Cheshire

Utente Plus
  • Numero contenuti

    1161
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

1419 Ottima

Su Cheshire

  • Compleanno 02/03/2016
  1. Vapitaly 2017

    ci dovrebbero essere i bancomat all'ingresso della struttura fieristica, ma dentro non è detto che tutti gli stand vadano di pos
  2. Vapitaly 2017

    maaaaaa... allora, un punto di ritrovo per domani? area e ora?
  3. Vapitaly 2017

    guarda, se riusciamo a incontrarci te lo faccio provare, tanto la boccettina già maturata me la porto dietro.
  4. Vapitaly 2017

    as you wish... Bacon Capella (0mg) , Cetriolo TPA (0mg) , Cinnamon red hot FW (9mg, per chi ama la cannella piccante) e un mix , nascosto dietro, tutto da provare per chi regge questi aromi
  5. Vapitaly 2017

    Kentucky, azhad, Senese, black cherry... per me parlate arabo,fino a 5 minuti fà pensavo fossero uno stato degli USA, un qualche spacciatore algerino, un'abitante di Siena e un tipo di ciliegia (o al massimo una qualche particolare stagionatura di un liquore)... Vabbè... ribatterò con bacon croccante, cetriolo,e pollo arrosto
  6. Vapitaly 2017

    spettacolare , non ne conoscevo l'esistenza... da collezionista amante dell'improbabile mi tenti un'acquisto di pura scimmia . Comunque...noi si ride e si scherza, ma nel pieno della corsa al megaWatt , al TC estremo, e all'innovazione tecnologica... la soluzione che ho postato poco fà è riuscita a stupirmi (e sono un polmonaro convinto...) per resa e funzionalità... ammetto di esserci rimasto parecchio sorpreso e, seppur non sia alla portata di tutti (giocare con gli ampere e una ego con cella infima non è il top della sicurezza) è un qualcosa che a mio avviso meriterebbe di essere riscoperto, al pari di quel mini nemesis (diametro? 14? 16? credo almeno 16 considerate le batterie... il mio cervello contorto stà già ripensando a tutto il catalogo di fasttech in cerca di un dripperino da montargli sopra...) Ah guarda...a me nemmeno piacciono i tabaccosi, fai te... sono aperto ad ogni esperienza (in termini di svapo, prima che qualcuno pensi male ) Comunque ho come la certezza che di liquidi pronti a prezzi stock, da buttare sul tavolo e provare in compagnia, quantomeno il sabato, ne troveremo in buona quantità. Io , nel dubbio, per i più coraggiosi, mi porto dietro 20ml di Crispy Bacon della Capella, 0 nico, base 50/50, per chi lo volesse provare
  7. Vapitaly 2017

    mi hai convinto... ricarico la ego, rigenero il dripperino e mi porto dietro pure lui, la "soluzione rigenerabile 10 euro all-inclusive". Non ho però tabaccosi da guancia da poter usare, dovrò scroccarli
  8. Diverse coil per diversi scopi: delucidazioni

    no,in modo assoluto. Per una semplice ragione: in un filo complesso (prendiamo un "semplice" clapton) hai almeno 2 fili (core e rivestimento) di lunghezze diverse, di dimensioni diverse e dunque con comportamenti diversi. Immagina di prendere 10cm di clapton 26/32. Per la sua costruzione di trovi con un filo da 26ga lungo 10cm (il core) e un filo da 32GA che ruota attorno al core per tutta la sua lunghezza, ovvero ,considerati i 10 cm, quasi 500 volte, per una lunghezza complessiva di grossomodo 90cm. Non puoi nemmeno lontanamente sperare che due fili così diversi, che fra l'altro dipendono fra loro da una interferenza termica (uno scaldando prima velocizza il riscaldamento dell'altro più lento, ma il più lento raffreddando più lentamente tiene caldo il più veloce) possano comportarsi in un modo anche solo quasi prevedibile nella loro variazione termo-resistiva (la variazione della capacità resistiva che ha un materiale in relazione alla sua temperatura; base del sistema di stima della temperature in TC)
  9. Diverse coil per diversi scopi: delucidazioni

    la ribbon -in generale- è una buona soluzione molto sottovalutata senza particolari motivi. Si parla spesso di superficie laterale, per indicare l'area di metallo scaldato posta a contatto con il cotone ,la quale poi contribuisce effettivamente a determinare la quantità di vapore prodotto (e dunque liquido vaporizzato). Se noi andiamo a prendere uno spezzone da 10cm di ribbon 0.7*0.1mm , abbiamo una massa di materiale paragonabile a 10cm di filo 29GA (0.286mm). La superficie laterale di quel filo però corrisponde a 45mm2 (90mm2 in realtà, ma di effettivi a contatto con il cotone ne abbiamo circa la metà); nel caso della ribbon parliamo invece di 70mm2 effettivi a contatto con il cotone (160mm2 complessivi), parecchi di più. Dal punto di vista di superficie di contatto, la ribbon a parità di quantità di materiale risulta una forma più conveniente, il calore viene distribuito in modo più uniforme sul cotone, il raffreddamento risulta teoricamente più rapido dell'equivalente filo ( più superficie esposta a dissipare) seppur sulla carta la ribbon ,(per motivi abbastanza complessi) è leggermente più "lenta" dell'equivalente filo. Nel precedente esempio abbiamo una ribbon che, pur mantenendo le stesse caratteristiche del filo da 29GA , offre il 50% in più di superficie di contatto. Allora perchè il ribbon è un formato così snobbato (snobbato mica tanto, dato che è abbondantemente usato in molte coil complesse)? Il tutto stà nella lavorazione. Il ribbon è più difficile da modellare attorno alla nostra punta, è più difficile da cotonare senza che le spire si attorciglino, tende meno a fare effetto "molla" , tecnicamente è anche più difficile da produrre Il motivo, alla fine, è tutto qui: è più complicato da usare. Io ti consiglio di provarlo, sia in kanthal che in n80, perchè effettivamente pur non essendo la "rivoluzione definitiva" delo svapo, può essere molto interessante, in particolare in meccanico
  10. Arrivato liquido scaduto da noto sitoweb

    farei presente che, se hai comprato il 26 marzo e il liquido scadeva il 3/2017, tecnicamente ti ha venduto un liquido non scaduto, valido e in modo legale. Indipendentemente che poi, con la spedizione, ti possa essere arrivato pure a giugno. Al momento dell'acquisto il prodotto è valido. Magari opinabile il vendere prodotti prossimi alla scadenza senza avvertire, ma legalmente c'è poco da discutere. (poi condivido al 200% il discorso di Seven). Se il 31/3/2017 mi vendi un prodotto che scade il 3/2017, son fesso io a non fartelo notare subito , e comunque avrei poco da contestare perchè la vendita è lecita, fino al 1/4 il prodotto è commerciabile.
  11. Vapitaly 2017

    Lo farò, qui giuro davanti al forum che la combo Pokevape + Dragonball sarà presente con me Dalla fiera al centro ci metti 5 minuti in autobus, a piedi è un pochino più complicata e lunga. Diciamo che, se come me non ami mangiare di corsa, l'opzione più valida è qualcosa tipo "resisto fino alle 15, poi esco dalla fiera e vado in centro a cominciare un maxi aperitivo lungo fino a a cena" Comunque... farà schifo il cibo nelle fiere (che poi ci sono rarissimi casi in cui mangi anche bene), ma mai come in autogrill, dove la cotoletta del panino Apollo riesce ad essere sempre congelata al centro, indipendentemente da quanta ressa ci sia al banco e da quanto la tengano a scaldare... -_-
  12. Vapitaly 2017

    Guarda... piuttosto si esce un paio d'ore e si và in centro,anche senza girare per ristoranti, che in 5 minuti ci sei . Ti spenneranno comunque, ma almeno non rischi di mangiare con davanti i vari casi umani da palco (perchè, alla fine, la logica commerciale dice di mettere i baracchini vicini al palco, perchè è li che gira più gente )
  13. Vapitaly 2017

    se non ricordo male (correggetemi se sbaglio, che l'anno scorso sono entrato la domenica mattina nel caos totale e ci son stato giusto 3 ore), nella scorsa edizione i tavoli liberi erano nell'angolo opposto al cibo. Entrando con l'ingresso fiera alle spalle, erano in fondo a destra del padiglione, mentre il cibo era all'inizio a sinistra. Potrei ricordare male eh...anche perchè negli anni passati a lavorare in fiere da qualche decina di migliaia di ingressi al giorno, ho imparato come il cibo nelle fiere sia da evitare sempre ad ogni costo
  14. Modalità con restrizioni e adpocalypse

    Io credo di essere fra i pochi, se non l'unico, che di questa manovra di google e di queste scelte ci gode. Youtube ha importanza come mezzo di libera comunicazione, ma NON è un mezzo di comunicazione libera, non lo è mai stato. Youtube è una piattaforma dove Google ti permette di rendere pubblici al mondo i tuoi video, gratuitamente per te, perchè il servizio viene pagato da altri investitori. Non è una onlus umanitaria, è un servizio che un'azienda ha reso pubblico per guadagnare. Se gli investitori calano perchè l'azienda segue regole di investimento dubbie, come le pubblicità lanciate a caso in totale disinteresse dello scopo di essa (dai...mi usciva la pubblicità di cosmetici mentre guardavo video su un canale tech, o addirittura la pubblicità della renault mentre guardavo le recensioni delle bmw...) è normale che la piattaforma cambi direttive. Allo youtuber arrivavano soldi correlati alle visualizzazioni delle pubblicità, senza che ci fosse un reale riscontro fra visualizzazione e clientela target. Una cosa al pari del montare cartelloni pubblicitari di preservativi davanti agli asili, o di action cam e scarpe da calcio davanti una casa di riposo. Chiunque arriva a capire che la visualizzazione singola non ha senso se non è mirata ad un target di potenziali acquirenti. Youtube (e Google) sbagliavano prima con il sistema generico e impreciso adottato . Youtube non "sbaglia" ora, sbagliava prima e ora ha corretto, quantomeno se si guarda negli interessi del gestore. Siamo noi, utenti come youtuber, ad esserci adagiati su un sistema fallace e intenderlo come la versione corretta. Gli youtuber si sono adagiati su un sistema che, di fatto, li pagava senza reali meriti. Puoi avere anche un milione di visualizzazioni, ma nessuna casa di assorbenti femminili ti finanzierebbe mai se il tuo prodotto sono i gameplay di COD, perchè chi ti guarda non appartiene alla clientela interessata al prodotto sponsorizzato. Ci arriva anche una scimmia ubriaca. Ora, sinceramente,seppure posso trovare moralmente discutibile il sistema di classificazione automatica adottato , ci vedo un punto di svolta a tutto vantaggio del cliente e dell'investitore. Con questo calo di retribuzioni (perchè di quello, alla fine, si parla) si vanno ad ammazzare tutti quei canali che campano di clickbait, di spazzatura e di nulla totale, che esistevano non per motivi chiamiamoli "comunicativi" (il voler trasmettere qualcosa al prossimo) ma solo per sfruttare ogni modo valido per massimizzare le visualizzazioni e dunque il guadagno. Si vanno ad ammazzare tutti quei canali che di fatto impestavano youtube italia, che di fatto esistevano solo perchè era facile guadagnare (poco o tanto) con un lavoro minimo o pari a zero. Si vanno ad ammazzare tutti quei canali palesemente schierati e marchettari che con i guadagni di youtube riuscivano blandamente a mascherare la marchetta e la dipendenza da essa, unico vero scopo del canale. Sopravviveranno tutti quelli che l'han sempre fatto per passione, investendo personalmente soldi e tempo, senza particolare interesse nel guadagno fine a se stesso (che poi, sia chiaro, i soldi piacciono a tutti, ma un discorso è fare video per passione E guadagnarci, un'altro è fare video per guadagnarci E spacciarli per passione). Sarà interessante vedere come i grandi canali, che si son sempre dichiarati servi di nessuno, o che han sempre dichiarato di farlo per passione, cambieranno abitudini . Sarà interessante vedere come spunteranno promozioni dichiarate, product placement, e quanti, da "voce indipendente e superiore che dà la direzione al mercato italiano", finiranno ad essere più ridicoli del Mastrota di turno che vende pentole e materassi spacciandoli per oro, in eterne offerte degli ultimi pezzi. A me, personalmente, questa adpocalypse, pur con i suoi contro, piace. La morte di canali inutili, il crollo degli altarini dei vari moralisti e benpensanti, la fine della spazzatura pagata più di chi un lavoro utile lo faceva, li vedo e li vedrò sempre come progressi.
  15. Vapitaly 2017

    sperando che, i due padiglioni ,siano stati pensati in risposta alla valanga di lamentele dello scorso anno, dove effettivamente per metà degli stand era impossibile parlare senza urlarsi ad un metro, e la sala conferenze era praticamente inutilizzabile causa rumore assordante. Piuttosto, qualcuno sà se anche quest'anno ci sarà la zona con i tavolini liberi per i visitatori? Si potrebbe organizzare li una sorta di punto di ritrovo semi-ufficiale