woody70

Utente
  • Numero contenuti

    21
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

7 Positiva

Su woody70

  • Compleanno 16/09/1970

Informazioni su di te

  • Città Verbania
  1. Geek vape ammit RTA

    Come ho scritto più su, ho trovato la mia dimensione con 6,5 spire di SS316L su punta da 3 leggermente spaced per 0,5 ohm cotone native platinum che però non taglio, una volta infilato nella resistenza, lo sfilaccio fino alla lunghezza larghezza opportuna, lo adagio nelle vaschette ed a 23-30W va che è una meraviglia, ne scoppi, né sputi, durante il tiro, fa un rumore che mi ricorda la pipa, sembra fare le fusa... per quanto riguarda le perdite, non ne go mai avute. Suggerisco un piccolo stratagemma che uso con il griffin25+ che al contrario qualche perdita ogni tanto me la da. Io procedo cosi: chiudo aria e liquido, faccio refill, chiudo il cap e lo metto sottosopra, quando il liquido è sceso tutto, apro aria e liquido e dopo due tre secondi lo metto in posizione. Non so se sia necessaria questa procedura ma come ho detto a me non ha mai perso nemmeno una goccia, nemmeno nei cambi di pressione dovuti ai trekking in montagna, dove il griffin ho deciso di non portarlo piu.
  2. Son 4 giorni che mi è arrivato il tanto rinomato moradin 25 color SS. Le prime impressioni sono state abbastanza positive, dico abbastanza perche appena tolto dalla scatola ho subito notato la differenza costruttiva rispetto a griffin+ e ammit. Soprattutto nel peso e nel movimento poco simmetrico della chiusura aria/liquido. Le aperture dell'alimentazione sono quasi perfettamente allineate, manca poco più di un mm alla perfezione, gli o-r ci sono tutti e sono al loro posto. Quindi lho lavato per bene e lo ho rigenerato con 7,5 spire di nichelcrome mi sembra 40 o 60 da 0,40 su punta da 2,5 se non ricordo male la resistenza era da 0,4 ohm. Fin dalle prime svapate, mi son dimenticato di quelle piccole pecche, ho fin da subito notato quanto veritiere fossero le affermazioni che dicono del moradin, che è il signore del flavor chasing... Mi è sembrato che accentuasse un po troppo le note dolci dei niei tabaccosi home made, ma ragazzi, ho rimesso quasi subito il kayfun5 nella sua scatola e mi sa che lo andro a rivendere... Da venerdi, ho provato varie rigenerazioni anche su punta da 3 con ss316L e ka1 e devo dire che la sua massima espressione IMHO e restare sui 0,40/50 ohm quindi per forza di cose a meno di non usare fili molto sottili, si va di ka1 da 0,41, Nella fattispecie, 8,5 spire su punta da 2,5 (con la 3 su questo atom non mi son trovato bene) per 0,52 ohm le resistenze le tengo piuttosto basse, diciamo al livello dei fori sotto delle torrette, cotonato con native platinum, con muji non mi è piaciuto, e mi sto godendo l'altra faccia dei miei liquidi. Per quanto riguarda le perdite.... Perdite?? mai avuta una perdita, nemmeno alla prima rigenerazione quando ancora non ci avevo preso la mano e il cotone lho buttato dentro alla membro di segugio... Ho provato con tanto cotone, con poco, baffi lunghi, corti, li ho pettinati, gli ho fatto anche la permanente... Ma di perdite nemmeno l'ombra, solo una microgoccia ogni tanto di condensa. Più che altro, cambiando cotonatura, ho notato una variazione di hit e che tende a scoppiettare o sputare, soprattutto con resistenze con poche spire e piuttosto distanziate. La ricarica poi.... Una goduria...! Venendo dal griffin dove bisogna chiudere le asole del liquido, a volte risulta un po duro il sistema, refillare, capovolgere, aprire alimentazione ed aria, aspettare un paio di secondi e riportare in posizione... Con Questo moradin, non vedi l'ora l'ora di refillare... Un gesto e chiudi aria e liquido, carichi, apri e godi... E meno male che è così visto che se si alzano un po i watt consuma come una petroliera col serbatoio bucato. In verità consuma meno del griffin dove è piu probabile spingere con resistenze basse e tanti watt, questo invece deve andare tranquillo 30-40 massimo 50 watt e la sua dimensione, dove regala svapate davvero appaganti, degne del tanto rinomato k5. Credo proprio che la ceramica sia la discriminante, quello che gli da una marcia in piu. scusate la lungaggine, ma sono davvero entusiasta di questo moradin 25 tanto che sto meditando di prenderne un altro vedi mai che si dovesse danneggiare per qualche motivo. Una cosa negativa e proprio il famoso o-ring sul dec, se non si presta attenzione, è facile perderlo con le conseguenti pisciate. A proposito di o-ring, voglio quanto prima cercarne di migliori, visto che quelli in dotazione sembrano proprio economici. Poi ragazzi, sulla predator grigio nera fa una gran bella figura. E date le resistenze poco energivore anche sulla pico 25 nei miei trekking fa la sua bella figura in leggerezza. consigliato, anzi consigliatissimo! per il prezzo poi....
  3. Geek vape ammit RTA

    Certo, ti ringrazio, lungi da me fare il saputello dopo poco più di un mese che ho cominciato con lo svapo. Clapton a dire io vero ho provato a farne ma non mi hanno entusiasmato così non ho nemmeno approfondito più di tanto. Quando poi ho fatto la res che ho detto in Ss, trovando risposta alle mie esigenze, non ho più sperimentato altre rigenerazioni. In soldoni, non metto in dubbio cio che dici, solo che con quel setup ci faccio una giornata piena con ottimo flavor e reattività. Quindi mi può bastare. Certo non escludo ulteriori sperimentazioni...
  4. Geek vape ammit RTA

    In generale può darsi, amzi non discuto, ma con quel tipo di res ci faccio abbondantemente una giornata circa 4 ricariche. Con kanthal a1 mi son trovato abbastanza bene con 5.5 spire su punta da 3 di 26ga per 0.8ohm a 17-20W andava bene. Ma ti dirò che con l'acciaio, a mio gusto, ho trovato la quadra tra flavor, consumi e reattività. Il ka 28ga non mi sta simpatico, non mi trovo proprio... Con il 24 devo alzare troppo i watt, 22 manco a parlarne... Quindi credo proprio che continuerò così, in fondo in tutto questo, ho capito che entra in gioco parecchio la soggettività.
  5. Geek vape ammit RTA

    Buonasera ragazzi, da qualche giorno sono felice possessore di un ammit 22. Inizialmente ho sperimentato diverse build copiando anche da questa discussione, spaziando tra SS e kanthal, micro e spaced, normali e composte (clapton e twisted)... Il mio scopo era quello di avere un piccolo compagno da tutto giorno che non mi prosciugasse la batteria della pico 25 e la scorta di liquidi (per quello ho il griffin 25+ su predator) per la prima aspettativa ho risolto, per la seconda invece aimé solo in parte. Vi dico quindi con che rigenerazione mi son trovato meglio raggiungendo IMHO un buon compromesso, ossia microcoil 6,5 spire di SS 316L su punta da 3 per 0.5 ohm la spingo dai 25 ai 30 Watt e per i miei gusti e usando macerati fatti da me, mi trovo davvero bene, anzi il liquido sembra di berlo tanto è presente l'aroma. Per la cotonatura ho preso spunto da questa discussione (chiedo scusa ma nin ricordo chi l'ha scritto) dive si suggeriva di far cadere il cotone appena sotto il bordo del dec senza toccare il fondo, al massimo appena sfiorato. Ovviamente la quantità deve essere appena sufficiente a far si che il passaggio nelle spire sia appena forzato, all'inizio esageravo ed il flavor era molto inferiore ad ora, pettinato leggermente sulle punte e tagliati i lati in modo che i due baffi siano dritti e non allargati sulle punte. La posiziine della resistenza rispetro ai fori dell'aria deve essere centrata rispetto a quelle sotto e ad una altezza tale da consentire che l'aria fuoriuscendo da quelle frontali non la colpisca in centro, ma leggermente sopra di striscio, quindi direi ad una altezza di 2 o 3 mm dai fori sotto. Ovviamente bisogna essere delicati nel posizionamento per non schiacciare il cotone compattandolo troppo. Alterno attivazioni e inumidimenti per diverse volte in modo che sia praticamente pronto quando comincio a svapare. Dimenticavo, come cotone mi trovo meglio con il native weck platinum, ottima resa, buona capillarità e rodaggio molto veloce. Con il muji non ho molto feeling sia come resa che come capillarità, però anche questo si roda velocemente. Un piccolo consiglio se mi permettete, se usate il native weck, partite bassi con i watt, tipo 15 o poco più, così non sarà troppo fastidioso il gusto che restituisce le prime svapate, alzate gradatamente man mano che diminuisce il distaccio fino ad arrivare ai watt di regime. Scusate se sono stato prolisso, ma spero di avere fatto cosa gradita. Dopo questo pippone, se ancora no riuscite, non mi resta che venire di persona a buildarvelo in cambio di una birra... 😀 Ovviamente scherzo... Buone svapate con il vostro nuovo ammit. Per me è promosso.
  6. La durata si aggira sui 3o4 secondi con tiri non troppo decisi. L'aria la chiudo di uno scatto ed il top air flow lo chiudo di uno, anzi con questo ci gioco abbastanza perche a seconda della posizioneescono note diverse di aromi. per il resto non so che dirti se non che metto un pre hit a 60W con 0.7 secondi, ma non credo che cambia molto se non per la reattivita... Le leg vengono lunghe perché posiziono le spire sul centro dei fori di areazione a circa 3mm sopra di questi. le spaced, a dispetto di quato ho letto non è che mi restituiscano un maggior flavor. Il vantaggio sta nella fase di rodaggio durante la quale non si creano hot spot. Tendo quindi a creare microcoil o spaced a meno di un millimetro tra le spire. Ho un ordine in arrivocontenente anche un rocchetto di kanthal 26ga vediamo come procedere. Comunque si, mi piace il vapore tiepidino, trovo tra laltro che sia il sistema migliore per rendere i fermentati tabaccosi al meglio.. ho provato a portare i watt al minimo dichiarato da vape tool per queste res. Cioe a 57W arrivando anche 60, ho aperto tutta l'aria sotto ed ho allungato la durata dei puff. Così facendo ho perso qualcosina di alcuni aromi, ma nel complesso ritengo sia ancora un ottimo svapo...
  7. A questo non avevo pensato. Premesso di spire con kan. 24ga, nel griffin di spire ce ne starebbero anche piu di 9, ovviamente sto parlando di microcoil. la questione invece dellaccensione parziale delle resistenze, non capisco allora perché, usando lo stesso filo, nello stesso atom, però facendo anche resistenze da 5 a 8 spire, spinte con i watt consigliati dai vari calcolatori, non ho lo stesso appagmento, cosi torno sempre alla mia 9 spire. Mi sono trovato bene anche con dualcoil SS 316L 24ga 6 spire punta da 3, usata anche in TC e mi ero trovato comunque bene... forse la mia inesperienza e le numerose build fatte hanno creato un po di confusione, anche se il palato non mente...
  8. Azz, non ti si può nascondere niente... 😇 comunque è vero mi sono dimenticato di specificarlo.. Si mi dice che sto svapando a 0.13 W/mm^2
  9. Il famoso calcolatore dice che sto godendo a 0.12
  10. E li rinnovo ancora.. L'importante che non sia io, la fava...
  11. Grazie, come intuivo, le variabili in gioco sono talmente tante che un semplice calcolo di resistivita per watt non può essere uguale su tutti i sistemi. In verita lo accennava anche latore dela guida.
  12. Innanzitutto faccio i complimenti all'autore di questa utilissima guida. però ho un quesito da porvi. Ho creato la mia rigenerazione preferita, kanthal A1 24ga 9 spire su punta da 3 ottenendo i soliti 0.43ohm le uso su griffin 25 plus caricato con un macerato di tabacco fatto da me. Ci svapo a 47-50W con estrema soddisfazione, ma secondo il calcolatore il coefficente sarebbe di 0.13 quindi troppo basso... La questione è che a 60W mi si appiattisce tutto l'aroma. Fermo restando che di quello che dIce un calcolatore poco mi importa, mi piacerebbe capire come mai. ha forse a che vedere con il rapporto che hanno tra loro camera di vaporizzazione, resistenza, dimensione del dec, tipo di liquido ecc? oltre alla percezione e gusto del tutto personale. ps seguendo il suggerimento per il giusto coefficiente, ho svapato per un po a 65W ed in verità, con molta soddisfazione (credevo), se non fosse che quando sono sceso coi watt per attenuare il gustaccio che ha il native wick durante il rodaggio, ho scoperto che intorno ai 50W avevo una resa decisamente superiore.
  13. Primo acquisto

    Ciao filippo, con nautilus sia 1 che 2 ho provato le 1,8 le1,6 sia BVC che dual, 0,15 ni200 e ovviamente le 0.7... E udite udite, nonostante tutti dacantino le 1,8 per l'aroma restituito, io con le 0,7 a 22-23W avevo trovato la mia dimensione... Vapore ed aroma a non finire. Certo con il nautilus 2 l'autonomia era un po ridotta cosi ho preso il vecchio da 5ml ed ho risolto. Per la batteria non c'è problema, con una di scorta uscivo la mattina ed ero a posto fino alla sera, ovviamente mi portavo anche un flaconcino da 10ml per i rabbocchi... ora però mi son buttato nel mondo dei rigenerabili e mi sto divertendo un mondo, con grosse soddisfazioni...
  14. Griffin - tutte le versioni

    buonasera compagni di svapate... Da un paio di settimane sono felice possssore di un griffin 25 plus. Come è accaduto a parecchi di voi, la presentazione è avvenuta con una bella pisciata. Colpa mia perché da perfetto niubbo mi ero dimenticato di chiudere alimentazione ed aria ed effettuare la decompressione dopo il refill. Ammetto che mi è servito a non commettere più lo sbaglio. veniamo al dunque. Questo è il mio primo atom da polmone e primo rigenerabile. Devo dire che mi diverto un sacco a provare diverse resistenze e cotonature, tanto che ne avro fatte una 30ina, giocando tra kanthal e acciaio 316L mi son divertito a crearmi anche delle clapton usando canthal A1 24*28 ed acciaio kanthal 24*28... Ho spaziato da valori di 0.15 a 0.7 ohm. E tra le tante provate il mio setup preferito è 9 spire di kanthal A1 24ga su punta da 3 dual coil per un valore di 0.43, a 58-65W mi trovo veramente bene. Uso liquidi fatti da me 60-40 con macerati fatti in casa e mi trovo da dio... Come cotone da prima ho usato il muji in pad, comodo perché una volta capito la larghezza da utilizzare, tutte le rigenerazioni avvengono con la stessa quantità. Come aroma però non mi ha entusiasmato, tanto che ho acquistato il native week platinum, un po più complicato dosarlo, io ne taglio un pezzo lungo circa 5cm e lo divido in due e da questa dose ricavo i due baffi da usare. A differenza del muji ci mette di piu a rodarsi ed i primi tiri rilascia un gusto davvero pessimo, io ho attenuato settando per i primi puff i watt al minimo ed appena sparisce il gustaccio, li porto al valore di regime. La rigenerazione la trovo facile e veloce anche per chi è alle prime rmi come me. scusate se mi son dilungato ma, mi piacerebbe che quanto da me riportato possa servire da spunto per chi non ha idea di come rigenerare questo ottimo atom.
  15. Goon RDA - tutte le versioni cloni

    Piccole considerazioni dopo aver provato il nuovo goon 24 custom 528... WOOOOOW non ho parole! Comincio con il dire che l'ho motorizzato con 5 spire di kandal A1 da 24gauge su punta da 3. Quindi ho ottenuto un 0.26ohm... A 60W mi sono divertito davvero tanto e il flavor è davvero notevole, anzi alcuni liquidi che con il nautilus non mi piacevano, con il goon in quella configurazione hanno assunto un altro carattere. Peccato che la mia povera pico 25 dopo pochi svapi diventi calda come un ferro da stiro e la batteria scende a vista d'occhio... quindi ho deciso di passare ad un 30ga che con 4 spire ed una resistenza di 0.74ohm mi permette di svapare dai 16 ai 32W così da godermi il mio goon più a lungo e senza troppi surriscaldamenti, a tutto vantaggio del mio hardware. secondo voi faccio bene? O sto sbagliando qualcosa?