mocassino

Utente
  • Numero contenuti

    601
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

353 Buona

1 Seguace

Su mocassino

  • Livello
    vapor lover
  • Compleanno 18/11/1974

Informazioni su di te

  • Città Roma

Visite recenti

2364 visite nel profilo
  1. Dry burn si o no?

    Scherzi a parte, ovviamente il discorso di @seven non fa una piega, tuttavia la curiosità è lecita. Come detto, io non faccio il dryburn perché lo trovo scomodo e a me costa meno (fatica, tempo, spazio mentale, nonché economicamente non ci perdo granché) riarrotolare il filo, che sia 20GA su aromamizer plus o 30GA su speed, lo riarrotolo e bon. Su fili complessi non lo farei, anche se economicamente può aver senso, per i motivi sopra esposti (imho non si puliscono bene). Vero, meglio delle catramose, infatti quando mio fratello @Losqueso mi ha offerto un liquido fatto con il diacetile ho pensato dentro di me "chissenefrega", seguito dal ragionamento di seven tale e quale. Tuttavia, credo che farsi certe domande sia più che lecito, non per altro, ma per avere consapevolezza.
  2. Dry burn si o no?

    casomai a chi ce l'ha più corto (il gap). E comunque io il bullone di rame per testare la mia box lo vojo, ecco (gratis, però).
  3. Dry burn si o no?

    hahaha, non scusarti Rici Un'altra questione sul dryburn (per quanto riguarda i fili compositi) è che in realtà è anche molto difficile pulirli bene. Lessi, non ricordo quando e non ricordo dove ("studiai" il dryburn mesi fa, prima di abbandonarlo) che appunto su fili compositi il dryburn presenta (oltre a quelli citati da Rici) due tipi di problemi: 1- il fatto di essere compositi fa si che si creino facilmente, durante il dryburn, punti che raggiungono temperature più elevate di altri, cosa che in misura molto minore pure con i fili semplici accade, ma quando si fa il dryburn su fili di grande complessità questo dislivello può essere molto ampio e creare deformazioni nei punti più caldi 2- sempre la complessità del filo crea anfratti dove è difficile arrivare a pulire, anche con gli scovolini di metallo, e anche l'acqua può non rimuovere del tutto i residui. Questo fa si che ci siano particelle carbonizzate (a temperature ben maggiori di quelle di esercizio della coil) che possono essere inalate. Insomma, a me il dryburn, sui fili complessi, convince anche meno di quello sui fili semplici (anche se dal punto di vista economico può apparire più sensato). Tuttavia io sono sospettato di essere un rettiliano al soldo delle multinazionali dei fili da svapo, sicché le mio opinioni possono essere affette da bias corruttivo 😜
  4. Dry burn si o no?

    per metodo Rici intendo fare andare la coil a 1/3 del wattaggio che si usa a regime. Lui lo fa per attivarle e anche per il dryburn: io lo chiamo dryburn "delicato", l'ho sperimentato una volta che una box era rimasta "incastrata" accesa, ma a wattaggio bassissimo, laddove c'era una coil, senza cotone ovviamente, incrostatissima. È stata una roba di tre minuti o forse più, non poco, ma era anche molto meno di un terzo del wattaggio necessario per farla andare a regime da svapata (infatti quando ho provato a rifarlo è venuto bene, ma ci vuole molta pazienza!). La coil era come nuova. Però era Kantal, non so se funziona anche con l'acciaio così. Ed era un filo semplice. Comunque lo ha scritto in questo thread, nella prima pagina:
  5. Dry burn si o no?

    hai ragione anche tu, sarà che non uso coil di quel tipo (non mi piacciono un granché), sarà che prevalentemente uso acciaio che, come giustamente evidenzia @FoxMulder82 con i dryburn comunque si annerisce (anche se, pure lì, dipende: usando il metodo @Rici non si annerisce, anche se quel metodo non so quanto sia applicabile con efficacia ai fili complessi). Sarà che i fili li pulisco con un kleenex imbevuto di alcol alimentare (ci metto 1 secondo). Sarà per tutte queste cose insieme, ho abbandonato la pratica del dryburn molto presto. Sono solamente i miei 2 cents sull'argomento e non hanno pretesa di universalità, ovviamente
  6. Dry burn si o no?

    my 2 cents: sono sommamente contrario al dryburn perché, se fatto bene (Rici style) è anche ok, ma ci si perde molto più tempo che ad arrotolare un nuovo filo e quindi non lo faccio. Se il discorso è "risparmiare", non lo trovo abbastanza sensato (il risparmio è ridicolo). Se il discorso è "non ho dietro le robe per rigenerare", ok, ma a me non è mai capitato. Qualche volta l'ho fatto, ma sinceramente non mi piace proprio il risultato (l'avrò fatto male?). Mi piace ciò che ha spiegato @Rici sull'attivazione delle coil, anche a me sembra una pratica poco ortodossa se effettuata nelle modalità con la quale la si vede fare nei video di youtube, io spesso mi dimentico anche di farla (se la coil mi viene bella simmetrica facile che io mi dimentichi). Concludendo: chi te lo fa fare di fare il dryburn? A meno che non si sia così intelligenti da credere ad un complotto dei venditori di coil per farti usare più filo 😱 Ad maiora!
  7. Fullvg e aloe vera

    hai probabilmente ragione, ci sarà stato scritto infatti 99,x%, quello che so è che era amaro come l'ignoranza italica 😂
  8. Fullvg e aloe vera

    Effettivamente questa cosa mi incuriosisce. Avevo trovato nella sezione bio del supermercato l'aloe al 100%, ma pura è decisamente imbevibile!!!! Però in effetti le considerazioni di @renata1 mi trovano allineato. Sono molto curioso, @LucaVapeisTheWay facci sapere come va, che quasi quasi me ne prendo un litrozzo!
  9. Alti wattaggi.... ma a chi conviene davvero?

    Ciao Vaporetto: quello che hai scritto fino a qui e il tuo post finale ti definiscono per quello che sei. Non serve che io ti definisca. Ti lascio alla tua.... intelligenza. Addio
  10. Alti wattaggi.... ma a chi conviene davvero?

    beh no che non è ovvio, non l'hai specificato da nessuna parte ed il tuo discorso è stato generico su questo punto da tutte le parti: in tutti i tuoi post non si fa mai riferimento al setup, ma semplicemente si dice + watt = + vapore e infatti nel mio primo post in questo thread ho fatto esempi di setup che danno molto vapore con pochi watt, rispetto ad altri setup che ne danno di meno con tanti watt. È scritto chiarissimo che più chiaro non si può, quindi evidentemente non l'hai letto con attenzione e non ti sei spiegato bene, entrambe le cose, perdonami. Altrimenti proprio non hai letto né quello che ho scritto, né i tuoi post sull'argomento fino a qui. aridaje: se non espliciti a parità di setup la legge è sbagliata. SE Einstein avesse scritto E=m² senza mettere la Costante, non è che la formula simbolica della teoria della relatività sarebbe stata valida lo stesso eh Perdonami, ma mi dai un po' l'impressione di arrampicarti sugli specchi tanto per il gusto di farlo. nessuno svapa ettolitri. con questa affermazione iperbolica non si può che convenire, ma se invece pensi che possa far male svapare 30ml al giorno, ti dico che non lo so e non lo sai anche tu e che, comunque, A ME sembra una discussione veramente poco intelligente, condotta peraltro in modo molto arraffazzonato e disorganico. Se per business intendi il fatto che ci sia un complotto, no, manco lontanamente. Da cosa? Dalle macchine in corsa? Nella vita bisogna sempre cercare di mantenere un cincinnin di giudizio critico, ma una cosa è l'esercizio del libero pensiero, un'altra è la polemica "io non ci riesco" oppure " a me non piace" QUINDI "è sbagliato/fa male/è immorale", Se per trascinare troppo intendi usare il tuo setup da polmone a 200Watt allora credo che sia un discorso proprio inutile da fare, perché equivarrebbe a suicidarsi, ma sarebbe veramente troppo stupido iniziare un thread con un discorso del genere ed io non credo che sia questo il tuo caso. Molto evidentemente, per amor dialettica, hai aggiustato il tiro durante la discussione (ma guarda che leggendo tutto il thread se ne accorge pure un bambino di 12 anni). Se invece per "farsi trascinare troppo" intendi gli esempi che alcuni utenti hanno portato in questa sede, mi sembra che non ci sia nulla di male. Quindi, in breve, no: non sono d'accordo con te. Pazienza, credo che sopravviveremo entrambi D'accordissimo, io AMO Paracelso, ma la dose non è a tuo gusto, ma di solito è scientificamente provata (poi c'è la fisiologia di ciascuno che può farla variare, ma son casi eccezionali)
  11. Alti wattaggi.... ma a chi conviene davvero?

    Sulla stessa identica coil, a parità di setup, può addirittura essere esatto. Ciò che io dico è che ci sono setup (laddove per setup si può intendere solo il filo, oppure tutto l'hardware usato) che possono dare molto più vapore con meno watt rispetto ad altri setup usati con moltissimi watt in più. no, è come se guidando due auto completamente diverse tu pretendessi di avere gli stessi consumi (o la stessa velocità a parità di consumi), laddove invece il setup (che in questo caso è la motorizzazione dei rispettivi veicoli) fa la differenza. Tutti gli eccessi fanno male, anche l'eccesso di sesso, solo che per raggiungere l'eccesso di sesso dovrebbero aggiungere un centinaio di ore alle 24 che compongono il giorno solare
  12. Alti wattaggi.... ma a chi conviene davvero?

    ed io ti ho spiegato semplicemente che non è necessariamente così. Non sono spiegazioni "teoriche", è un dato di fatto pratico che quel concetto non è sistematicamente vero, non è sempre così, quindi come assioma, come premessa assoluta, è uin errore. Visto che il discorso che fai successivamente e sul quale vuoi discutere lo hai basato su questa premessa (cosa tra l'altro non necessaria), ti mettevo in evidenza il difetto dialettico, sulk quale infatti si basano alcuni interventi successivi ai quali è riferibile la mia chiosa finale che contestavi poco prima. Tra l'altro il discorso che vuoi fare in ultima analisi (fa bene *così tanto* vapore?) lo si può fare in maniera del tutto indipendente dal discorso sul wattaggio, non capivo per quale motivo ci fosse una premessa opinabile, se non sbagliata, per fare un discorso che invece può essere valido a prescindere dalla premessa (è mera logica dialettica). Notare il verbo usato da nitan: "potrebbe" avere più senso. Perché il discorso dei watt è comunque relativo a tutto il setup e NON NECESSARIAMENTE, NON SEMPRE, NON AUTOMATICAMENTE puoi affermare che sistematicamente più watt uguale più vapore. Allora se ciò che ti preme è una considerazione sui liquidi, perché insistere su una premessa sbagliata, o comunque suscettibile di confutazioni pratiche? Lascia perdere i watt e parla del vapore! Qui l'immenso Paracelso ti quota con vigore. Parafrasandolo ci ricordiamo che in natura tutto è veleno e tutto è medicina: il discrimine è dato dalla dose, niente più. Solo che, come già detto nei più assennati interventi susseguitisi nel thread, non ci è dato sapere le il "troppo svapo" sia in un metro cubo di vapore o in un chilometro cubo. Concludo con una mia personalissima e contestabilissima considerazione personale: stiamo parlando, in base a quanto sopra, del sesso degli angeli, non essendoci evidenze scientifiche di alcun tipo a riguardo, il margine proposto dall'autore del topic sembra da una parte molto restrittivo (massimo 20W), dall'altra anche poco salutare (5 di nicotina svapando di polmone, tra l'altro non si sa producendo quanti m3 di vapore, che come abbiamo visto potrebbero essere equipollenti a m3 prodotti con wattaggi molto più alti) di quanto faccio io, che la sera in media mi spippetto 5ml di polmone (dopo aver mediamente fatto fuori 3-5ml di guancia durante il dì). Tutto a nico 0. Se poi l'intenzione di chi ha fatto partire la discussione è una contestazione alle mode come fenomeno acritico, ovviamente sono d'accordo, ma visto che si è ventilato (a me è sembrato con il compiacimento sotteso dell'autore del topic) a una sorta di manipolazione del mercato per vendere più liquidi oppure addirittura per vendere più batterie (sulla premessa sbagliata dei wattaggi), allora questo mi trova fortemente in disaccordo. Opinione personale. ovviamente.
  13. Alti wattaggi.... ma a chi conviene davvero?

    ho letto il topic appena iniziato e non sono intervenuto, poi leggendo la piega che aveva preso la discussione sono intervenuto argomentando, riferendomi (nella chiosa finale da te citata) appunto alla totalità della discussione e alla piega che ha preso ("leggi bene" anche tu, se hai tempo, i vari commenti che si sono susseguiti). Mi sembra di avere scritto molte altre cose oltre alla frase da te citata, te ne ho chiesto una opinione in merito, ma non ho ricevuto risposta.
  14. Alti wattaggi.... ma a chi conviene davvero?

    Allora spiegami (va da sé che non necessariamente mi riferivo a te). Tra l'altro ho fatto un lungo discorso proprio sui wattaggi, ma sembra che non ti abbia interessato o forse lo hai trovato insensato? Ti prego spiegami
  15. Alti wattaggi.... ma a chi conviene davvero?

    concordo su molto di ciò che hai scritto (a parte qual è con l'apostrofo 😜), io svapo di guancia al mattino, flavour al pomeriggio e polmone la sera, ormai a nicotina 0 dalla fine dell'anno appena passato. Eppure sono stato anche due giorni di seguito senza svapare, però in certi giorni mi posso finire una boccetta da 30ml senza nemmeno accorgermene (per fortuna di liquidi autoprodotti) Parliamo del sesso degli angeli.