Cerca nel Forum

Risultati per i tag ''DTL''.

Trovato 13 risultati

  1. Oumier wasp nano bf

    Atomino da 22mm col cup in Pei (non credo sia ultem) fornito di l'on bf ma senza tip single coil hadaly style. Di facile rigenerazione e dall'ottima resa ma sopratutto costa poco e non è un clone. Va davvero bene e grazie al cup plastico non scalda mai a tutto vantaggio dell'aroma. Non è un atom da guancia. Consigliatissimo
  2. The Flave RDA 24mm - Alliancetech Vapor Da quello che si legge, sembra sia un ottimo rda da flavour... 28X24 mm. in SS316 Il modder francese AllianceTech ci propone uno straordinario atomizzatore da flavour! Il deck ricorda molto qullo del Hadaly con build single coil. Il flusso dell'aria è stato ripensato per offrire la migliore resa possibile. Il deck presenta due curvature sul bordo pensate per appoggiare l'attrezzo con cui costruite le vostre coil. L'atomizzatore viene fornito con un PIN bottom feeder placcato oro. Caratteristiche tecniche - Atomizzatore RDA da 24mm single coil - Consegnato con BF Pin - Isolatori in Peek - Single coil - Facile da buildare - Deck svasato per ospitare più liquido Contenuto del kit - Atomizzatore The Flave - Pin BF placcato oro - Ultem Drip Tip http://www.alliancetechvapor.fr/accueil/101-the-flave-alliancetech-vapor.html Disponibile: http://www.vapormetal.com/home/388-alliancetech-the-flave-rda.html http://www.svapobar.it/alliance-tech/5943-the-flave-alliance-tech.html
  3. Gaia rdta by cthulhu mod.

    Gaia RDTA Cthulhu Mod. Interessante, abbinamento tra Dripper/dripper BF/Tank/tank BF, bottom Airflow più sistema stile velocity per il cloud, dovrebbe ridare una buona resa selezionabile con la regolazione dell'aria, tra Flavor e Cloud Chasing, da provare... Acquistabile Qui a 35 Eurozzi. SS304 ; Height: 40 mm.; Width: 24 mm.; Weight: 40g ; 2ml. Tank; Compresi: Pin BF (+ vite di chiusura refill); widebore drip tip + adattatore 510; extra glass, o-ring e grani. In pratica, i soliti ricambi... . http://www.cthulhumod.com/gaia-rdta/ Da quello che ho letto, sembra proprio un ottimo prodotto per aroma e costruzione, staremo a vedere...
  4. Digiflavor Bucho Flavor Sub Ohm Tank 25mm Un ottimo atom non rigenerabile per approcciarsi allo svapo polmonare e dal costo molto contenuto Premetto che non conoscevo questo atom e neanche mi sarebbe venuto in mente di acquistarlo considerando che sono passato ai rigenerabili già da un pezzo, tuttavia mi è stato dato in omaggio dal sito Efun.top insieme ad un ordine che avevo fatto e, a quel punto, ho deciso di dargli una chance e fare un tuffo nel passato dei rigenerabili. Appena giunto a casa (tra l’altro mi ha sorpreso la spedizione: 12 giorni netti) ho subito notato che la manifattura della confezione era molto ben curata. Non conosco i prodotti della Digiflavor anche se a breve probabilmente proverò il loro Siren quindi è stata la mia “prima volta” con questa ditta. La confezione contiene, oltre ovviamente all’atom con già montata la coil da 0,50 ohm, anche un vetro di ricambio, una coil da 0,25 ohm ed una decina di oring vari di ricambio. Manuale di istruzioni incredibilmente anche in italiano, anche se il funzionamento di questo atom è davvero intuitivo. Devo dire che al tatto fa davvero una buona impressione. Ottimi materiali costruttivi, discretamente pesante, diciamo che dà una sensazione di sicurezza a tenerlo in mano ed il vetro è decisamente più spesso di altri atom come ad esempio quello di un Melo 3. Non è certo un atom piccolo, 25mm di diametro, tuttavia è “alto” solamente 36mm e questo non lo rende affatto ingombrante. Ha il comodo sistema di refill dall’alto e contiene 3,3 ml di liquido. Prese dell’aria decisamente generose che consentono un buon tiro polmonare. Per questo atom esistono due tipi di coil da 0,50 (range 25-35W) per un tiro polmonare tranquillo e le 0,25 (range 35-65W) per un tiro polmonare più vivace. Drip tip con il classico attacco 510. Le prese dell'aria sono regolabili a scatto quindi, non girando su se stesse come altri atom, non creano problemi nel momento in cui si deve svitare l'atomizzatore dalla box. CONSIDERAZIONI DOPO UNA SETTIMANA DI UTILIZZO E’ da premettersi che la coil necessita di un’ottima inizializzazione: bagnare bene il cotone del foro centrale, senza far cadere gocce al centro ed anche bagnare le asole laterali con un paio di gocce. Una volta fatto ciò bisogna riempire il tank e lasciare il tutto a riposo almeno una decina di minuti così da far sì che la coil si bagni per bene. Ho anche notato che i primi tiri sanno un po’ di cotone quindi suggerisco di fare qualche tiro a vuoto senza attivare il fire. Come al solito qualche minuto di pazienza in più in fase di inizializzazione consente di allungare la vita alle coil. Devo dire che si alimenta bene, le asole sono discretamente grandi e non ho avuto problemi di alimentazione con i liquidi da me testati (da 50/50 a 70/30). Contrariamente a quanto credevo all’inizio non è un atom che scalda, tutt’altro. Diciamo che non vi ustionerete mai le labbra cosa che invece mi è capitato diverse volte con il Melo 3 (per fare un paragone con un altro atom non rigenerabile polmonare). Come tutti i polmonari consuma abbastanza ma comunque meno rispetto ad un TFV8. Il vapore che produce è corposo e cremoso e questo è decisamente l’aspetto che più me lo ha fatto apprezzare considerando che non amo il vapore secco. Nessun problema di perdite e/o di schizzi durante il mio utilizzo, anche con basi molto liquide come una 50/40/10. Il drip tip è molto confortevole, né piccolo né grande, in linea con la tipologia di questo atom. Le dimensioni di questo atom consentono di poterselo portare in giro senza problemi. Raffronto con un Ammit 22mm: CONCLUSIONI E’ un buon atom per chi si vuole avvicinare al tiro polmonare. Il costo è ottimo (15 euro), anche delle coil (pacchetto da 5 a circa 7 euro), consente di non svenarsi avendo tuttavia una buona soddisfazione di svapo. Un atom che suggerirei a chi cerca un tiro di polmone non rigenerabile a wattaggi umani da potersi utilizzare tranquillamente, quindi, anche su una box single battery. LINK (per vederlo col prezzo reale dovete fare il login altrimenti lo vedrete con prezzo più alto): ATOM: https://www.efun.top/digiflavor-bucho-sub-ohm-tank.html COIL: https://www.efun.top/5pcs-digiflavor-bucho-sub-ohm-tank-replacement-coil.html
  5. -tank -basetta rigenerabile, facile da rigenerare che non sia una "croce" da rigenerare perchè troppo cotone, poco cotone ecc - molto capiente - aromatico (caratteristica principale. il più aromatico!) grazie.
  6. Tiro di guancia vs tiro di polmone

    Buona sera a tutti, non so se l'argomento è stato già trattato, ma cercando nelle discussioni non sono riuscito a trovare nulla che mi illuminasse... La mia domanda è questa... Qualcuno potrebbe spiegarmi la differenza tra il tiro di guancia e quello di polmone? Quali sono i pro e i contro dell'uno e deel'altro? Essendo uno svapatore "di guancia" vorrei capire un pò tutti e due i metodi ... Grazie... 🙂
  7. Ciao ragazzi questa "veloce" comparativa di questi sistemi per svapo di polmoni vuole essere una semplice condivisone di quelle che sono le mie impressioni in merito, e spero che possa essere di aiuto ai vapers che utilizzano o si apprestano a farlo questi RTA per DTL. Spesso quando prendiamo di mira uno specifico atomizzatore, ci documentiamo sul forum o in rete e qualche dubbio ce lo togliamo, ma diventa difficile quando si è indecisi tra due o più RTA perché per farsi una vera idea sulle varie differenze si dovrebbe sentire la stessa fonte che avuto modo di provare gli atom a cui miriamo. Ci tengo a sottolineare che ho iniziato a svapare di polmone da inizio anno e quindi non sono certo ne un esperto e ne un “promotore” in quanto non ho nessun interesse personale in questo mondo, e quello che dico è solo frutto di una mia semplice e poco sofisticata opinione. Inoltre per contestualizzare le mie considerazioni e setup utilizzati, voglio premettere che non amo svapare a wattaggi estremi e preferisco un vapore tendenzialmente fresco/tiepido il quale mi appaga di più rispetto ad uno troppo caldo per i miei gusti, quindi sono abituato a svapare con coefficienti di Chauffe che variano da 0.2 a 0.25 W/mm2 a seconda del tipo di atomizzatore. Quando svapo i due aspetti fondamentali che cerco sono in primis una buona resa aromatica e un vapore denso o cremoso, i consumi,la facilità di rigenerazione e la quantità di vapore sono aspetti che reputo del tutto marginali. Spero che questo lungo post possa essere di aiuto a qualcuno per sciogliere qualche dubbio sul RTA più adatto alle proprie esigenze e spero che non sia considerato un “doppione” dei vari topic dedicati ai singoli atomizzatori in questione, ai quali invito tutti gli interessati a prenderne parte per avere maggiori dettagli e in modo da non appesantire il forum. Chi invece avesse altri confronti da aggiungere o pareri diversi dai miei, mi farebbe piacere sapere anche la vostra opinione. Le misure sono espresse in millimetri e l'altezza è misurata escludendo il connettore che si avvita alla box(non come fanno alcuni shop) ma includendo il drip tip proprietario,quindi l'ingombro totale che si ha sulla box una volta montato l'atomizzatore. Il diametro del tip è quello esterno. da sinistra a destra : goblin mini, tornado nano, crius v3, vcmt 25 , griffin 25, aromamizer supreme 7ml GOBLIN MINI – 1° versione clone FT misure e capacità: D 22 mm ( 10 mm il tip) - H 40 mm – 3 ml – 30 Gr contenuto packaging: atomizzatore,tank ricambio,drip tip vetro ricambio,adattatore single coil,adattaore drip 510,oring,viti e cacciavite descrizione: atomizzatore minuscolo con deck a 4 torrette serrabili con vite dall'alto. Il deck è ovviamente di dimensioni contenute e quindi non permette tante soluzioni di build. La regolazione dell'aria avviene con una levetta inferiore che avvolge il pin dell'atomizzatore, soluzione singolare che mette a repentaglio la verniciatura della box ad ogni avvitamento. Anche il refil avviene dal basso, dove troviamo posizionata una vite apposita in stile kayfun lite plus. L'atomizzatore non presenta una regolazione del liquido. Il piccoletto è indicato per uno svapatore di guancia che vuole approcciarsi al tiro di polmoni, ed è questo il motivo principale per cui è stato il mio primo RTA. Questo perché ha un tiro tendenzialmente contrastato anche alla massima ariosità, lo si sfrutta bene a wattaggi tutto sommato moderati e non ha dei consumi eccessivi. Il vapore che restituisce è abbastanza “cremoso”, ma la resa aromatica e la produzione di vapore sono modesti per questo tipo di atomizzatori. La qualità costruttiva del mio clone, ma non credo che l'originale si tanto meglio, è approssimativa. La levetta che regola l'aria è ballerina,la vite che permette il refil due volte su tre si avvita storta e in generale sembra un giocattolino pronto a rompersi. La rigenerazione non è semplicissima, sopratutto non è facile trovare la giusta quantità di cotone da utilizzare e come posizionarlo, con questo atom perdite abbondanti o secche sono sempre dietro langolo finche non si trova la quadra nel wicking. Un problema invece che non è risolvibile è la tanta condensa che lascia sulla box a causa di come è stato studiato l'ingresso dell'aria che avviene proprio da sotto la base dell'atom. Come indicato nella descrizione del packaging, viene fornito un riduttore per utilizzarlo in single coil, e forse proprio questo tipo di utlizzo lo rende adatto per passaggio da MTL a DTL, anche se io lo preferisco in dual coil,nonostante surriscaldi motlo a causa delle dimensioni minuscole. Setup che preferisco : dual coil, 8 spire di KA1 0.36 mm su punta da 2,5 mm con res finale da 0.58 ohm svapata a 32 W. VCMT 25 mm – clone 1:1 di FT misure e capacità: D 25 mm (14 mm il tip) – H 57,6 mm - 6,5 ml – 90 Gr contenuto packaging: atomizzatore,tank di ricambio,brugola,cacciavite,grani,oring,wire bore di ricambio in PMMA descrizione: atomizzatore molto arioso con deck in stile velocity spazioso , adatto al cloud chasing spinto. La regolazione dell'aria avviene tramite rotazione della ghiera che scorre intorno a delle generosissime asole, che areano altrettanto generosissimi canali che portano l'aria alle coil. La regolazione del liquido invece c'è, ma è come se non ci fosse, nel senso che è gestita tramite un anellino che va regolato in fase di rigenerazione, che poi una volta impostato e chiuso il tank non è più modificabile se non svitando nuovamente la base. Non prorpio comodo quindi. Il refill avviene dall'alto,svitando il wide bore e inniettando il liquido in un'asola di buone dimensioni. Questo atomizzatore è stato probabilmente il primo vero e proprio RTA da cloud spinto, i suoi successori ne hanno un po' copiato e forse migliorato le caratteristiche. Io con questo monello ho un rapporto di amore ed odio, e più che altro mi fa tanta rabbia, perché avrebbe la stoffa del fuoriclasse abbinata a dei limiti palesi. É come quando a scuola dicevano ai miei genitori “suo figlio è molto intelligente ma non si applica abbastanza” e loro si incavolavano. Per sfruttarlo al meglio va spinto, non si può pensare di svaparlo a 50 w con coil da 0.40, perché non è il suo habitat, è un puro sangue da corsa, il trotto per quanto ti impegni non lo fa volentieri. Questo perché sia i canali dell'aria e di pescaggio del liquido sono studiati per coil molto spinte, altrimenti si rischia di sovralimentarlo e di tirare troppa aria in funzione del vapore prodotto,rendendo la svapata aria fritta poco consistente ed aromatica. Se settato in modo corretto, questo atom restituisce un vapore cremoso, molto abbondante e con un aroma eccezionale.probabilmente da questo punto di vista è il mio preferito,ma purtroppo i suoi lati negativi che ora vi indicherò mandano tutto in malora. Questo atom consuma una quantità impressionante di liquido,superiore a tutti gli rta provati e anche di gran lunga in alcuni casi( con lui potete vedere sparire 6 ml di liquido in 10 minuti). inoltre anche se cotonato alla perfezione un po' di perdite se lasciato sdraiato per qualche decina di minuti le ha. Il Problema più grande è l'eccessiva produzione di condensa, che ti porta a dover asciugare la box ogni 4/5 tiri. La rigenerazione è resa facile dal deck in stile velocity ed anche il wicking dopo un paio di tentativi diventa semplice,in quanto basta mettere un quintale di cotone e lui lavora bene a prescindere. Setup che preferisco: dual coil, 8 spire SS316L 0.60 mm su punta da 3 mm con res finale da 0.13 ohm svapati a 90 w CRIUS V3 – clone di FT preso sul mercatino (in foto con drip sostiuito per rottura dell'originale) misure e capacità: D 22 mm (12,9 mm il tip) - H 61,4 mm – 4,5 ml – 54 Gr contenuto packaging: nessuno nel mio caso descrizione: atomizzatore con deck velocity stiled non eccessivamente grande adatto una uno svapo polmonare soft. A differenza dell'atom precedente , in questo caso il crius è adatto per un vaper a cui piace uno svapo polmonare non eccessivamente arioso con coil da circa 0.5 ohm. Questo perchè sia i fori di peschaggio del liquido che le asole dell'aria sono di dimensioni contenute,entrambi regolabili in pieno stile RTA con la rotazione del camino e della ghiera per l'aria. La regolazione è fluida e molto comoda. Il refill avviene sollevando la sezione alta del tank che scopre un'asola laterale di medie dimensioni, ma abbastanza grande per ricaricare senza troppi problemi con vari tipi di boccette. Su questo atom si può sostiure il drip tip proprietario che in vetro con uno a nostro piacimento con attacco 510. la qualità costruttiva di questo clone è pessima. Sembra fatto tutto di alluminio o forse anche peggio,di acciaio ha solo il deck (per fortuna) e tra la base e la ghiera dell'aria spesso si registrano perdite di qualche gocciolina di liquido. Ho provato a smontare il pezzo per verificare gli oring,ma i due pezzi non sembrano essere scindibili . Allo svapo restiutisce una discreta quantità di vapore,anche abbastanza denso ma non troppo aromatico. Si rigenerà molto facilmente, qualsiasi tipo di setup(sempre non eccessivamente spinto) sembra calzarle a pennello, e anche nel cotonarlo è un tipo “da bosco e da riviera” le va bene un po' tutto....è accomodante. Lo trovo un atomizzatore adatto da portare in giro perché è leggero,poco ingombrante e consuma molto meno di altri rta provati. Setup che preferisco: dual coil, 8 spire di KA1 0.36 mm su punta da 2,5 mm con res finale da 0.58 ohm svapata a 35 W. GRIFFIN 25 by Geekvape senza top airflow misure e capacità: D 25 mm (13,6 mm il tip) – H 58,5 mm – 6,2 ml – 80 Gr contenuto packaging: atomizzatore,brugola a croce con cacciavite,tank di ricambio,oring,grani e adattatore single coil descrizione: atomizzatore molto simile al VCMT con deck in stile veliocity spazioso e discretamente arioso. Rispetto al VCMT troviamo una regolazione del liquido efficace con rotazione del camino,una regolazione dell'aria che avviene a scatti e non a rotazione libera, dei fori interni dell'aria di dimensioni più contenute e delle asole per il top refill molto ampie e comode. Per il resto sembra essere il fratello meno performante, ma più comodo dell'altro atom citato. Il tiro è arioso ma si regola bene, quindi si può svapare tranquillamente con configurazioni anche meno spinte. I consumi sono nella media,una via di mezzo tra crius e vcmt 25. la resa aromatica è buona,cosi come anche la produzione di vapore, che però non trovo particolarmente denso. La qualità costruttiva non è certo eccelsa, ma per il costo di un prodotto originale ci può stare tutta. Atom molto comodo perché totalmente esente da problemi di perdite o condensa,facile da rigenerare e cotonare e con un estetica accattivante. L'unico difetto che forse affligge questo atom è un tiro un po' “forzato” se pur arioso. Non so come spiegarlo,ma la sensazione è che si debba tirare più forte per aspirare bene il vapore. Per il resto lo trovo un ottimo atom rapporto qualità – prezzo. Il refill ovviamente avviene svitando il cap con tip e inniettando nelle enormi asole superiori. Setup che preferisco: dual coil 6 spire di clapton KA1 0.25/0.40 su punta da 3 mm, con res finale 0.46 ohm svapata a 55 w AROMAMIZER SUPREME by steam crave versione 7 ml misure e capacità: D 25 mm (14 mm il tip) - H 63,9 mm – 7 ml – 78 Gr contenuto packaging: atomizzatore,tank ricambio,brugola,oring,grani e rivetti (quelli che tengono unite le sezioni dell'atom nella fase di regiolazione del liquido) descrizione: questo atomizzatore viene definito RDTA perché a differenza degli altri descritti è concepito con architettura differente che lo avvicina un po di più ad un dripper col tank sopra. In pratica il liquido scende lateralmente alle coil,nella parte periferica del deck,fino a giungere in fondo alla base dove viene ripescato attraverso quattro fori,posti nella parte bassa del deck,dal cotone delle coil. Se vogliamo è un po' la dinamica dei sistemi bf ma il liquido invece che dal basso arriva dall'alto,ma il cotone delle coil lo assorbe con lo stesso principio. E' un atom più complesso degli altri si smonta in 10 pezzi,e le sezioni della parte centrale deputate alla regolazione del liquido sono tenute in asse da dei minuscoli rivetti,molto facili da perdere che per fortuna sono presente nei ricambi in dotazione. Il deck stile velocity è spazioso,può essere rigenerato sia in orizzontale che in verticale,ed è proprio quest'ultima la confugurazione che preferisco e che lo contraddistingue. L'atomizzatore presenta sia la regolazione del liquido che quella dell'aria, gestibile con delle sezioni del tank che girano molto “fine” ed efficaci ma purtroppo in modo poco fluido. Questo è primo sintomo di una qualità costruttiva che mi aspettavo molto superiore. Non è solo la rotazione delle regolazioni che mi fa affermare questo, si aggiunge anche le filettaiure non perfette in ogni sezione dell'atom e soprattutto i segni che servono come indice di regolazione del liquido stampati con tinta colore silver, già sbaffati in partenza, e sicuramente destinati a cancellarsi. Vale il discorso del griffin 25 sul rapporto qualità-prezzo per un originale,ma da questo atom mi aspettavo molto ma molto di più. Il refill cosi come in griffin,vcmt etc., avviene dall'alto con modalità “standard” si svita il cap e si liberano le due agrandi asole per ricaricare. Il drip tip , molto largo, è sostituibile in quando è un normale 510. La rigenerazione è motlo semplice, sia in verticale che in orizzontale,basta solo stare un minimo attenti a ricoprire con la giusta quantita di cotone i fori da cui pesca il liquido,ma si rigenerà molto velocemente. L'atom consuma molto,tiene testa al VCMT, e forse per questo cosi come lui ha un vaopre molto cremoso,abbondante e con un aroma eccezionale. Il tiro anche ad aria tutta aperta non è eccessivamente arioso,e comunque come detto la regolazione è efficace. setup che preferisco: dual vertical coil 8 spire Kantal A1 0,64 mm su punta da 3,5 mm per una res finale 0,25 ohm svapata a 90 W TORNADO NANO by Ijoy misure e capacità: D 24.2 mm (13.3 mm il tip) - H 45,9 mm – 4 ml – 56 Gr contenuto packaging: atomizzatore,tank ricambio termosensibile,oring,brugola,grani,chip-coil (head già fata con ceramica),inutile drip tip vecchio stile tipo tank boge f16 per chi se lo ricorda) descrizione: piccolo RTA molto carino con deck velocity rivisitato (le torrette hanno una conformazione leggermente diversa e i fori superiori si stringono dall'alto). nonostante le dimensioni dell'atomizzatore il deck è bello spazioso (18,6 mm) e il pin è dichiarato come placcato oro 24K(così dicono..) L'atomizzatore è dotato di top refill esattamente come il griffin 25, ampio e comodo,e regolazione dell'aria in pieno stile RTA con ghiera sulla base. Non ha regolazione del liquido, che per quanto mi riguarda è utile solo in fase di refill, e comunque ricaricato con accortezza come ormai sono abiutuato a fare non perde una goccia. consumi ragionevoli e produzione di condensa nella norma. Nonostante le piccole dimensioni il "tornadello" fa lo spavaldo, grazie ad una generosa ariosità e un drip molto largo anche se oggettivamente troppo corto ( le labbra toccano sempre il cap superiore durante lo svapo). Potrebbe essere spinto abbastanza,ma data la scarsa distanza tra il camino ed il tank (vetro) e la poca strada che deve compiere il vapore per giungere in bocca credo che salendo troppo di watt il vapore e l'atom stesso potrebbero diventare roventi. ad occhio e croce, e mi riservo di provarlo con vari setup avendolo ricevuto da poco, credo che regga 50/60 W massimo per uno svapo piacevole, oltre questo limite ho dubbi. Si rigenera comodamente come ormai tutti questi atom, e la cotonatura non richiede particolari atenzioni. esteticamente sembra un griffin 22 mm in miniatura,a me piace molto. la qualità costruttiva è nella media, anzi considerando il costo (18 $ in cina) l'unica pecca che le imputo è la sezione del camino che circonda le coil che è di una lamierina sottile sottile, per il resto non sfigura poi tanto con atom più costosi. Il tank termosensibile è nero a temperatura ambiente e diventa bianco surriscaldandosi,questo genera una colorazione bicolore durante lo svapo e indica il livello del liquido residuo nel tank(la parte contenente liquido è mantenuta più fresca da quest'ultimo e quindi non varia colore, mentre quella vuota si) la resa è una via di mezzo tra il crius e il griffin 25 mm, sia come aroma, corposità e quantità di vapore. Lo trovo un atom funzionale e comodo da portare in giro consapevoli che i "primi della classe" sono altri, ma più costosi,dispendiosi in termine di consumi e giganti. setup che preferisco: dual coil 8 spire Kantal A1 0,40 mm su punta da 3 mm per una res finale 0,55 ohm svapata a 45 W Il prossimo acquisto al rientro dalle vacanze sarà il MORADIN 25, e per il momento credo che con gli RTA mi fermo un attimo perchè non vedo nessuna novità interessante rispetto a quello che già ho provato....e poi io e la mia amica bertuccia abbiamo deciso di tornare al BF visto che adesso stanno uscendo diverse soluzioni anche per gli svapatori di polmoni e con prezzi molto interessanti. siamo tipi un pò irrequieti... sperando di aver fatto cosa gradita vi allego un link di un video trovato sul tubo dove un altro vaper parla di alcuni degli atomizzatori sopradescritti. buone ferie
  8. Ciao a tutti spero che questo sia la sezione adatta per questo genere di discussioni .😅 Premetto che sono entrato da poco nel mondo dei BB, comunque volevo chiedere consiglio per l acquisto di un nuovo atomizzatore ( tank ) in quanto dopo aver acquistato lo starter kit della kangertech precisamente il TopBox mini da 75 w ho notato che l' atomizzatore che era compreso nella confezione perde liquido dai fori dell' aria e quindi vorrei sostituirlo con un atomizzatore con buone prestazioni adatto al Temperature Control e a un tiro di polmone 😀
  9. Nuovo atom da polmone

    Ciao a tutti, ho usato per mesi un Melo 3 della eleaf con il quale mi sono trovato benissimo, ed attualmente ho un subtank mini della Kangertech con cui mi trovo davvero bene. Sto cercando un nuovo atom per tiro di polmone, con coil prefatte. Quale mi consigliate? Grazie in anticipo a tutti!
  10. Scusate se apro una discussione, ma a forza di cercare tra forum e Internet mi sta savapando anche il cervello. Vi spiego la mia situazione, sono in possesso della evic vtc VTwo mini presa in kit con cubis,di cui ho provato tutte le coil e solo quella in ss da 0.5 mi ha soddisfatto. Tutte le altre indecenti come aroma. Di conseguenza ho pensato di cambiare atom con qualcosa di più performante e rigenerabile. Ho bisogno del vostro aiuto per capire cosa comprare. -Tiro da polmoni. -ovviamente buon aroma. E mi piace giocare con il vapore e fare in abbondanza. -Che sia piccolo, la maggior parte dei gg non finisco nanche il tank del cubis (che è da 4ml se non sbaglio) preferisco riempire 3 volte nei giorni dove svapo di più, ma portarmi dietro di qualcosa di più contenuto in dimensioni. -per la rigenerazione non credo di aver problemi, una volta che conosco il procedimento corretto, sono bravo a metterlo in pratica solitamente. Faccio spesso lavoretti di elettronica ecc ecc. Poi ditemi voi. -Che vada bene per la mia box evic vtc VTwo mini 75w max ma preferirei stare più basso con la potenza. Diametro 22 -direi che non consumi troppo in liquido, ma so che è impossibile. Vi ringrazio in anticipo! Potete anche dirmi cosa mi serve per rigenerare? (steumenti) il minimo indispensabile. E se esiste una guida generica sul rigenerare atom, così da imparare termini corretti di materiali e strumenti.
  11. Iniziare a rigenerare

    ciao Attualmente faccio pratica con il TC su una istick pico,con atomizzatore melo3 mini. Sto iniziando però a pensare che un nuovo atom più performante, magari in grado di produrre più vapore e reggere più watt potrebbe essere un'aiuto, così ho deciso di inoltrarmi nel mondo della rigenerazione. Vorrei qualcosa adatto al tiro di polmone, che sia rigenerabile e magari disponga anche di coil già pronte. Considerando che mi piacciono i nuvoloni e che sono disposto anche ad acquistare un nuovo PV o BB voi cosa mi consigliate?
  12. Passaggio da "guancia" a "polmone"

    Ciao a tutti, mi sto interessando al tiro di polmone,ed ho appena acquistato una Evic VTC mini che sto usando per tiri di guancia con un GS Air 2 tutto aperto (Nicotina 12 gusto tabaccoso) e volevo provare un atom intermedio,che mi permettesse di passare dal tiro attuale ad uno polmonare. Esiste un ibrido che non devo gettare via se in caso il tiro polmonare non fa per me? Possibilmente che abbia un montaggio di assieme migliore della mia configurazione attuale.....in questo momento con l'atom alto e sottile sopra una box del genere lo vedo "fragile" ed ho paura di spaccare qualcosa....! Grazie mille in anticipo
  13. Migliori atomizzatori

    Salve a tutti chiedo a voi e lo faccio sottovoce ... Questa è la 3 volta che mollo le ( ma edette ) e sono convinto sia la volta buona ... Ho iniziato con una smokis pulse 3 anni fa poi mollata per le (maledette) 7 mesi fa ci ho riprovato e poi nulla di nuovo con le ( maledette) .... 2 settimane fa mi sono convinto ... Per la salute e per i 3.800 euro annuì in ( maledette) fra me e mia moglie ... Ho acquistato su internet la joveteck evic vtc mini con firmware 3.0 con atom tron-s .... Beh sono al 7ettimo cielo .... E sto convincendo mia moglie .... Per ora non mi interessa coil rigenerabili e cose strane ... Ma volevo comunque chiedere se ci sono atomizzatori migliori del tron-s ( mi trovo molto bene ) svapo con resistenza 0,5 a 11-11,5 w e aspiro di polmoni con aria tutta aperta .... Il negoziante del mia paese mi vuole vendere il cubis .... Ma leggevo che ha problemi di schizzi di liquido caldo in bocca e questo non lo voglio .... Scusatemi ma usando l'opzione cerca ... Non ho trovato risposte esaurienti .... ( premetto che a me non interessa ricreare nebbie tipo pianura padana in inverno .... Mi interessa svapare con calma e piacere di polmoni lasciandomi quasi 20 anni di maledette alle spalle ) GRAZIE per l'aiuto