzialmente fresco/tiepido il quale mi appaga di più rispetto ad uno troppo caldo per i miei gusti, quindi sono abituato a svapare con coefficienti di Chauffe che variano da 0.2 a 0.25 W/mm2 a seconda del tipo di atomizzatore. Quando svapo i due aspetti fondamentali che cerco sono in primis una buona resa aromatica e un vapore denso o cremoso, i consumi,la facilità di rigenerazione e la quantità di vapore sono aspetti che reputo del tutto marginali. Spero che questo lungo post possa essere di aiuto a qualcuno per sciogliere qualche dubbio sul RTA più adatto alle proprie esigenze e spero che non sia considerato un “doppione” dei vari topic dedicati ai singoli atomizzatori in questione, ai quali invito tutti gli interessati a prenderne parte per avere maggiori dettagli e in modo da non appesantire il forum. Chi invece avesse altri confronti da aggiungere o pareri diversi dai miei, mi farebbe piacere sapere anche la vostra opinione. Le misure sono espresse in millimetri e l'altezza è misurata escludendo il connettore che si avvita alla box(non come fanno alcuni shop) ma includendo il drip tip proprietario,quindi l'ingombro totale che si ha sulla box una volta montato l'atomizzatore. Il diametro del tip è quello esterno. da sinistra a destra : goblin mini, tornado nano, crius v3, vcmt 25 , griffin 25, aromamizer supreme 7ml GOBLIN MINI – 1° versione clone FT misure e capacità: D 22 mm ( 10 mm il tip) - H 40 mm – 3 ml – 30 Gr contenuto packaging: atomizzatore,tank ricambio,drip tip vetro ricambio,adattatore single coil,adattaore drip 510,oring,viti e cacciavite descrizione: atomizzatore minuscolo con deck a 4 torrette serrabili con vite dall'alto. Il deck è ovviamente di dimensioni contenute e quindi non permette tante soluzioni di build. La regolazione dell'aria avviene con una levetta inferiore che avvolge il pin dell'atomizzatore, soluzione singolare che mette a repentaglio la verniciatura della box ad ogni avvitamento. Anche il refil avviene dal basso, dove troviamo posizionata una vite apposita in stile kayfun lite plus. L'atomizzatore non presenta una regolazione del liquido. Il piccoletto è indicato per uno svapatore di guancia che vuole approcciarsi al tiro di polmoni, ed è questo il motivo principale per cui è stato il mio primo RTA. Questo perché ha un tiro tendenzialmente contrastato anche alla massima ariosità, lo si sfrutta bene a wattaggi tutto sommato moderati e non ha dei consumi eccessivi. Il vapore che restituisce è abbastanza “cremoso”, ma la resa aromatica e la produzione di vapore sono modesti per questo tipo di atomizzatori. La qualità costruttiva del mio clone, ma non credo che l'originale si tanto meglio, è approssimativa. La levetta che regola l'aria è ballerina,la vite che permette il refil due volte su tre si avvita storta e in generale sembra un giocattolino pronto a rompersi. La rigenerazione non è semplicissima, sopratutto non è facile trovare la giusta quantità di cotone da utilizzare e come posizionarlo, con questo atom perdite abbondanti o secche sono sempre dietro langolo finche non si trova la quadra nel wicking. Un problema invece che non è risolvibile è la tanta condensa che lascia sulla box a causa di come è stato studiato l'ingresso dell'aria che avviene proprio da sotto la base dell'atom. Come indicato nella descrizione del packaging, viene fornito un riduttore per utilizzarlo in single coil, e forse proprio questo tipo di utlizzo lo rende adatto per passaggio da MTL a DTL, anche se io lo preferisco in dual coil,nonostante surriscaldi motlo a causa delle dimensioni minuscole. Setup che preferisco : dual coil, 8 spire di KA1 0.36 mm su punta da 2,5 mm con res finale da 0.58 ohm svapata a 32 W. VCMT 25 mm – clone 1:1 di FT misure e capacità: D 25 mm (14 mm il tip) – H 57,6 mm - 6,5 ml – 90 Gr contenuto packaging: atomizzatore,tank di ricambio,brugola,cacciavite,grani,oring,wire bore di ricambio in PMMA descrizione: atomizzatore molto arioso con deck in stile velocity spazioso , adatto al cloud chasing spinto. La regolazione dell'aria avviene tramite rotazione della ghiera che scorre intorno a delle generosissime asole, che areano altrettanto generosissimi canali che portano l'aria alle coil. La regolazione del liquido invece c'è, ma è come se non ci fosse, nel senso che è gestita tramite un anellino che va regolato in fase di rigenerazione, che poi una volta impostato e chiuso il tank non è più modificabile se non svitando nuovamente la base. Non prorpio comodo quindi. Il refill avviene dall'alto,svitando il wide bore e inniettando il liquido in un'asola di buone dimensioni. Questo atomizzatore è stato probabilmente il primo vero e proprio RTA da cloud spinto, i suoi successori ne hanno un po' copiato e forse migliorato le caratteristiche. Io con questo monello ho un rapporto di amore ed odio, e più che altro mi fa tanta rabbia, perché avrebbe la stoffa del fuoriclasse abbinata a dei limiti palesi. É come quando a scuola dicevano ai miei genitori “suo figlio è molto intelligente ma non si applica abbastanza” e loro si incavolavano. Per sfruttarlo al meglio va spinto, non si può pensare di svaparlo a 50 w con coil da 0.40, perché non è il suo habitat, è un puro sangue da corsa, il trotto per quanto ti impegni non lo fa volentieri. Questo perché sia i canali dell'aria e di pescaggio del liquido sono studiati per coil molto spinte, altrimenti si rischia di sovralimentarlo e di tirare troppa aria in funzione del vapore prodotto,rendendo la svapata aria fritta poco consistente ed aromatica. Se settato in modo corretto, questo atom restituisce un vapore cremoso, molto abbondante e con un aroma eccezionale.probabilmente da questo punto di vista è il mio preferito,ma purtroppo i suoi lati negativi che ora vi indicherò mandano tutto in malora. Questo atom consuma una quantità impressionante di liquido,superiore a tutti gli rta provati e anche di gran lunga in alcuni casi( con lui potete vedere sparire 6 ml di liquido in 10 minuti). inoltre anche se cotonato alla perfezione un po' di perdite se lasciato sdraiato per qualche decina di minuti le ha. Il Problema più grande è l'eccessiva produzione di condensa, che ti porta a dover asciugare la box ogni 4/5 tiri. La rigenerazione è resa facile dal deck in stile velocity ed anche il wicking dopo un paio di tentativi diventa semplice,in quanto basta mettere un quintale di cotone e lui lavora bene a prescindere. Setup che preferisco: dual coil, 8 spire SS316L 0.60 mm su punta da 3 mm con res finale da 0.13 ohm svapati a 90 w CRIUS V3 – clone di FT preso sul mercatino (in foto con drip sostiuito per rottura dell'originale) misure e capacità: D 22 mm (12,9 mm il tip) - H 61,4 mm – 4,5 ml – 54 Gr contenuto packaging: nessuno nel mio caso descrizione: atomizzatore con deck velocity stiled non eccessivamente grande adatto una uno svapo polmonare soft. A differenza dell'atom precedente , in questo caso il crius è adatto per un vaper a cui piace uno svapo polmonare non eccessivamente arioso con coil da circa 0.5 ohm. Questo perchè sia i fori di peschaggio del liquido che le asole dell'aria sono di dimensioni contenute,entrambi regolabili in pieno stile RTA con la rotazione del camino e della ghiera per l'aria. La regolazione è fluida e molto comoda. Il refill avviene sollevando la sezione alta del tank che scopre un'asola laterale di medie dimensioni, ma abbastanza grande per ricaricare senza troppi problemi con vari tipi di boccette. Su questo atom si può sostiure il drip tip proprietario che in vetro con uno a nostro piacimento con attacco 510. la qualità costruttiva di questo clone è pessima. Sembra fatto tutto di alluminio o forse anche peggio,di acciaio ha solo il deck (per fortuna) e tra la base e la ghiera dell'aria spesso si registrano perdite di qualche gocciolina di liquido. Ho provato a smontare il pezzo per verificare gli oring,ma i due pezzi non sembrano essere scindibili . Allo svapo restiutisce una discreta quantità di vapore,anche abbastanza denso ma non troppo aromatico. Si rigenerà molto facilmente, qualsiasi tipo di setup(sempre non eccessivamente spinto) sembra calzarle a pennello, e anche nel cotonarlo è un tipo “da bosco e da riviera” le va bene un po' tutto....è accomodante. Lo trovo un atomizzatore adatto da portare in giro perché è leggero,poco ingombrante e consuma molto meno di altri rta provati. Setup che preferisco: dual coil, 8 spire di KA1 0.36 mm su punta da 2,5 mm con res finale da 0.58 ohm svapata a 35 W. GRIFFIN 25 by Geekvape senza top airflow misure e capacità: D 25 mm (13,6 mm il tip) – H 58,5 mm – 6,2 ml – 80 Gr contenuto packaging: atomizzatore,brugola a croce con cacciavite,tank di ricambio,oring,grani e adattatore single coil descrizione: atomizzatore molto simile al VCMT con deck in stile veliocity spazioso e discretamente arioso. Rispetto al VCMT troviamo una regolazione del liquido efficace con rotazione del camino,una regolazione dell'aria che avviene a scatti e non a rotazione libera, dei fori interni dell'aria di dimensioni più contenute e delle asole per il top refill molto ampie e comode. Per il resto sembra essere il fratello meno performante, ma più comodo dell'altro atom citato. Il tiro è arioso ma si regola bene, quindi si può svapare tranquillamente con configurazioni anche meno spinte. I consumi sono nella media,una via di mezzo tra crius e vcmt 25. la resa aromatica è buona,cosi come anche la produzione di vapore, che però non trovo particolarmente denso. La qualità costruttiva non è certo eccelsa, ma per il costo di un prodotto originale ci può stare tutta. Atom molto comodo perché totalmente esente da problemi di perdite o condensa,facile da rigenerare e cotonare e con un estetica accattivante. L'unico difetto che forse affligge questo atom è un tiro un po' “forzato” se pur arioso. Non so come spiegarlo,ma la sensazione è che si debba tirare più forte per aspirare bene il vapore. Per il resto lo trovo un ottimo atom rapporto qualità – prezzo. Il refill ovviamente avviene svitando il cap con tip e inniettando nelle enormi asole superiori. Setup che preferisco: dual coil 6 spire di clapton KA1 0.25/0.40 su punta da 3 mm, con res finale 0.46 ohm svapata a 55 w AROMAMIZER SUPREME by steam crave versione 7 ml misure e capacità: D 25 mm (14 mm il tip) - H 63,9 mm – 7 ml – 78 Gr contenuto packaging: atomizzatore,tank ricambio,brugola,oring,grani e rivetti (quelli che tengono unite le sezioni dell'atom nella fase di regiolazione del liquido) descrizione: questo atomizzatore viene definito RDTA perché a differenza degli altri descritti è concepito con architettura differente che lo avvicina un po di più ad un dripper col tank sopra. In pratica il liquido scende lateralmente alle coil,nella parte periferica del deck,fino a giungere in fondo alla base dove viene ripescato attraverso quattro fori,posti nella parte bassa del deck,dal cotone delle coil. Se vogliamo è un po' la dinamica dei sistemi bf ma il liquido invece che dal basso arriva dall'alto,ma il cotone delle coil lo assorbe con lo stesso principio. E' un atom più complesso degli altri si smonta in 10 pezzi,e le sezioni della parte centrale deputate alla regolazione del liquido sono tenute in asse da dei minuscoli rivetti,molto facili da perdere che per fortuna sono presente nei ricambi in dotazione. Il deck stile velocity è spazioso,può essere rigenerato sia in orizzontale che in verticale,ed è proprio quest'ultima la confugurazione che preferisco e che lo contraddistingue. L'atomizzatore presenta sia la regolazione del liquido che quella dell'aria, gestibile con delle sezioni del tank che girano molto “fine” ed efficaci ma purtroppo in modo poco fluido. Questo è primo sintomo di una qualità costruttiva che mi aspettavo molto superiore. Non è solo la rotazione delle regolazioni che mi fa affermare questo, si aggiunge anche le filettaiure non perfette in ogni sezione dell'atom e soprattutto i segni che servono come indice di regolazione del liquido stampati con tinta colore silver, già sbaffati in partenza, e sicuramente destinati a cancellarsi. Vale il discorso del griffin 25 sul rapporto qualità-prezzo per un originale,ma da questo atom mi aspettavo molto ma molto di più. Il refill cosi come in griffin,vcmt etc., avviene dall'alto con modalità “standard” si svita il cap e si liberano le due agrandi asole per ricaricare. Il drip tip , molto largo, è sostituibile in quando è un normale 510. La rigenerazione è motlo semplice, sia in verticale che in orizzontale,basta solo stare un minimo attenti a ricoprire con la giusta quantita di cotone i fori da cui pesca il liquido,ma si rigenerà molto velocemente. L'atom consuma molto,tiene testa al VCMT, e forse per questo cosi come lui ha un vaopre molto cremoso,abbondante e con un aroma eccezionale. Il tiro anche ad aria tutta aperta non è eccessivamente arioso,e comunque come detto la regolazione è efficace. setup che preferisco: dual vertical coil 8 spire Kantal A1 0,64 mm su punta da 3,5 mm per una res finale 0,25 ohm svapata a 90 W TORNADO NANO by Ijoy misure e capacità: D 24.2 mm (13.3 mm il tip) - H 45,9 mm – 4 ml – 56 Gr contenuto packaging: atomizzatore,tank ricambio termosensibile,oring,brugola,grani,chip-coil (head già fata con ceramica),inutile drip tip vecchio stile tipo tank boge f16 per chi se lo ricorda) descrizione: piccolo RTA molto carino con deck velocity rivisitato (le torrette hanno una conformazione leggermente diversa e i fori superiori si stringono dall'alto). nonostante le dimensioni dell'atomizzatore il deck è bello spazioso (18,6 mm) e il pin è dichiarato come placcato oro 24K(così dicono..) L'atomizzatore è dotato di top refill esattamente come il griffin 25, ampio e comodo,e regolazione dell'aria in pieno stile RTA con ghiera sulla base. Non ha regolazione del liquido, che per quanto mi riguarda è utile solo in fase di refill, e comunque ricaricato con accortezza come ormai sono abiutuato a fare non perde una goccia. consumi ragionevoli e produzione di condensa nella norma. Nonostante le piccole dimensioni il "tornadello" fa lo spavaldo, grazie ad una generosa ariosità e un drip molto largo anche se oggettivamente troppo corto ( le labbra toccano sempre il cap superiore durante lo svapo). Potrebbe essere spinto abbastanza,ma data la scarsa distanza tra il camino ed il tank (vetro) e la poca strada che deve compiere il vapore per giungere in bocca credo che salendo troppo di watt il vapore e l'atom stesso potrebbero diventare roventi. ad occhio e croce, e mi riservo di provarlo con vari setup avendolo ricevuto da poco, credo che regga 50/60 W massimo per uno svapo piacevole, oltre questo limite ho dubbi. Si rigenera comodamente come ormai tutti questi atom, e la cotonatura non richiede particolari atenzioni. esteticamente sembra un griffin 22 mm in miniatura,a me piace molto. la qualità costruttiva è nella media, anzi considerando il costo (18 $ in cina) l'unica pecca che le imputo è la sezione del camino che circonda le coil che è di una lamierina sottile sottile, per il resto non sfigura poi tanto con atom più costosi. Il tank termosensibile è nero a temperatura ambiente e diventa bianco surriscaldandosi,questo genera una colorazione bicolore durante lo svapo e indica il livello del liquido residuo nel tank(la parte contenente liquido è mantenuta più fresca da quest'ultimo e quindi non varia colore, mentre quella vuota si) la resa è una via di mezzo tra il crius e il griffin 25 mm, sia come aroma, corposità e quantità di vapore. Lo trovo un atom funzionale e comodo da portare in giro consapevoli che i "primi della classe" sono altri, ma più costosi,dispendiosi in termine di consumi e giganti. setup che preferisco: dual coil 8 spire Kantal A1 0,40 mm su punta da 3 mm per una res finale 0,55 ohm svapata a 45 W Il prossimo acquisto al rientro dalle vacanze sarà il MORADIN 25, e per il momento credo che con gli RTA mi fermo un attimo perchè non vedo nessuna novità interessante rispetto a quello che già ho provato....e poi io e la mia amica bertuccia abbiamo deciso di tornare al BF visto che adesso stanno uscendo diverse soluzioni anche per gli svapatori di polmoni e con prezzi molto interessanti. siamo tipi un pò irrequieti... sperando di aver fatto cosa gradita vi allego un link di un video trovato sul tubo dove un altro vaper parla di alcuni degli atomizzatori sopradescritti. buone ferie
  7. Tilemahos v2 styled RTA

    ciao ragazzi.. in qualche topic qui nel forum,parlavano mooolto bene di questo atom e probabilmente gli stessi,se leggeranno questo 3d mi insulteranno in sostanza hanno clonato pure questo.. essendo un amante degli atom che si prestano sull'aroma,sono in procinto di prenderlo.. devo dire che l'originale (flavorchaser edition) è davvero superbellissimo,ma purtroppo non rientra nel mio budget.. aspetto dei vostri consigli/pareri grazie! link: https://www.fasttech.com/products/3512900
  8. Ciao a tutti, attualmente svapo con estrema soddisfazione sia come gusto che come hit con un nautilus abbinato ad un evic vtc mini (ho anche un cubis ma dopo aver provato il nautilus non mi soddisfa più). Sono alla ricerca del mio primo rigenerabile per tiro di guancia, dopo aver letto ovunque del kayfun lite plus sono decisamente orientato verso questo atom ma ho molti dubbi riguardo tutto il resto dell'attrezzatura voi cosa consigliate? Il Kayfun è ancora un buon acquisto? Quale tipo di filo resistivo? Quale cotone? Di quali altri strumenti ho bisogno per iniziare? Dimenticavo svapo perlopiù liquidi "classici" 50/50 con nico che va da 3mg a 6mg e non sono per il momento interessato al polmonare. Grazie a tutti!
  9. Rigenerazione for dummies

    Buona notte Vapers nella mia sempiterna niubbaggine vorrei coinvolgervi in alcuni dubbi che mi stanno accompagnando da qualche tempo attraverso le mie prime rigenerazioni, fatte per il momento solo con un "semplice" filo in Kanthal, le virgolette sono d'obbligo proprio perchè non ho ancora capito se questo filo sia o meno lo standard per lo svapo. Ad occhio sembrerebbe di si e sembrerebbe che infatti gli altri materiali (nichel, titanio, acciaio ss) abbiano comportamenti diversi e infatti normalmente necessitano di una impostazione di controllo di temperatura (TC). Esistono poi delle modalità di intreccio differenti (clapton, tiger).... Ho capito bene? ma non esiste un piccolo manuale per raccapezzarsi sui tutti sti fili che mi fanno perdere il filo? Come scegliere il materiale adatto o "l'intreccio" adatto allo svapo che facciamo? Oltre al filo ho anche una domanda sul cotone.... Mettere il cotone in una resistenza è come mettere il sale in cucina. Ne serve Q.B. Si facile dirlo, però poi regolarsi non è sempre facile. Cosa succede se ne mettiamo troppo o troppo poco e come possiamo accorgerci se abbiamo fatto un buon lavoro? grazie a tutti voi per la vostra presenza ed aiuto
  10. Rigenerare-soluzioni alternative

    salve a tutti! durante una ricerca in internet su cosa è meglio utilizzare per rigenerare il mio prossimo ijoy limitless plus, ho scoperto che tanta gente al posto del cotone delle marche più conosciute per rigenerare utilizzano ovatta o anche chiamato cotone di germania, bende utilizzate in ortopedia per esempio come sottogesso, dicono che dura molto e non rovina per niente l'aroma. qualcuno di voi ha già provato questa soluzione alternativa? 😉
  11. Ciao a tutti cari vapers, la scimmia ha nuovamente parlato: mi chiede di iniziare a svapare dei macerati e data la mia attrezzatura attuale: (nautilus, pico e melo) credo sia l'ora di comprare un bell'atom rigenerabile stile kayfun ma moooolto meno dispendioso. Cerco quindi un atom da guancia rigenerabile che: - abbia un buon aroma; - sia semplice da rigenerare (non ho mai rigenerato); - si riesca a trovare in italia (non mi va di attendere mesi); - abbia un prezzo abbordabile (sotto i 50€). Ringrazio anticipatamente per i consigli. P.s. Anche un sistema genesis eventualmente mi piacerebbe.
  12. Griffin 25 + wismec rx 200 2\3 help

    Ciao a tutti.. sono nuovo nella rigenerazione e ho fatto tanti e troppi tentativi senza risultato dopo un anno di sigarette SEMPLICI.. sono passato al rigenerabile.. ho una Wismec rx 200 2\3 con atom Griffin 25 ho comprato cotone COTTON BACON BITS 2.0 e filo SS TWISTED CLAPTON WIRE 28g*2 + 30ga 10 FT (geek vape) ho provato a fare diverse coil ma sono uscite sempre schifezze insapori...o sapori bruciati (uso liquidi 70\30 o 80\20 sul mondo too puft svapati tra i 40 e i 70 watt) qualcuno mi aiuta? che coil devo fare con il materiale che ho?! grazie mille..
  13. Sto cercando un atomizzatore per tiri di guancia che sia rigenerabile, possibilmente spendendo meno di 50€, ma non volendo avere a che fare con cloni, non so proprio dove sbattere la testa
  14. Ciao a tutti ragazzi avrei bisogno di un consiglio, come ho già scritto nella mia presentazione sono un nuovo vecchio utente cioè ho svagato per due anni provando praticamente di tutto rigenerabili mesh cotone bf e chi più ne ha più ne metta poi ho smesso totalmente per un anno regalando quello che avevo agli amici x la loro felicità, ora però ho ricominciato e in un anno sono cambiate troppissime cose quindi ho un po di confusione, per il momento mi sono accontentato di una istick basic presa al volo ma diciamo che mi sta un po stretta quindi sono qui a chiedervi un consiglio su quale hardware e atomizzatore scegliere partendo dal fatto che non ho problemi a rigenerare e che cerco una box semplice tranquilla senza controllo della temperatura che non so farlo andare a dovere e che non ho bisogno di una potenza esagerata amando il tiro di guancia quindi chiuso e una certa qualità di aroma, cerco un pv pratico e che mi duri una giornata da potermi portare in giro tranquillamente ragazzi sto chiedendo tantissimo lo so magari però tra le 1000 cose che offre il mercato c'è quello che cerco grazie a chiunque voglia aiutarmi un saluto
  15. Scusate se apro una discussione, ma a forza di cercare tra forum e Internet mi sta savapando anche il cervello. Vi spiego la mia situazione, sono in possesso della evic vtc VTwo mini presa in kit con cubis,di cui ho provato tutte le coil e solo quella in ss da 0.5 mi ha soddisfatto. Tutte le altre indecenti come aroma. Di conseguenza ho pensato di cambiare atom con qualcosa di più performante e rigenerabile. Ho bisogno del vostro aiuto per capire cosa comprare. -Tiro da polmoni. -ovviamente buon aroma. E mi piace giocare con il vapore e fare in abbondanza. -Che sia piccolo, la maggior parte dei gg non finisco nanche il tank del cubis (che è da 4ml se non sbaglio) preferisco riempire 3 volte nei giorni dove svapo di più, ma portarmi dietro di qualcosa di più contenuto in dimensioni. -per la rigenerazione non credo di aver problemi, una volta che conosco il procedimento corretto, sono bravo a metterlo in pratica solitamente. Faccio spesso lavoretti di elettronica ecc ecc. Poi ditemi voi. -Che vada bene per la mia box evic vtc VTwo mini 75w max ma preferirei stare più basso con la potenza. Diametro 22 -direi che non consumi troppo in liquido, ma so che è impossibile. Vi ringrazio in anticipo! Potete anche dirmi cosa mi serve per rigenerare? (steumenti) il minimo indispensabile. E se esiste una guida generica sul rigenerare atom, così da imparare termini corretti di materiali e strumenti.
  16. Rigenerabile da guancia

    Rieccoci ad una nuova puntata di "come placare la scimmia". Da qualche giorno ho cominciato a rigenerare e devo dire che pensavo fosse più difficile, almeno parlando del toptank, rigenerato da 0.2 a 1.6 senza nessun problema. Oggi pomeriggio ho provato il cubis, res uscita fuori alla prima, ma èdi un macchinoso assurdo, impensabile per adesso... Vengo al dunque, a sto punto vorrei prendermi un bel rigenerabile da guancia dato che mi sto dando agli organici, per lo meno il toptank torna a fare il proprio lavoro. Prediligo senza dubbio l'aroma e magari una rigenerazione un po' più "alla mano" rispetto al sistema assurdo proposto dal cubis. Non so se dual coil e res alte possano andare d'accordo, ma da quel che leggo migliora l'aroma. Insomma, avete capito cosa cerco Grazie a tutti coloro che interverranno 🙈
  17. Iniziare a rigenerare

    ciao Attualmente faccio pratica con il TC su una istick pico,con atomizzatore melo3 mini. Sto iniziando però a pensare che un nuovo atom più performante, magari in grado di produrre più vapore e reggere più watt potrebbe essere un'aiuto, così ho deciso di inoltrarmi nel mondo della rigenerazione. Vorrei qualcosa adatto al tiro di polmone, che sia rigenerabile e magari disponga anche di coil già pronte. Considerando che mi piacciono i nuvoloni e che sono disposto anche ad acquistare un nuovo PV o BB voi cosa mi consigliate?
  18. Primo atomizzatore rigenerabile

    Ciao a tutti svapo da 2 mesi con un cubis pro + Evic vtwo mini. È ora di entrare nel mondo del rigenerabile ma sono alquanto confuso sul primo acquisto...Cosa consigliate? Vorrei mantenere questi 5 punti : 1 Spesa contenuta 2 Atomizzatore guancia e polmone 3 Facile da rigenerare 4 Che non "pisci" 5 Usato insieme alla mia Evic Vtwo Mini Grazie a tutti.
  19. Conosco bene l'esistenza dei calcolatori come steam engine, ma mi chiedevo come calcolare in anticipo, dato il valore resistivo obiettivo, quante spire fare con questi fili "compositi". Mi sono ordinato , più per sperimentare che altro, un po di alien wire e di clapton (il tiger era esaurito e lo prenderò la prossima volta), e dunque mi chiedevo un po come potevo calcolarne le caratteristiche ed il comportamento. Ho notato che alcuni produttori segnano il valore resistivo al metro, ma essendo questi fili spesso molto diversi fra loro , anche avendo il pari diametro, non mi sembrava un parametro tanto di riferimento universale Ora non chiedo un metodo per sapere il range dell'heat flux , sarebbe anche troppo visto che ci si può arrivare per tentativi, ma almeno un metodo veloce per sapere quante spire fare per avvicinarsi ad un determinato valore resistivo.Finchè si parla di twisted è anche facile, un po meno quando sono twisted con fili di diverso spessore e/o materiale, ma quando si tratta di "roba strana" come gli alien o i tiger? (si, lo sò, ho la passione per cercarmi le cose strane ) Specifico un metodo veloce, che magari non preveda il prendere uno spezzone da un metro, misurarlo con un'ohmmetro affidabile, calcolare quanto filo và per ogni spira , calcolare dunque il valore resistivo di ogni spira e via dicendo...quella la tenevo come soluzione finale .
  20. Eccomi qui quasi due mesi di svapo, tante cose (ma tante!) Lette e imparate sul forum e...Mi trovo sempre e comunque una scelta difficile davanti. Questa volta vorrei trovare un atom rigenerabile (ho già provato con un kay 2.1 clone e la rba del cubis con successo) adatto a me. Leggendo e guardando recensioni non sono riuscito a trovarne uno che mi convincesse. Tiro di guancia prevalentemente alternando cubis e Nautilus mini con coil rispettivamente 1,5 e 1,8 su pico. Quello che cerco, clone o no non importa,è un atom di guancia che abbia 3 caratteristiche che non perda nemmeno una goccia che abbia un ottima resa aromatica e una buona fumosità. Per il tiro preferisco quello MTL. Ho letto molto bene del kay v3 mini e dei prodotti della gus. Mi rimetto ai vostri incredibili consigli. Grazie in anticipo Ps non ne so molto di cloni se ne consigliate uno potreste indicarmi anche la marca?
  21. Consiglio rigenerabile

    Salve, vorrei acquistare un atom rigenerabile da montare sulla mia evic vtc mini. Fino ad ora ho utilizzato un tron-s, il peggior atom esistente a quanto mi sembra di aver capito; pessimo sapore e perdite continue. Vorrei passare al mio primo rigenerabile e mi servirebbero delle informazioni, a partire dalla differenza tra RBA e RTA, quali sono i pro e i contro dei due sistemi e quale atom è adatto per me? Non ho mai provato il tiro di guancia, tranne che per le analogiche, e mi trovo molto bene con il tiro di polmone. Vorrei qualcosa di facile e definitivo, in modo da non cambiare atom ogni mese, facile da rigenerare in modo da imparare e divertirmi. Con un ottima resa di sapore e fumo. Ho sentito parlare molto dello zephyrus v2 e del Griffin, ma mi affido completamente ai vostri consigli.
  22. Primo box e atom rigenerabile

    Salve a tutti, svapo attualmente con un ego one, ma un pò le coil che si bruciano, un pò la voglia di cambiare mi porta a chiedervi dei consigli. Sono interessato a prendere un evic vtc mini con un rigenerabile. Sarei alle prime armi con la rigenerazione e volevo qualche consiglio da voi più esperti. Tra gli atomizzatori ero praticamente arrivato a decidere tra un griffin, un goblin mini v2 un zephyrus v2 e un bellus. Cosa mi consigliate in rapporto prezzo-facilità di rigenerazione-resa tra i 4? Avete altri atom da propormi? La cosa che sicuramente vorrei, è uscirmene con la minima spesa, massima resa e non avere perdite di liquido che odio. Oltre a questo vorrei capire un pò che differenza c'è tra i diversi fili (kantal clapton ecc) e quali prendere all'inizio insieme a quale cotone. Inoltre visto che ora svapo a 4,5 di nicotina con l'ego one, prendendo questi tipi di atomizzatori dovrei calare la nicotina? (perchè un mio amico ha un subtank mini a 6mg ma ogni tiro è una botta in gola insopportabile). Inoltre che batteria abbinare all'evic? Grazie mille in anticipo a tutti quelli che risponderanno!