lore6

Utente
  • Numero contenuti

    2721
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

812 Molto buona

1 Seguace

Su lore6

  • Compleanno 13/03/2013
  1. Liquidi gusto medicinali.

    Ops, la presentazione non va soltanto sollecitata, poi bisogna anche leggerla 😀 Vabbe' come t'ho detto nell'altro post le papille gustative si riattivano in poco tempo quindi se non fumi da due anni il problema è altrove.
  2. Liquidi gusto medicinali.

    Le medicine di solito sono aromatizzate in maniera abbastanza grezza e hanno un gusto artificioso; mi fa pensare che il problema sia l'aroma non equilibrato. Che lo avverta quando fa due tiri ravvicinati mi fa invece pensare ad una carenza di alimentazione del liquido ma per capirla bisognerebbe conoscere almeno il sistema di alimentazione e meglio ancora tutto lo strumento compresa la batteria, se a potenza variabile e insomma tutte le caratteristiche. Che la bocca è deviata dal fumo è l'unica cosa sicura. L'esperienza degli aromi si inizia ad avvertire in modo sincero dopo quasi una settimana di solo svapo, senza fumo e si stabilizza nella sua pienezza dopo dieci o quindici giorni. Il cattivo gusto può anche essere un segno di cattivo funzionamento del sistema in quella specifica condizione, quindi intanto che analizziamo il problema, il mio consiglio è, se con un tiro va tutto bene, di farne solo uno.
  3. Aroma che non si miscela alla base

    Dipende dalla tua fretta; la maglietta dopo tre giorni ho deciso di lavarla.
  4. Fasttech... ansie da spedizione

    Fa sempre quel giochino di passare due volte per il centro scambi internazionale; se guardi le pagine indietro della discussione trovi dei tracking completi dalla spedizione alla consegna e capisci cosa è tipico e cosa è strano.
  5. Penso quello che ho detto qui, che in condizioni limite di funzionamento la sigaretta elettronica può emettere sostanze deteriorate non proprio benefiche ma l'utilizzatore avverte che non sta funzionando nelle condizioni giuste. Al contrario la macchina analizzatrice se ne frega se fa schifo e continua a svapare, perciò è facile dimostrare che ci possono essere delle emissioni che nella realtà non si provocano. Sono paragoni che non mi piacciono ma questa volta è necessario. Anche mangiare la bistecca carbonizzata è nocivo per lo stesso motivo. Certo ma nessuno la mangia carbonizzata, perché fa schifo. E' vero, infatti quello che voglio dire non è che anche la bistecca fa male quanto l'ecig quindi possiamo fare entrambe le cose nocive, non è questo il senso. Voglio dire che con un esperimento sono in grado di dimostrare che la bistecca è molto nociva, mentre sappiamo che non è vero. Si sa che le sostanze organiche con il calore deteriorano in formaldeide, secondo le condizioni di utilizzo della ecig la quantità può essere modesta o apprezzabile. Questo esperimento, che in realtà è un controesperimento, dimostra che in condizioni ottimali la produzione di veleno è quasi nulla. Penso che le condizioni reali siano una via di mezzo, più vicina a quelle ideali che a quelle limite.
  6. Forte la supernonna, vogliamo che pubblichi la foto quando rigenera. Serio! Innanzitutto, anche se non lo hai chiesto e probabilmente ci hai già pensato, considera la propensione di tua nonna per la tecnologia. Le persone anziane non sono tutte uguali ed i luoghi comuni non sono sempre veri, ci sono quelle che vogliono cose semplici e quelle che si lasciano affascinare e vogliono imparare. Se per sbaglio tua nonna è del secondo tipo con un sistema per imbranati si stufa subito. L'abitudine alle sigarette ultraslim con bassa nicotina è la più difficile da sconfiggere. E' un'idea che non saprei dimostrare, dedotta dai post di alcuni utenti coinvolti; sono convinto che la bassa concentrazione di nicotina sia più efficace, non saprei se proprio per la bassa concentrazione oppure per qualche diavoleria che mettono come additivo nel tabacco. Tendenzialmente terrei bassa la nicotina e aumenterei casomai il consumo per evitare che provi astinenza. I due effetti da evitare sono che non senta hit con nicotina troppo bassa e che abbia sovradosaggio. Che fumi comunque qualche sigaretta è sempre indice di scarsa soddisfazione, del resto se avesse malessere per dosaggio eccessivo non vorrebbe più usare l'ecig. Controlla anche quanto liquido consuma, di solito il consumo si autoregola, se ne consuma assai puoi aumentare leggermente la nicotina, se il consumo è già basso no.
  7. Dove comprare liquido

    Aggiungo che se lo cerchi con google ti apre direttamente il listino.
  8. Fasttech... ansie da spedizione

    Se non sbaglio chiedono di metterlo in hold prima di aprire il ticket per fare variazioni, perché altrimenti potrebbe partire prima che esaminino la richiesta.
  9. Dry burn tossico o pericoloso? ss316l difettato?

    Io lo credo tutt'ora. Anche se l'industria metallurgica cinese è conosciuta per la mancanza di precisione, riguarda di solito lo sforamento delle tolleranze o la lavorazione fisica della fusione, non sono portato a pensare che un filo sia rovinato dalle impurità, anche perché l'unica impurità compatibile con la lavorazione di una lega metallica è un altro metallo, di certo non trovi il virus dell'aviaria in una colata a 1600 gradi. State facendo un processo al filo cinese ma prima avevate già appurato che tutti gli acciai SS 316L assumono caratteristiche indesiderabili se si portano a incandescenza; il filo cinese sotto processo è accusato di niente.
  10. Dry burn tossico o pericoloso? ss316l difettato?

    Per curiosità, queste coil ricotte vi danno la stessa resistenza che avevano prima di essere portate all'incandescenza?
  11. Dry burn tossico o pericoloso? ss316l difettato?

    Non credo questo perché i metalli non vaporizzano in quantità apprezzabili a temperature ordinarie, però una lega può certo cambiare le sue caratteristiche se è trattata termicamente. Tipicamente il trattamento termico cambia il sistema di cristallizzazione, la dimensione dei cristalli o la proporzione tra essi. La cosa non dovrebbe essere nociva vista in questo modo ma qualche configurazione della lega potrebbe anche portare a conseguenze nella vaporizzazione, per esempio potrebbe imbersi diventare capace di imbersi di liquido e bruciarne una parte (il liquido portato a temeprature molto più alte di quelle previste emette notoriamente composti irritanti) o altre azioni prettamente fisiche ma delle quali non si possono escludere conseguenze chimiche. Lasciando stare tutte le indagini sulle cause, che quasi certamente non porteranno a chiarire niente, dopo aver scoperto che il 316L in qualche maniera mi nuoce io cambierei tipo di filo, non produttore. Il nichel è un fattore allergizzante, potrebbe essere il tuo caso come non esserlo, cambiarlo mi sembra la strada più breve. L'altra questione è interessante ma off topic, se la riaprirai in sezione corretta ne discuterò volentieri.
  12. Cerco aroma simile al virginia

    Ho provato a fare una ricerca sul sito https://store.vaporart.it/index.php, mi da un aroma virginia dal costo spropositato, non so se è lui.
  13. Finalmente anche io qui!

    Perché hai dimenticato la multicitazione attiva forse? Il più vicino al "cita" serve ad aggiungere quel messaggio nella citazione multipla. Quando hai messo per sbaglio una citazione, si toglie come una tabella di word: selezioni la tabella con il suo selettore in alto a destra ed usi "canc" o "backspace" per toglierla.
  14. Cosa NON si dovrebbe fare con i liquidi

    Qualcuno crede che sia un procedimento sbagliato per via dell'ossidazione, la stessa cosa per il mescolamento forzato. Di fatto quando si parla di spiegazione chimico fisica della maturazione siamo ancora al palo di partenza. Vorrei proporre un'ipotesi e confrontarla con voi: è possibile che la complessità e la dimensione delle molecole che costituiscono l'aroma, insieme alla concentrazione minuscola dell'aroma stesso, renda difficile il passaggio in soluzione, tanto da richiedere giorni o settimane perché l'aroma non soltanto si disperda ma si leghi in soluzione?
  15. Ci provano anche con i film

    Questo è un pregiudizio che mi piace.