lore6

Utente Plus
  • Numero contenuti

    3246
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

1216 Ottima

2 Seguaci

Su lore6

  1. Magnetismo e batterie

    No.
  2. Weak battery con pile cariche soni

    Le batterie agli ioni di litio disgraziatamente invecchiano indipendentemente dall'uso, inoltre invecchiano più rapidamente da scariche ed andrebbero conservate circa a metà carica ricaricandole quando arrivano ad un terzo. Tutte le batterie soffrono di autoscarica che per la nostra tipologia è considerata normale fino ad 1% al giorno; significa che per rispettare le condizioni che ho detto prima andrebbero ricaricate ogni mese. Per ultima la cosa più importante: quando si considerano scariche hanno in realtà una carica residua di circa il 5%, se si scaricano ulteriormente non si possono più ricaricare perché l'eccesso di scarica comporta dei danni fisici al loro interno (si scioglie l'elettrodo). Tutta 'sta menata per dire che probabilmente si son rovinate a star li.
  3. Vape tool app miniguida

    Nella prima foto vedo che scrive: based on 3,70 V; calcola la resistenza, dalla tensione ricava la corrente e la potenza.
  4. L'energia delle due batterie è sempre la stessa, può cambiare l'efficienza con cui la box la utilizza, sospetto che con basse potenze la box sprechi meno energia con due batterie in parallelo e le preferirei ma non sono certo che cambi qualcosa, dipende da come è fatto il circuito della box.
  5. Le batterie sono dei magazzini di energia che usiamo per scaldare la resistenza e quindi il liquido che vaporizza. Se una non ti basta ce ne vogliono due, perché significa che l'energia che contiene una sola batteria non ti basta. Che la seconda batteria stia dentro la box oppure in tasca da questo punto di vista è indifferente, in un caso peserà nella box nell'altro caso pesa nella tasca. Le batterie in serie ed in parallelo cambiano il modo di regolare e sfruttare l'elettricità da parte della box ma se non hai come scopo di alzare la potenza, riguardo all'autonomia si equivalgono; il discorso base è che hai due serbatoi invece di uno.
  6. Hai premesso al tuo post che doveva trattarsi di una nota scientifica, invece è inesatta, approssimativa, contiene informazioni errate e rischia di essere creduta, mi dispiace ma con rispetto ho dovuto scrivere ciò che pensavo. Ho pieno rispetto del tuo diritto di scrivere ciò che hai scritto ma non lo stimo e non ho motivo di fingere a questo proposito.
  7. @xduck E' normale che la nicotina che proviene dallo svapo sia assorbita principalmente dalle mucose della bocca, diversamente da quella assunta dal fumo (di sigaretta, nel fumo da pipa invece succede lo stesso che svapando). la patina che avverti in bocca però probabilmente è glicerina, che è molto viscosa e condensa prima degli altri componenti ma è innocua. Se ti da fastidio fai bene a sputarla ma non è pericolosa. Queste parole possono far pensare che tu le cose le sai, oppure che non sai di non sapere e purtroppo sono convinto della seconda. Intanto sono seriamente e sinceramente preoccupato perché qualcosa di malvagio ti induce ad usare paroloni. La titolazione è un'operazione di laboratorio tesa a determinare con precisione il titolo della sostanza, invece stai parlando di piante o altre cose che semplicemente contengono nicotina. Facciamo che non era importante, però in questo post purtroppo ho deciso di far notare tutto perché di questo passo finisce che la gente ci crede. Ovviamente le sostanze chimiche non hanno una forma assoluta e concreta, in quanto alla forma inattiva è propria dei virus contenuti nei vaccini; una molecola è una molecola e basta e la cosa buffa è che lo sanno tutti. L'adsorbimento tu dici che c'entra? Chi vuole può attivare il link (significa clikkare) e leggere cos'è; trascrivo il primo periodo da cui si può già capire qualcosa: Insomma in questo strano connubio tra chimica e mitologia qualcuno ha spruzzato di nicotina le foglie di tabacco adsorbendola nella loro superficie in quanto le foglie della pianta viva sono già secche ed adsorbono. No! Invece la nicotina è prodotta dalle cellule della pianta ed è contenuta nelle stesse e dalle cellule va estratta, come si estrae con procedimento differente la cellulosa per fare la carta e la viscosa. Del resto se veramente fosse adsorbita, con i trattamenti fisici della lavorazione del tabacco si libererebbe ed il tabacco lavorato sarebbe decotinato; l'operazione invece si fa col lavaggio. Peraltro una sostanza adsorbita è più disponibile, perchè più vicina, non meno come sostieni. Però gli utenti dovrebbero leggere e capire la scheda, non prenderla come un banale spauracchio pensando che se hai postato la scheda ci saranno scritte le cose che hai detto. Perché viceversa non ve n'è traccia. La scheda riporta in realtà le avvertenze generiche di ogni prodotto chimico e non ci da praticamente alcuna informazione riguardo al livello di tossicità della sostanza, bisogna invece indagare su altre fonti in letteratura scientifica. Ho già parlato altrove della differenza tra manipolazione professionale abituale ed esposizione occasionale. Detto ciò che a questo punto già sappiamo sulla forma assoluta e concreta, la tossicità non è né elevata né tantomeno indiscussa, è quella che è! E peraltro la sua quantificazione è davvero discussa perchè recentemente la dose letale è stata ritoccata al rialzo di circa otto volte (stimando cioè meno velenosa la sostanza); il vecchio valore era di 50 mg e lo riporto così, approssimativo e uguale per tutti perché è stato assodato che si tratta di un dato irrealistico frutto di ricerche sballate di altri tempi. Avendo a che fare con flaconi TPD di 10 ml e concentrazione di 20 mg/ml, ciascuno dei quali contiene ben 200 mg di nicotina, l'unica cosa da fare sembra evitare di farla andare tutta nel sangue e soprattutto tutta insieme. Alla luce dell'evidenza di calcolo che un flaconcino a norma contiene quattro volte la dose letale di nicotina ciò che dobbiamo veramente chiederci è perché così di rado muore qualcuno, talmente di rado da fare notizia mentre dovrebbe essere una cosa normale. Probabilmente la risposta è che la nicotina è sì un veleno ma segue le leggi della natura e non quelle della magia nera, cosicché fintanto che sta nel flacone non può fare alcun male. Del resto l'altro dato ben noto sulla nicotina è che si tratta di una sostanza ampiamente tollerabile. Non significa che è innocua e non contraddice che sia velenosa, significa che sotto certe dosi provoca sintomi lievi oppure nessun sintomo o danno. Anche qui ciò che è comprensibile da chiunque è che la capacità della sostanza di provocare un danno dipende dalla sua possibilità di entrare nell'organismo, dall'assorbimento. Se prendo il flaconcino che come sappiamo contiene 200 mg di nicotina e me lo verso sul dorso della mano noto che molto liquido cade sul pavimento; probabimente il liquido buttato via sarà innocuo dal mio punto di vista (so che le formiche sul pavimento la vedono diversamente). Viceversa se versassi la stessa quantità di nicotina dispersa in un fluido che ne contiene il 20% starebbe in un solo ml; supponiamo che metà cada a terra ugualmente, la proporzione sarà molto diversa dal primo esempio. Ben 100 mg resteranno a contatto con la mano. E' poi ancora una volta alla portata della comprensione di chiunque che la pelle è una barriera, permeabile ma che comporta un rallentamento del fenomeno, insomma non è una flebo, cosicché la vera quantità di sostanza assorbita dipende anche da quanto tempo impiego a raggiungere un rubinetto. Perciò concordo con la tua frase: che significa quanto quest'altra: in quanto le opportune precauzioni per essere opportuna variano da nessuna ad evitare assolutamente il contatto e dipendono, appunto dalla concentrazione. Conclusione. Invito tutti gli utenti del forum, saggi e niubbi, studiati e da imparare, a: 1) Leggere con attenzione le informazioni che trovano anche sul forum e giudicarle innanzitutto per verosimiglianza, secondo il proprio prudente apprezzamento. 2) Guardare le cose non con gli occhi della noncuranza, non con quelli della cautela ma con quelli della verità. 3) Diffidare sempre e comunque dei tanto e poco, specialmente in temi tecnici o scientifici dove tutto è misurabile.
  8. Base nico 100 pink-mule

    Non è improvvisazione. Ci sono due atteggiamenti nella vita: C'è chi si porta il commercialista al supermercato per controllare lo scontrino, e nel caso chiamerà l'avvocato e c'è chi riesce a controllare lo scontrino da sé e in caso di errore prova a parlare con la cassiera. A parte la mia personale antipatia per il primo atteggiamento descritto, che non ho motivo di nascondere, le persone che si comportano in quel modo hanno ogni diritto di frequentare i forum ma non ne avranno alcun beneficio, perché cercano risposte professionali che non si danno pubblicamente e gratuitamente e non ne troveranno. Leggeranno invece opinioni di persone come loro con differenti livelli di cultura sulla materia di cui si parla e potranno, se vorranno, formarsi un'opinione su ciò che dicono basandosi sulle ragioni addotte a sostegno delle tesi e potranno anche controbattere ed aggiungere ragionamenti alla discussione che aiuteranno tutti a formarsi una propria opinione. Ma se qualcuno non ha voglia di fare questa fatica di analisi non deve certo tentare di mettere a tacere gli altri supponendoli non abbastanza colti per parlare, non è questo lo scopo del forum e se lo diventerà gentilmente avvertitemi direttamente con l'eliminazione dell'account, capirò e non chiamerò né l'avvocato né lo psicoterapeuta.
  9. Base nico 100 pink-mule

    Si tratta di un prodotto commerciale di regolare vendita in vendita in Italia, penso che questo caso vada trattato in maniera differente. Sono convinto di si per due motivi. Il primo è che la nicotina è estremamente miscibile, il secondo che di certo le basi con nicotina commerciali non sono nate così, il mescolamento da qualche parte dev'essere stato fatto. Andrà mescolata bene, questo non lo discuto.
  10. Io invece penso che la Vicari non sia un ministro. E che sia un errore, effettivamente. Questo non lo so, ricordo che c'era qualcuno all'epoca che lo diceva e se c'era allora non vedo proprio ragione per cui non dovrebbe esserci adesso. Anche qui.
  11. Batteria sgualcita lateralmente

    Il danno è leggerissimo, comunque può teoricamente causare un contatto accidentale con il negativo. Nella maggior parte degli utilizzi quella parte è a contatto con materiale isolante (plastica), per maggior cautela puoi rifare il rivestimento servendoti delle apposite guaine termorestringenti. Sono vendute già a misura, dopo aver tolto la vecchia posizioni la guaina e la scaldi con un asciugacapelli fintanto che si blocca da se. Metto un link al prodotto solo per farti capire di cosa si tratta, naturalmente non ti sto consigliando di fare un ordine soltanto per quella: https://eu.nkon.nl/krimpkous-18650-formaat.html
  12. Tutti i prodotti con nicotina non si possono più vendere online, da ieri se non ho saltato un giorno che è anche probabile. La questione della vendita online è in certo modo svincolata da quella del monopolio, quest'ultima attende un decreto di attuazione e fino a marzo prossimo i negozi fisici continueranno ad averle. Però vi è applicata l'imposta di circa 4,5 euro per flacone da 10 ml; un'imposta di 4,5 su un prodotto che pagavo 0,80 in tutto per il mio modo di vedere cambia abbastanza la prospettiva e trovarle o meno diventa a questo punto indifferente. Negli altri thread recenti trovi delle alternative. No no, nessuno ha detto che lo faranno. E' stato detto che potrebbero farlo, che sarebbe materialmente possibile e che è il modo che è stato usato per cent'anni per distinguere l'acool da bere da quello per altri usi (non tassati) ma decisamente al momento non è in ipotesi. Ecco che la legge pro fumo miete le prime vittime. Sappi che questo forum serve ad aiutare le persone che desiderano iniziare o continuare a svapare e non fumare, la situazione è chiarissima: a chi decide le cose conviene che tua madre fumi. Ed a tua madre no, a lei non conviene!
  13. Tra quelle che hai proposto, della Ego AIO ho sentito parlare meno bene. Mi sembra che tu abbia bisogno di una seconda box più che di un muletto, io per muletto intendo una scorta da utilizzare solo quando la principale si dovesse rompere e per il tempo necessario ad ordinarne una nuova. Per quell'uso prenderei una cosa molto semplice ed economica con un budget dimezzato rispetto al tuo. Per evitare miscugli strani di liquidi non serve una seconda ecig completa, basta un secondo atomizzatore.
  14. Il rischio è di lavarsi nell'aprirli, perciò ho domandato (inutilmente, tranne @Fhom_87 che ringrazio). I flaconcini delle basette per esempio sono delle trappole, impossibile non bagnarsi le mani, purtroppo soprattutto per colpa del pericolosissimo meccanismo di sicurezza. Ma se il flaconcino è uno, il suo contenuto è molto rischioso e se ne resta nel flacone fatto bene, il rischio può anche essere inferiore. Non caschiamo nell'inganno di fidarci di norme fatte da persone prive di senso pratico, chiunque si sia occupato nella sua vita di rischio e sicurezza sa che un dispositivo guasto è molto più pericoloso dell'assenza di dispositivi (e sfido chiunque a fare un qualsiasi dispositivo affidabile per 10 centesimi). Detto questo se veramente, come sembra, il flaconcino è sempre uno solo con concentrazione secondo i casi fino a 90% io il problema lo vedo, non desiderò però farne una crociata, preferisco andare nella direzione di capire e gestire le situazioni. Eattamente, l'acqua chiusa nel flacone evapora, incontra le pareti fredde del flacone e torna liquida. E' un fenomeno continuo e inarrestabile che però non ha alcuna conseguenza, in un contenitore chiuso. A chi interessa l'argomento (e non lo conosce già) il vapore contenuto nell'aria sopra il liquido si stabilizza in pochissimo tempo (perché il contenitore è piccolo e chiuso) ad avere una pressione pari alla tensione di vapore del liquido a quella temperatura; trovate i grafici della tensione di vapore dei vari fluidi al variare della temperatura. In parole povere non si misura la percentuale, si misura la pressione; il vapore è responsabile della pressione atmosferica dell'aria sopra il liquido nella misura della sua tensione di vapore. Questa è simpatica ma grandiosa, concordo! Ecco, siccome io l'ho fatto! Non con questa ma con un liquido però l'ho fatto, consiglio caldamente di non lasciare i flaconcini in giro. Mi permetto anche di consigliare di diluirla subito perché il pericolo di confondere il flacone con qualcos'altro è sempre in agguato. So che non siete stupidi ma chiunque ha i suoi dieci minuti di distrazione durante la giornata. Lo eliminate e siete già a posto.