Cilindro

Utente
  • Numero contenuti

    642
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

476 Buona

Su Cilindro

Visite recenti

2175 visite nel profilo
  1. Ijoy capo squonk

    Ce l'ho da un paio di settimane e per il momento non mi dispiace per niente...non sarà una "vera" elettronica ma io la uso come tale lo stesso! Si, il wattaggio è regolabile solo verso il basso, ma difficilmente faccio coil con un valore in ohm così alto da dover poi spingere la batteria all'inverosimile con un circuito...anzi di solito faccio il contrario, faccio coil da "pochi" ohm e con il circuito taglio il wattaggio al punto che ritengo soddisfacente. Se utilizzata così, al momento non ci trovo particolari difetti, almeno per come svapo io (guancia). Non ho riscontrato nè allagamenti di tasti, nè letture impazzite della coil (anzi, mi sembra pure parecchio precisa nella lettura). Credo che se usata in un certo modo, per 30-40 euro, sia assolutamente da consigliare. E' una pico squeeze con più possibilità...
  2. Il negozio (quello onesto) può contenere i prezzi solo entro una determinata soglia. Che deve fare? Vendere per non guadagnare? O addirittura perderci? Come dicevo tempo fa, il mercato di oggi è malatissimo...la scomparsa dei piccoli negozi è già avvenuta, ora la stessa sorte sta toccando anche alle catene, e non parlo solo di svapo. E' il mercato globale baby...i dazi, per come li intendiamo oggi, non hanno nessuna utilità se non quella di arricchire chi è già ricco. Lo accettiamo implicitamente tutti quando compriamo prodotti dalla Cina (io compreso, anche se non oggetti da svapo), quindi prendiamo atto della cosa e non lamentiamoci se il negozio fisico della città ha l'assurda pretesa di ottenere una (misera) forma di guadagno dalla sua attività.
  3. Garanzia sigarette elettroniche

    La legge c'è, basta farla rispettare...! Il cul-de-sac sta nel fatto che il 99% dei prodotti consumer da svapo sono mezze porcherie cinesi...che quasi mai superano l'anno di attività indenni. Questo mette il negoziante in una situazione oggettivamente ingestibile... Volendo però ragionare da consumatore, "cavoli del negoziante"...ed effettivamente, come dicevo prima, la legge c'è già, va solo fatta rispettare. C'è anche da dire che sarebbe molto facile, per il negoziante, far passare il difetto di una box come un cattivo uso da parte dell'utilizzatore...sono oggetti che ci portiamo appresso tutti i giorni, che lasciamo in macchina, che sbattacchiamo un po' ovunque, che a volte inondiamo di liquido...il "cattivo uso" è dietro l'angolo...
  4. Ansia da poste italiane

    Non che questi funzionino alla perfezione, purtroppo. Anche se com'è noto, molto dipende dalla zona. Nella mia (parliamo di pianura Padana, non delle Ande), ce ne saranno un paio di corrieri affidabili...con gli altri è una lotteria. A volte un pacco arriva, a volte no, a volte ci mette 1 giorno, a volte una settimana e mi è capitato pure che ci mettesse un mese.
  5. Aspettiamo il flop della iquos

    Vero...diciamo la stessa cosa! Dai...brutto è brutto su...!
  6. Aspettiamo il flop della iquos

    Non si tratta di essere talebani, è che oggettivamente a livello di gusto e soddisfazione non c'è nemmeno paragone tra un buon macerato/estratto e una sigaretta riscaldata. Che poi la Iquos possa essere più reperibile, più comoda, più veloce da usare, è indubbio. Sono dati oggettivi e nessuno dice il contrario...anche a me rompe rigenerare una volta ogni 2 giorni, ma poi svapo e so che ne è valsa la pena.
  7. Aspettiamo il flop della iquos

    Fatto sta che nelle città vedo più gente con l'Iquos che con l'e-cig come la intendiamo noi...questo perchè la campagna di marketing e la "presenza sul territorio" sono, per forza di cose, molto forti. Se l'e-cig "a vapore" avesse avuto la stessa spinta, oggi il tabacco da bruciare non esisterebbe più. D'altra parte PM vive di manifattura tabacco, s'è quindi dovuta inventare una lontana parente dell'e-cig, ma che usasse ancora il tabacco tradizionale. Il risultato è questa porcata di Iquos, che pure io ho provato, mio malgrado. Svaparsi un buon Perique e poi passare a 'sta cannuccia che sa di carbone è come iniziare le vacanze a Portofino e finirle a Lido di Volano.
  8. Solito pro e contro ecig

    @ddc Se tutti avessero la tua capacità di analisi, il mondo sarebbe migliore. Ottimo davvero, grazie
  9. Pulse BF box mod (squonk)

    Grazie mille!! ora ho capito!
  10. Pulse BF box mod (squonk)

    Ciao a tutti, qualcuno è riuscito a smontarla? Nel senso...a togliere la lamella dal retro? Io ci ho provato ma una volta sfilata la parte in basso (quella a contatto col polo + della batteria), la parte più in alto (vicino al tasto per intenderci) sembra bloccata dentro...
  11. Problemi palato e gengive sanguinanti

    Stessa identica esperienza...a me capitò all'inizio...ho diminuito i watt e il problema è sparito. Magari è una coincidenza, però così è stato.
  12. Il miglior vaper è il vaper fai-da-te

    Mica è solo un problema di svapo...siete mai entrati in un megastore di elettronica a chiedere informazioni per un TV? O in un negozio di fotografia, anche quelli storici... Capita nelle farmacie, d'incontrare persone non in grado di dare consigli ponderati...figuriamoci nei negozi di svapo o di elettronica! sono commessi che magari fanno quel lavoro da 3 mesi, prima erano macellai e domani magari saranno autisti dell'autobus. Oggi va così, il negozio storico e competente non esiste quasi più.
  13. Aromi la tabaccheria

    Questo è profondamente inesatto. Il modo migliore per essere ascoltati è quello di fornire documentazione a supporto della propria tesi. Naturalmente non ogni volta che si scrive qualcosa, ma quantomeno quando vengono sparate sentenze così grosse. Lo dico perchè, scientificamente parlando, bastano mezze parole, congiunzioni errate, virgole e punti per cambiare quasi completamente il senso di un'affermazione. Ciò vale in tutti i sensi, sia per chi afferma che lo svapo sia la cosa più naturale e benefica del mondo, sia per chi afferma che sia qualcosa di cancerogeno. Detto ciò, speriamo sempre che ci siano più studi e approfondimenti, ma tentiamo di rimanere coi piedi per terra senza sparare sfrombolate...
  14. Forse la vedo in modo un po' più ingenuo, ma non ci hanno sempre detto che la tassazione applicata ai tabacchi lavorati servisse per pagare le cure di chi sviluppa malattie in seguito all'utilizzo degli stessi? Probabilmente non è così e capisco il tuo discorso, ma la percezione dell'uomo comune è questa. Allora mi chiedo: diminuendo il numero complessivo di fumatori, non diminuisce banalmente anche la spesa della sanità pubblica? Il problema, da noi, è proprio il discorso della percezione...non voglio apparire populista, ma chiunque abbia viaggiato fuori dall'italia si sarà accorto che la presenza dello stato, all'estero, è generalmente molto più tangibile che da noi. Infrastrutture, servizi pubblici e nel complesso tutto ciò che lo stato dovrebbe garantire, non è garantito...non come all'estero, almeno. Non tanto quanto una popolazione così tartassata come quella italiana si aspetterebbe. Come si fa allora a chiedere al cittadino di comprendere questo discorso di ridistribuzione delle imposte? Il tuo discorso è giusto se immaginato in un contesto ideale, ben lontano da quello in cui viviamo. Penso, come ho già scritto pochi giorni fa, che la situazione grottesca in cui ci troviamo sia frutto di una profonda ignoranza. Con lo stato che da una parte impone una tassazione fuori logica e decisamente poco furba (vedrete che fatta la legge, trovato l'inganno) e dall'altra fa di tutto per disincentivare l'utilizzo di questo benedetto strumento di riduzione del danno...prendendo quindi a capocciate l'intento di sopprimere completamente il fumo entro il 2050. In altre parole è il classico papocchio all'italiana, frutto di scelte e decisioni prese da chi non ha le competenze per prenderle.
  15. Manifestazione nazionale fumo elettronico

    Sfondi una porta aperta...! sai da quanto lo dico? Eppure in passato mi sono pure sentito dire, qui, che sono contro il libero mercato... Noi ridiamo, ma qua dentro c'è un numero esorbitante di persone che pensano che un settore si costruisca con fasttech e con il fai-da-te...coi ragazzini di 15 anni che maneggiano liquidi a 100 mg/ml di nicotina..."che tanto piuttosto che fumare è meglio così". Purtroppo, come scrivevo in tempi non sospetti, coi ragazzini truzzi e la totale assenza di controllo non si va da nessuna parte. Lo svapo in italia è stato per anni un piccolo pesciolino pieno di folklore che nuotava beatamente in attesa dello squalo...continuo a dubitare che lo stato in questo caso stia facendo la parte dello squalo, perchè in fondo non è nemmeno capace di farlo...ma che lo svapo italiano sia più che altro folklore e pagliacci ne rimango convinto.