Giorgioroby

Speed revolution mini (14 mm) by luca creations


119 messaggi in questa discussione

57 minuti fa, delrin ha scritto:

Detto questo, l'unico punto di forza dello Strike 14 per me è la possibilità di avere 3 fori dell'aria, fine. Ma il mini ha un tiro che a me non fa sentire la necessità di regolare l'aria, come aroma è superiore, te ne accorgi dopo due tiri, non è uno di quegli atom che lasciano dubbi, è più equilibrato (lo Strike ha la tendenza a vellutare leggermente e ad addolcire certi tabacchi come il fratellone da 18) e spinge di più, aspetto questo da prendere in considerazione per chi lo usa in meccanico. 

Tieni conto che a me è arrivato ieri, ma spero di confermare queste prime impressioni e soprattutto di poterle condividere.

Io ho lo Strike 14. Quindi dici che è più adatto a gusti secchi dato che non addolcisce?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Pierfrancesco198 ha scritto:

Io ho lo Strike 14. Quindi dici che è più adatto a gusti secchi dato che non addolcisce?

Intendiamoci, lo Strike 14 l'ho sempre usato, va molto bene, ma se vuoi qualcosa di più secco devi prendere lo Speed revo 18 mm. Questo mini è la giusta via di mezzo, lo trovo più equilibrato, ma come aroma siamo sopra e poi è un treno anche a 10-11 w. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 12/10/2017 alle 18:51 , nikolaiout ha scritto:

ho il video dell'influencer dello svapo... ma non ho capito la parte della torretta spostata per far capitare la coil storta e che il foro aria capita giusto come dice il modder... buh... 

Una torretta è sul perimetro, l'altra è più centrale, di conseguenza la coil non rimane a centro deck, quindi leggermente inclinata rispetto all'ingresso del flusso d'aria.

Modificato da Il Mala

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, XenoPhase ha scritto:

Parere interessante, quindi nonostante i vari tool riportino heat flux altissimi tu dici che funziona bene?

Perche io rimango basito ogni volta, 4.5 spire di ka1 0.32 su punta da 2 li spara a 24.5w, questo fa 3.5 spire di ka1 da 0.25 su punta da 1.5 che è una build rovente. 

Non so a chi ti riferisci. Io il mio speed da 14 lo rigenero così da una vita oramai, e mai mi sono lamentato della resa aromatica e del vapore troppo caldo. anche con la punta da 2 peggiora e si appiattisce tutto. Ripeto, sarò matto io ma a me piace così e così continuerò a svaparlo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bello, lo sto provando da un paio d'ore ed effettivamente sto apprezzando soprattutto la resa aromatica effettivamente piu' secca rispetto a quella dello Strike (paragone forse improprio perchè possiedo il 18 e non il 14) e il tipo di tiro calibratissimo e avvolgente.

Rigenerato con 5.5 spire su punta da 1.5 per una resistenza di 1.09 Ohm e un heat flux (considerando la batteria a 3.7) di 0.43.

vorrei porre una domanda forse un pò OT ma la questione mi sfugge:

ha senso considerare la tensione (carica della batteria) a 3.7V quando svapiamo in meccanico? io generalmente quando il carica batteria mi segna 3.6V (ma lo sento anche a bocca) la batteria la sostituisco.

Pongo questa domanda per ricollegarmi al discorso sul valore di heat flux, soprattutto per capire come evitare di "drogare" questo dato.

comunque atom che merita IMHO.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
21 minuti fa, Meo ha scritto:

ha senso considerare la tensione (carica della batteria) a 3.7V quando svapiamo in meccanico? io generalmente quando il carica batteria mi segna 3.6V (ma lo sento anche a bocca) la batteria la sostituisco.

La batteria carica è a 3,7 V, se a 3,6 già la cambi praticamente la cambi subito. Almeno a 3,2 puoi arrivarci sempre parlando di batteria di marca.

22 minuti fa, Meo ha scritto:

Pongo questa domanda per ricollegarmi al discorso sul valore di heat flux, soprattutto per capire come evitare di "drogare" questo dato.

Io uso questo calcolatore http://vapez.fr/tools/coil/ e quando simulo la resistenza guardo l'heat flux a 3,7 V fino a 3,2 per capire se, almeno in teoria, il drop della batteria mi consentirà una svapata a mio gusto confortevole fino alla fine della batteria.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Meo ha scritto:

ha senso considerare la tensione (carica della batteria) a 3.7V quando svapiamo in meccanico? io generalmente quando il carica batteria mi segna 3.6V (ma lo sento anche a bocca) la batteria la sostituisco.

Pongo questa domanda per ricollegarmi al discorso sul valore di heat flux, soprattutto per capire come evitare di "drogare" questo dato.

Se sul carica batterie la tensione segna 3,7v e poi la usi sulla box la tensione in uscita sulla resistenza sarà minore di 3,7v, parte della tensione si perde (drop voltage), una perdita di tensione dovuta al circuito, all'atom alla filiera che parte dalla batteria e arriva fino alla coil.
Se tu sustituisci la batteria a 3,6v dato che ti dici in questo caso il tuo carica batterie ammesso che sia affidabile è molto probabile che la tensione che arriva alla coil sia inferiore a 3,5v nelle migliore delle ipotesi..............per questo senti a palato un sensibile calo di resa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

intendevo dire che a piena carica il carica batterie segna un valore di 4.2, il per me fantomatico valore di 4.2! 

In pratica non ho mai capito se nella realtà una batteria a piena carica misura 4.2V (tensione di carica) oppure 3.7V (tensione nominale)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Meo ha scritto:

intendevo dire che a piena carica il carica batterie segna un valore di 4.2, il per me fantomatico valore di 4.2! 

In pratica non ho mai capito se nella realtà una batteria a piena carica misura 4.2V (tensione di carica) oppure 3.7V (tensione nominale)

Batteria a piena carica misura 3,7 V.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Adesso, Tep ha scritto:

Batteria a piena carica misura 3,7 V.

grazie @Tep mi hai levato un dubbio che magari sembrerà banale, ma me l'ero sempre domandato!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No, la batteria a piena carica a riposo misura 4,2v non 3,7, i 3,7 sono sotto esercizio, i conti si fanno comunque con i 3,7v che è la tensione teorica nominale.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Adesso, Rici ha scritto:

No, la batteria a piena carica a riposo misura 4,2v non 3,7, i 3,7 sono sotto esercizio, i conti si fanno comunque con i 3,7v che è la tensione teorica nominale.

Si lui chiedeva nella realtà dell'utilizzo, quindi 3,7 V. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, Meo ha scritto:

intendevo dire che a piena carica il carica batterie segna un valore di 4.2, il per me fantomatico valore di 4.2! 

In pratica non ho mai capito se nella realtà una batteria a piena carica misura 4.2V (tensione di carica) oppure 3.7V (tensione nominale)

Qui ti puoi fare mezza idea ;)

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grazie mille!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come vi dicevo, le torrette vanno lasciate in questo caso molto vicine, perché lo spazio è veramente ridotto.

Questa è fatta con Ni80 0,28 mm su punta da 2.

IMG_20171018_105401.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

20 ore fa, Edgartoot ha scritto:

Non so a chi ti riferisci. Io il mio speed da 14 lo rigenero così da una vita oramai, e mai mi sono lamentato della resa aromatica e del vapore troppo caldo. anche con la punta da 2 peggiora e si appiattisce tutto. Ripeto, sarò matto io ma a me piace così e così continuerò a svaparlo

Gli altri avranno capito a chi mi riferisco, senza far nomi, il discorso che facevo non era riguardo alla punta quanto all'heat flux che pur essendo altissimo ti da risultati interessanti, proverò :)

Modificato da XenoPhase

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 17/10/2017 alle 12:21 , delrin ha scritto:

Faccio subito una premessa sull'oggetto in questione, che come sapete ho acquistato originale. Dopo aver usato solo questo da lunedì mattina, posso già dire che lo Speed mini non è semplicemente un prodotto replica per far cassa (non ho i precedenti, ma ho ragione di credere che sia così) o soltanto un'operazione di marketing per emulare gli Strike che viaggiano in coppia. Non è un episodio 2, un remake per restare in tema di cinema. Gli utili verranno fatti con un prodotto a se stante, che vive di luce propria, che “aggiunge qualcosa”. Io non avevo dubbi in proposito, altrimenti non l'avrei acquistato praticamente al buio.

Ho voluto fare dei test con due aromi con diverse caratteristiche, il Black Cavendish e la Balkan mxt di LT, e con due diverse rigenerazioni, una con il 30 awg (0,25mm) da usare in elettronico e una con il 29 awg (0,28mm) da usare in meccanico (vedi allegati). Per ognuno di questi “ingredienti” le conclusioni saranno le stesse, quindi aromi tabaccosi da svapare e rigenerazioni umane da usare per un 14 mm starà al gusto di ognuno, in base al wattaggio, hit, calore vapore, tabacchi strutturati, chiari, etc.

Lo Speed revolution mini è un altro passo in avanti nella rincorsa dei modder a progettare atomizzatori che ci soddisfino di più, quella rincorsa che ci fa così appassionare, alla continua ricerca dell'atom definitivo, che fortunatamente non arriverà mai.

Balza subito all'occhio, per meglio dire alla gola, che questo mini revo spinge anche a bassi wattaggi, prendendo le distanze se vogliamo dal fratello maggiore da 18, che si avvia più lentamente, soprattutto con fili sbagliati. Ma se ciò è scontato per via della camera più piccola, lo è meno se lo si paragona ai suoi più diretti concorrenti Viper v2 e Strike 14. Ha più spunto, è più aggressivo, ma non come hit o come secchezza del vapore. Da quel punto di vista l'ho trovato giusto ed è anche più giusto rispetto al 18 che ha la tendenza a soffocare le note dolci dei tabacchi. Nel mini abbiamo uno spettro aromatico in perfetto equilibrio tra il dolce e il secco, non propendendo né verso lo Strike né verso lo Speed.

La resa aromatica è limpida, cristallina, mai “nebulosa” ed è il vero punto di forza di questo atom, che si lascia dietro i dripper bf che ho provato io. E' un'esperienza completa. L'aroma salta in bocca immediatamente quando si inspira, avvolge il palato in fase di espirazione e alla fine permane, costringendoci ad aspettare prima del tiro successivo. Per chi avesse ancora dubbi sulla resa aromatica tra un bf e un tank, con lo Speed mini se li toglierà definitivamente. Non escludo che possa rendere bene anche con creme e frutta, ma non ho provato.

Alcune note tecniche.

Con i fili giusti l'atom non scalda, molto meno del 18 usato con lo 0,28 mm. L'ho sempre usato con il drip tip in dotazione.

Non ho provato la rigenerazione con coil centrale in stile Origen, ma quella con torrette frontali è praticamente obbligata, perché il poco spazio non consente di posizionarle alle 10:10, a meno che non si facciano pochissime spire. Devono stare quasi attaccate. Il cotone va messo alla solita maniera, senza esagerare con la quantità. Poi magari se ci sarà occasione qualcuno potrà proporre le sue soluzioni.

Il foro da 1,2 per le caratteristiche che vi ho detto risulta qui più piacevole da usare. Mi rivolgo ovviamente a chi ama il tiro di guancia contrastato.

Per concludere questa lunga tiritera, vale la pena averlo?

Per chi ha pochi atom e si affaccia adesso al mondo bf e non gli interessa sperimentare tanti atomizzatori e vuole un prodotto originale glielo consiglierei a occhi chiusi.

Per i più navigati, non se lo lascino scappare quando uscirà il clone. Atom da avere in ogni caso.

Questo è quanto, se avete dubbi sono qui.

28.png

30.png

 

Su elettronico cosa consiglieresti tra 0.25 0.28 0.30?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

16 minuti fa, Dan1926 ha scritto:

 

Su elettronico cosa consiglieresti tra 0.25 0.28 0.30?

0.25 e a bassi wattaggi (10-11 watt), perché tanto ha un buono spunto. 6,5 spire su punta da 2, tanto aroma, con una spira in meno un po' meno aroma e un po' più aggressivo. Anche con lo 0,28 va bene, ma non è necessario come nel fratello da 18. Con lo 0.25 scalda zero.

Comunque stiamo parlando di un aggeggino mica da ridere, questo rende con tutto mi sa, anche con lo 0,32 ho idea, anche se non ho provato

Modificato da delrin
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per partecipare

Devi essere un utente registrato per partecipare

Crea un account

Registrati ora, bastano due click!


Iscriviti a Svapo.it

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
    • 3118 Messaggi
    • 132479 Visualizzazioni
    • 15 Messaggi
    • 129 Visualizzazioni
    • 1 Messaggi
    • 61 Visualizzazioni
    • 6 Messaggi
    • 196 Visualizzazioni